Lamborghini Aventador, l’erede potrebbe montare un sistema ibrido plug-in

Lamborghini Aventador, l’erede potrebbe montare un sistema ibrido plug-in

Lo anticipa Maurizio Reggiani, responsabile R&D del Toro

Lamborghini ibrida plug-in - La nuova supercar di Lamborghini che raccoglierà l'eredità dell'Aventador potrebbe essere spinta da un powertrain ibrido plug-in, come ha dichiarato Maurizio Reggiani, responsabile Ricerca e Sviluppo della Casa di Sant'Agata Bolognese.
Lamborghini Aventador, l’erede potrebbe montare un sistema ibrido plug-in

La Lamborghini Aventador, che abbiamo recentemente provato in pista nella variante S (qui le nostre impressioni), è stata introdotta sul mercato sette anni fa, con il Toro che si sta avvicinando in maniera sempre più interessata e attiva alla sua sostituzione. 

A tal proposito, nel corso di un intervista a Car and Driver, Maurizio Reggiani, responsabile Ricerca e Sviluppo di Lamborghini, ha affermato: “Nello sviluppo del successore della Aventador dobbiamo inevitabilmente tenere conto del consumo di carburante e delle emissioni. Un motore aspirato all’interno di un sistema ibrido credo possa essere la giusta risposta alla supersportiva del futuro“.

Il powertrain ibrido nella strategia di Sant’Agata Bolognese è una certezza anche se, come ha dichiarato Reggiani, ci sono in corsa ampie discussioni su come dovrebbe funzionare tale sistema propulsivo. In Lamborghini da una parte c’è chi pone il focus sulle performance mentre dall’altra chi vorrebbe concentrarsi prevalentemente sulla modalità di guida 100% elettrica. Reggiani lascia intendere che la nuova supercar del Toro sarà capace di fare entrambe le cose con il selettore di guida ANIMA che potrebbe dunque proporre una modalità Strada più attenta a preservare la batteria ed una Corsa che potrebbe fornire una sorta di “effetto boost” per l’incremento di potenza e prestazioni.

Nonostante la forte possibilità di adottare un propulsore ibrido, il successore della Aventador rimarrà fedele alla tradizione. Su quest’aspetto Reggiani assicura: “Dobbiamo reinventare questa icona di Lamborghini senza perderne le caratteristiche: fibra di carbonio, motore aspirato V12 e altri componenti“.

Lamborghini ha lanciato l’idea di un modello ibrido plug-in qualche anno fa, quando nel 2014 ha presentato il concept Asterion. Si tratta di un supercar con motore V10 aspirato da 5.2 litri affiancato da tre propulsori elettrici per una potenza complessiva erogata di 910 CV. La Asterion, in grado di percorrere fino a 50 chilometri in modalità elettrica, deve rinunciare a qualcosa in termini di agilità e leggerezza (250 kg è il peso del powertrain ibrido), ma nonostante ciò assicura prestazioni all’altezza di una Lamborghini: 0-100 km/h in 3 secondi e velocità di punta di 320 km/h.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati