Mazda CX-3: il facelift svelato al Salone di New York 2018 [FOTO]

Arriverà in Europa nella prossima estate

Mazda CX-3 - La casa giapponese ha presentato il secondo facelift del SUV compatto al Salone di New York 2018: qualche aggiornamento dal punto di vista estetico, nei motori ed un utilizzo più ampio delle tecnologie di sicurezza. Arriverà sui mercati europei a partire dalla prossima estate.

Il Salone di New York 2018, aperto al pubblico dal 30 marzo all’8 aprile, è stato il teatro del debutto mondiale del facelift della Mazda CX-3. Si tratta del secondo aggiornamento di questo modello, arrivato sul mercato nel 2015, ed è caratterizzato da alcune novità estetiche, un rinnovamento dei motori ed una gamma più ampia delle tecnologie di sicurezza i-Activesense. Questa versione del SUV compatto del marchio giapponese arriverà in Europa a partire dalla prossima estate.

La nuova Mazda CX-3 è caratterizzata da un design Kodo più maturo, con novità per gli esterni che comprendono un nuovo disegno per la calandra, la disponibilità della nuova tinta Soul Red Crystal e nuovi cerchi in lega d’alluminio da 18 pollici. Gli interni presentano, invece, un nuovo tunnel centrale dotato di bracciolo centrale anteriore, il freno a mano elettronico con funzione “auto-hold” e un’ampia gamma di sistemi di sicurezza i-Activesense, comprensivi del Cruise Control adattivo con la funzione Stop&Go, in abbinamento con il cambio automatico SKYACTIV-Drive, e del sistema di fari adattivi a matrice di LED.

Passando ai motori, l’aggiornamento consente una riduzione delle emissioni, per soddisfare le norme Euro 6d-Temp. In particolare, il diesel SkyActive-D presenta una minore temperatura di combustione, ottenuta attraverso vari aggiornamenti, e porta a emissioni di NOX ancora più basse. Successivamente, un catalizzatore ad accumulo di NOx riduce i pochi residui di ossido di azoto nei gas di scarico. Anche il propulsore benzina SkyActive-G è stato migliorato per rispettare le già citate norme sulle emissioni.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati