WP_Post Object ( [ID] => 517032 [post_author] => 77 [post_date] => 2018-04-24 10:10:38 [post_date_gmt] => 2018-04-24 08:10:38 [post_content] => Skoda Kamiq – Inedita Suv compatta a cinque posti progettata interamente in Cina, sarà svelata al prossimo Salone di Pechino e non sarà venduta in Europa. Sarà prodotta in joint venture con il colosso cinese SAIC. Il Salone di Pechino aprirà i battenti il 24 Aprile, e numerosi sono i costruttori europei che propongono modelli riservati al solo mercato orientale, tra questi figura la Skoda che presenterà una nuova SUV chiamata Kamiq progettata e prodotta solo per la Cina. La Kamiq riprende il family feeling introdotto dalla Kodiaq, con linee tese e spigolose, e si posiziona come SUV d’ingresso del marchio (in termini di prezzi) andando a sostituire la vecchia Yeti che ancora viene prodotta in territorio cinese. Lunga 4,39 metri, poco più della Karoq, la nuova Kamiq utilizza la vecchia piattaforma Volkswagen PQ34 che in Cina viene adottata ancora da numerosi modelli prodotti dalla joint venture SAIC-Volkswagen (come la VW Bora), mentre la gamma motori comprende il 1.4 TSI da 125 cavalli e un 1.5 aspirato da 110 cavalli. L’abitacolo non viene ancora mostrato ma da recenti foto spia richiama nello stile le altre sorelle, con lo schermo multimediale al centro della plancia (probabilmente lo stesso sistema della Karoq cinese) compatibile con gli standard Apple Carplay, Android Auto e Baidu Carlife (quest’ultimo è un sistema esclusivo in Asia). Il Kamiq è il terzo SUV del marchio Skoda che sarà prodotto in Cina, ma in futuro è previsto anche un quarto modello più compatto. L’obiettivo della casa è di vendere oltre 600 mila unità entro il 2020 in Cina, mercato che già oggi è il numero 1 in termini di volumi per la casa ceca. Non è esclusa una produzione del Kamiq anche nei mercati emergenti come Russia e India dove la casa gode di ottima reputazione e buoni volumi di vendita. [post_title] => Skoda Kamiq: svelata la nuova SUV per la Cina [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => skoda-kamiq-svelata-la-nuova-suv-per-la-cina [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-04-24 12:51:38 [post_modified_gmt] => 2018-04-24 10:51:38 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=517032 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Skoda Kamiq: svelata la nuova SUV per la Cina

Svelata al Salone di Pechino

Skoda Kamiq: svelata la nuova SUV per la Cina

Skoda Kamiq – Inedita Suv compatta a cinque posti progettata interamente in Cina, sarà svelata al prossimo Salone di Pechino e non sarà venduta in Europa. Sarà prodotta in joint venture con il colosso cinese SAIC.

Il Salone di Pechino aprirà i battenti il 24 Aprile, e numerosi sono i costruttori europei che propongono modelli riservati al solo mercato orientale, tra questi figura la Skoda che presenterà una nuova SUV chiamata Kamiq progettata e prodotta solo per la Cina.

La Kamiq riprende il family feeling introdotto dalla Kodiaq, con linee tese e spigolose, e si posiziona come SUV d’ingresso del marchio (in termini di prezzi) andando a sostituire la vecchia Yeti che ancora viene prodotta in territorio cinese. Lunga 4,39 metri, poco più della Karoq, la nuova Kamiq utilizza la vecchia piattaforma Volkswagen PQ34 che in Cina viene adottata ancora da numerosi modelli prodotti dalla joint venture SAIC-Volkswagen (come la VW Bora), mentre la gamma motori comprende il 1.4 TSI da 125 cavalli e un 1.5 aspirato da 110 cavalli. L’abitacolo non viene ancora mostrato ma da recenti foto spia richiama nello stile le altre sorelle, con lo schermo multimediale al centro della plancia (probabilmente lo stesso sistema della Karoq cinese) compatibile con gli standard Apple Carplay, Android Auto e Baidu Carlife (quest’ultimo è un sistema esclusivo in Asia).

Il Kamiq è il terzo SUV del marchio Skoda che sarà prodotto in Cina, ma in futuro è previsto anche un quarto modello più compatto. L’obiettivo della casa è di vendere oltre 600 mila unità entro il 2020 in Cina, mercato che già oggi è il numero 1 in termini di volumi per la casa ceca. Non è esclusa una produzione del Kamiq anche nei mercati emergenti come Russia e India dove la casa gode di ottima reputazione e buoni volumi di vendita.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati