Groupe PSA potenzia la capacità produttiva dei Suv in Europa

Groupe PSA potenzia la capacità produttiva dei Suv in Europa

La produzione è basata su 17 centri situati in 9 Paesi

Per rispondere alla forte domanda commerciale di vetture, Groupe PSA ha mirato a rafforzare le capacità produttive in Europa con un'apposita strategia di produzione
Groupe PSA potenzia la capacità produttiva dei Suv in Europa

Non vi è dubbio che gli ultimi risultati commerciali ottenuti dal Groupe PSA siano decisamente soddisfacenti dal punto di vista commerciale. Il piano Push to Pass “che ha previsto un nuovo lancio all’anno per ogni Brand” ha portato effettivamente al lancio di ben 11 modelli di Suv da parte dei 5 marchi del Gruppo ossia Peugeot, Citroën, DS Automobiles, Opel e Vauxhall.

Queste gamme di modelli rappresentano 250.000 immatricolazioni per il Groupe PSA in Europa nel 1° trimestre 2018, con una quota di mercato sul segmento in forte crescita, pari al 16,9% delle vendite di Suv in Europa all’inizio del 2018. A fine marzo, il Gruppo è diventato tra i leader del segmento e la forte offensiva continuerà anche con il lancio della nuova Citroën C5 Aircross in Europa il prossimo settembre

Il successo dell’offensiva Suv dei 5 marchi ha portato il Gruppo a rafforzare le capacità produttive in Europa per rispondere alla forte e sempre più crescente domanda commerciale e per sostenere lo sviluppo rapido e regolare delle vendite dei modelli più richiesti. In tal contesto Groupe PSA ha mirato a garantire per tutti i siti produttivi “eccellenti livelli di performance, volume d’attività e qualità”.

A tal riguardo, Groupe PSA ha fatto sapere che l’assegnazione dei carichi di produzione, resa possibile dai piani di performance, rispetterà gli impegni sanciti dall’accordo “Nuovo per la Crescita” sottoscritto nel luglio 2016 da 5 organizzazioni sindacali su 6, e manterrà la produzione in Francia per milioni di veicoli. Stando così le cose, Groupe PSA ha mostrato quella che sarà la strategia di produzione multisito dei Suv di tutto il Gruppo che conta 17 centri di produzione veicoli in Europa situati in 9 Paesi (oltre a quelli fuori dall’Europa per il mercato globale):

Peugeot 2008, produzione a Mulhouse (Francia), Porto Real (Brasile), Wuhan (Cina),

Peugeot 3008, produzione a Sochaux (Francia), Chulai (Vietnam), Gurun (Malesia) e Walvis Bay (Namibia)

Peugeot 4008 produzione a Chengdu (Cina)

Peugeot 5008, produzione a Rennes e Sochaux (Francia), Chulai (Vietnam) e Chengdu (Cina)

C3 Aircross, produzione a Saragozza (Spagna)

C4 Aircross, produzione a Wuhan (Cina)

C5 Aircross, produzione a Rennes (Francia) e Chengdu (Cina)

DS 7 Crossback, produzione a Mulhouse (Francia) e Shenzhen (Cina)

Opel/Vauxhall Grandland X, produzione a Sochaux (Francia), poi a Eisenach (Germania) e Walvis Bay (Namibia)

Opel/Vauxhall Crossland X, produzione a Saragozza (Spagna)

Opel/Vauxhall Mokka X, produzione a Saragozza (Spagna) e Bupyeong (Corea)

Yann Vincent, Industrial and Supply Chain Director del Gruppo, ha dichiarato: “Queste assegnazioni di veicoli dimostrano che la performance economica è fondamentale per garantire un buon livello di attività industriale che si protragga nel tempo. La nostra struttura industriale, agile e potenziata grazie all’acquisizione di Opel, permette di soddisfare la richiesta crescente dei nostri Clienti in materia di Suv”.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati