WP_Post Object ( [ID] => 506075 [post_author] => 70 [post_date] => 2018-03-16 13:03:05 [post_date_gmt] => 2018-03-16 12:03:05 [post_content] => Lo scorso anno aveva stupito tutti, diventando uno dei mezzi più fotografati dell’appuntamento elvetico: quest’anno la vettura ‘volante’ è stata rinnovata al Salone di Ginevra 2018, aperto al pubblico fino a domenica prossima. La novità principale è il marchio a cui è collegata: un anno fa era targata Volkswagen, mentre adesso è Audi, diventando così Audi Italdesign Pop.Up Next. Il mezzo ha sempre le stesse caratteristiche principali, con i due moduli (uno terrestre ed uno aereo), ma ha subito alcune modifiche sia dal punto di vista tecnico che da quello estetico. Lo scopo di questo mezzo è quello di migliorare gli spostamenti urbani in futuro, cercando di ridurre i problemi legati al traffico nelle città: si parla di 2030, ma ci si potrebbe spostare più avanti di qualche anno. La Pop.Up Next si sposta principalmente su strada, come una classica macchina utilitaria a due posti, mentre quando deve spostarsi in volo, entra in funzione un drone per agganciare l’abitacolo della vettura e spostarlo, con decollo ed atterraggio verticale. In entrambi i casi, la guida è completamente autonoma e l’interfaccia avviene con riconoscimento facciale e impronte digitali. Nel corso dell'anno, inoltre, i team Airbus hanno perfezionato il design aerodinamico del modulo aereo e i condotti del rotore per migliorare le prestazioni e ridurre il consumo di energia a velocità di crociera. Hanno inoltre introdotto un concept per un sistema di accoppiamento funzionale con soluzioni di bloccaggio e aggancio. Infine c’è stato anche un lavoro sul design degli interni di Pop.Up Next, per armonizzare il linguaggio estetico di Audi con quello utilizzato per la cabina Airspace di Airbus, tipico dei velivoli commerciali. Un salto nel futuro. [post_title] => Audi Italdesign Pop.Up Next: l'auto volante al Salone di Ginevra 2018 [FOTO LIVE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => audi-italdesign-pop-up-next-lauto-volante-al-salone-di-ginevra-2018-foto-live [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-03-16 13:03:05 [post_modified_gmt] => 2018-03-16 12:03:05 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=506075 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Audi Italdesign Pop.Up Next: l’auto volante al Salone di Ginevra 2018 [FOTO LIVE]

Obiettivo: migliorare il traffico cittadino dal 2030

Audi Italdesign Pop.Up Next - Lanciata nel 2017 con Volkswagen, l'auto volante ed a guida autonoma si rinnova al Salone di Ginevra 2018, questa volta accoppiata al marchio Audi. Si è evoluta dal punto di vista tecnico ed estetico, ma lo scopo è sempre quello di migliorare la mobilità urbana dal 2030.

Lo scorso anno aveva stupito tutti, diventando uno dei mezzi più fotografati dell’appuntamento elvetico: quest’anno la vettura ‘volante’ è stata rinnovata al Salone di Ginevra 2018, aperto al pubblico fino a domenica prossima. La novità principale è il marchio a cui è collegata: un anno fa era targata Volkswagen, mentre adesso è Audi, diventando così Audi Italdesign Pop.Up Next. Il mezzo ha sempre le stesse caratteristiche principali, con i due moduli (uno terrestre ed uno aereo), ma ha subito alcune modifiche sia dal punto di vista tecnico che da quello estetico.

Lo scopo di questo mezzo è quello di migliorare gli spostamenti urbani in futuro, cercando di ridurre i problemi legati al traffico nelle città: si parla di 2030, ma ci si potrebbe spostare più avanti di qualche anno. La Pop.Up Next si sposta principalmente su strada, come una classica macchina utilitaria a due posti, mentre quando deve spostarsi in volo, entra in funzione un drone per agganciare l’abitacolo della vettura e spostarlo, con decollo ed atterraggio verticale. In entrambi i casi, la guida è completamente autonoma e l’interfaccia avviene con riconoscimento facciale e impronte digitali.

Nel corso dell’anno, inoltre, i team Airbus hanno perfezionato il design aerodinamico del modulo aereo e i condotti del rotore per migliorare le prestazioni e ridurre il consumo di energia a velocità di crociera. Hanno inoltre introdotto un concept per un sistema di accoppiamento funzionale con soluzioni di bloccaggio e aggancio. Infine c’è stato anche un lavoro sul design degli interni di Pop.Up Next, per armonizzare il linguaggio estetico di Audi con quello utilizzato per la cabina Airspace di Airbus, tipico dei velivoli commerciali. Un salto nel futuro.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati