Aston Martin DB11 AMR: la super sportiva che sfreccia fino a 334 km/h [FOTO e VIDEO]

Anche in versione Stirling Green in serie limitata

Aston Martin DB11 AMR - Aston Martin alza il velo dalla DB11 AMR, versione al vertice della gamma del modello britannico. Spinta dal V12 5.2 da 639 CV, la DB11 AMR tocca una velocità di punta di 334 km/h.

Aston Martin ha ufficialmente svelato la DB11 AMR, nuova versione top di gamma della fascinosa vettura britannica. Ad alimentare l’Aston Martin DB11 AMR c’è il motore V12 di 5.2 litri che eroga 639 CV di potenza e 700 Nm di coppia massima, associato al cambio automatico ZF a 8 rapporti. La vettura è in grado di passare da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi e di sfrecciare fino a 334 km/h di velocità massima. La DB11 AMR viene proposta al prezzo base di 174.995 sterline in Gran Bretagna e di 218.595 euro in Germania. Entro l’estate sono in programma le prime consegne.

L’Aston Martin DB11 AMR, che misura 4,75 metri in lunghezza, 1,95 metri in larghezza e 1,29 metri in altezza, è caratterizzata da una serie di elementi in fibra di carbonio, come i gusci degli specchietti e lo spoiler anteriore. Per quanto riguarda il look la Casa inglese propone la vettura, oltre che con le tinte standard, anche con tre colori specifici e nella versione Stirling Green, in serie limitata da 100 unità.

Quest’ultima variante propone dettagli Lime sugli esterni come il profilo inferiore della scocca, la striscia sul cofano e le pinze freno che s’intravedono dietro i cerchi da 20 pollici. La personalizzazione dell’abitacolo della DB11 AMR prevede i rivestimenti in pelle e Alcantara con cuciture a contrasto, le finiture in fibra di carbonio e i loghi AMR applicati su poggiatesta e soglia battitacco.

La DB11 AMR offre un ricco equipaggiamento di serie che comprende il quadro strumenti digitale con display da 12,1 pollici, l’infotainment con schermo touch da 8 pollici con Bluetooth e sistema di navigazione satellitare, il climatizzatore automatico bizona, il Park Assist con sensori e telecamere anteriori e posteriori.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati