Scuderia Cameron Glickenhaus SCG004S: utilizzerà il motore della Nissan GT-R da 690 cv

Il prezzo base della nuova supercar sarà di 400.000 dollari

La Scuderia Cameron Glickenhaus SCG004S potrà godere delle performance offerte dal V6 3.8 twin-turbo da 690 cv di potenza che già equipaggia la Nissan GT-R
Scuderia Cameron Glickenhaus SCG004S: utilizzerà il motore della Nissan GT-R da 690 cv

James Glickenhaus, imprenditore statunitense nonchè appassionato di supercar, è sempre più attivo nel mondo delle vetture ad elevate prestazioni in qualità di vero e proprio costruttore. Dopo le rinomate SCG003C da competizione e la relativa SCG003S nata per circolare su strade aperte al pubblico, l’azienda produttrice di supercar che porta il suo nome, Scuderia Cameron Glickenhaus, nei mesi scorsi ha dato il là alla nascita di una nuova supercar che risponde al nome di SCG004S.

Il nome della nuova supercar concepita da Glickenhaus è un semplice frutto dell’evoluzione, dove 004 succede al precedente 003, e della tradizione, dove S sta per Stradale. Rispetto alla presentazione della nuova nata che fu svelata lo scorso mese di novembre, c’è stata una fondamentale variazione progettuale che ha fornito alla SCG004S un nuovo cuore propulsivo.

Difatti, originariamente la SCG004S avrebbe dovuto godere di un motore V8 5.0 twin-turbo da 650 cv di potenza. Invece, oggi Glickenhaus ha fatto sapere che la nuova nata godrà del propulsore V6 3.8 twin-turbo da ben 690 cv di potenza: in pratica si tratta dell’unità propulsiva che equipaggia già la Nissan GT-R. Inoltre, ha riferito Glickenhaus, la potenza di 690 cv sarà la base di partenza: i clienti potranno infatti ordinare diversi step di potenza a seconda dei loro desideri.

A differenza della Nissan GT-R che è configurabile soltanto con una trasmissione automatica, la nuova SCG004S potrà essere configurata anche con un cambio manuale a 6 marce dedicato ai puristi della guida. Oltre che dal motore della Nissan GT-R da 690 cv nella versione “entry level”, la nuova SCG004S sarà caratterizzata da un’aerodinamica estremamente curata, da un peso decisamente contenuto grazie all’ampio ricorso alla fibra di carbonio per telaio e carrozzeria, e da una disposizione dei tre sedili nell’abitacolo che ricorda da vicino l’iconica McLaren F1 degli anni ’90 disegnata da Gordon Murray.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati