Mille Miglia 2018: la regina è l’Alfa Romeo [FOTO]

47 vetture del Biscione al via, 3 sul podio e vittoria per la 6C 1500 GS Testa Fissa

La vittoria di un'Alfa Romeo, il podio con tre vetture del Biscione, il passaggio celebrativo della carovana a Milano e ad Arese presso il Museo Storico e la presenza di Marcus Ericsson e Charles Leclerc, i piloti della scuderia Alfa Romeo Sauber F1 Team, hanno celebrato il legame sempre più forte tra il brand italiano e la "Freccia Rossa"

A 90 anni esatti dalla prima vittoria di un’Alfa Romeo alla Mille Miglia, il marchio del Biscione ha consolidato ulteriormente il connubio con “la corsa più bella del mondo” durante l’edizione 2018. 47 Alfa Romeo al via, 3 sul podio ed un passaggio celebrativo della carovana a Milano e ad Arese presso il Museo Storico: sono questi i numeri e le peculiarità che hanno celebrato il legame sempre più forte tra il brand italiano e la “Freccia Rossa” tanto che mai come quest’anno si è potuto affermare che “Alfa Romeo è la Mille Miglia, e la Mille Miglia è Alfa Romeo”. Per l’occasione, anche Marcus Ericsson e Charles Leclerc, i piloti della scuderia Alfa Romeo Sauber F1 Team, hanno guidato una Gran Premio Tipo B del 1932 e una 750 Competizione del 1955 .

L’edizione 2018 della Mille Miglia è stata vinta dall’Alfa Romeo 6C 1500 GS Testa Fissa con equipaggio Tonconogy-Ruffini. Al secondo posto, a sole otto penalità di distanza dal vincitore, la stupenda 6C 1500 Super Sport del 1928, carrozzata dagli Stabilimenti Farina: si tratta di una vettura ufficiale della collezione FCA Heritage che è normalmente in mostra presso il Museo Storico Alfa Romeo, e guidata da Giovanni Moceri con il co-driver Daniele Bonetti. Al terzo posto, l’Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato, condotta dall’equipaggio Vesco-Guerini.

Piazzamenti onorevoli per le vetture Alfa Romeo iscritte da FCA Heritage, che hanno tutte concluso la 36esima rievocazione storica della Mille Miglia completando il tradizionale percorso Brescia-Roma-Brescia. La squadra ufficiale Alfa Romeo ha annoverato tra le sua fila professionisti delle corse e artisti di fama internazionale, tutti accomunati dall’amore per le auto d’epoca della Casa del Biscione. Tra questi il bassista dei Coldplay Guy Berryman con il pilota Derek Hill a bordo della 1900 Sport Spider del 1954, Roberto Giolito con David Giudici su un’Alfa Romeo 1750 GS del 1930, e Paolo Spalluto e Ottaviano Checchi hanno condotto una 1900 C SS Touring del 1956. Non solo: si sono distinti a bordo di un’Alfa Romeo anche Axel Marx, che vanta una prestigiosissima collezione di centinaia di Alfa Romeo d’epoca, insieme a Fabrizio Buonamassa e Piero Pelù con la compagna Gianna Fratta, una delle direttrici d’orchestra più conosciute ed apprezzate nel panorama internazionale.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati