Mercato auto Italia, a marzo nuovo calo delle vendite: -5,75 %

Mercato auto Italia, a marzo nuovo calo delle vendite: -5,75 %

Nel primo trimestre 2018 -1,6 %

Mercato auto Italia marzo 2018 - Il mese di marzo fa registrare un calo del 5,75% delle vendite sul mercato auto italiano, una frenata più consistente rispetto al -1,4% di febbraio. Calano le immatricolazioni di FCA, nonostante continuino a crescere le vendite di Alfa Romeo e Jeep.
Mercato auto Italia, a marzo nuovo calo delle vendite: -5,75 %

Dopo lo stop di febbraio che aveva fatto registrare -1,4 %, il mercato automobilistico italiano subisce un’altra frenata, ancora più consistente: nel mese di marzo le vendite sono calate del 5,75 %, per un totale di 213.731 veicoli immatricolati contro i 226.780 di marzo 2017. 

Oltre al giorno in meno lavorato, c’è anche da considerare che dopo più di tre anni di crescita continua è anche fisiologica una frenata degli acquisti. A ciò va aggiunto anche la spinta attenuata di km 0 e noleggi. Per quanto riguarda i dati relativi al primo trimestre dell’anno si registra un calo dell’1,6% rispetto a gennaio-marzo 2017.

Guardando alla tipologia di alimentazione, a marzo sono calate le vendite dei diesel (-9 %), dei benzina (-3,9 %) e dei GPL (-10,2 %). In controtendenza invece il metano (+27,9 %) e le motorizzazioni elettrificate con segnali incoraggianti da ibride (+26,1 %), ibride plug-in (+107,5 %) ed elettriche (+81,7 %).

Nella classifica di vendite al vertice c’è il Gruppo FCA, che però fa segnare un -12,94 %, nonostante le buone performance dei marchi Alfa Romeo (+17 %) e Jeep (+77 %). Tra le vetture più vendute si conferma il dominio di Fiat con Panda, 500X, Tipo e 500 che si piazzano nei primi quattro posti della classifica di vendita. Crescita consistente invece per il Gruppo PSA con un +62,40 % trainato soprattutto dal marchio Citroen. Risultato positivo su base mensile anche per Volkswagen (+6,79 %), mentre fanno registrare un calo a doppia cifra Nissan (-12,75 %) e Renault (-10,83 %).

Leggi altri articoli in Mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati