Citroen C3 WRC: nel mirino la sfida del Rally di Sardegna

Il tracciato è stato cambiato rispetto a un anno fa

Citroen C3 WRC Rally di Sardegna 2018 - Le Citroen C3 WRC in gara nel mondiale rally scaldano i motori per l'impegnativo appuntamento del Rally di Sardegna in programma nel week-end.
Citroen C3 WRC: nel mirino la sfida del Rally di Sardegna

In casa Citroen è tutto pronto per affrontare il Rally di Sardegna, settimo dei tredici appuntamenti del mondiale WRC in programma quest’anno. Quella in programma nei prossimi giorni (dal 7 al 10 giugno) è una prova difficile per il team Citroen Total Abu Dhabi WRT che vedrà in azione Craig Breen/Scott Martin e Mads Ostberg/Torstein Eriksen al volante delle C3 WRC.

Ad Alghero, fulcro del Rally di Sardegna, ci sono le tortuose prove speciali ad attendere i piloti, dove le strade strette costeggiate dalla fitta vegetazione e caratterizzate da un grip decisamente ridotto per lo spesso strato di polvere sul fondo metteranno a dura prova le capacità di precisione e concentrazione dei piloti. Tra coloro che qui si trovano più a proprio agio c’è Mads Ostberg, che in Sardegna ha conquistato un secondo posto nel 2014. Poca esperienza nel rally sardo invece per Craig Breen, che però vuole ugualmente concretizzare quanto fatto vedere nella prima tappa del recente Rally di Portogallo.

Il Rally di Sardegna promette di essere particolarmente combattuto, anche perché il tracciato è stato modificato rispetto allo scorso anno. Nel calendario c’è la nuova prova speciale di Castelsardo di venerdì (14,37 km), mentre il vero banco di prova arriverà sabato, con quasi 150 chilometri cronometrati e le lunghe speciali di Monti Di Ala (28,52 km) e Monte Lerno (28,89 km) da percorrere due volte, prima del rush finale previsto per domenica, con il Mediterraneo a fare da sfondo.

Pierre Budar, Direttore di Citroen Racing ha affermato: “Questa prova è famosa per essere molto impegnativa per piloti e vetture, anno dopo anno. L’obiettivo sarà quello di riprendere a fare bene e tornare ai primi posti. Craig ha il potenziale per riuscirci, come abbiamo visto in Portogallo, con un terzo posto a una manciata di secondi dal leader. Mads ha già dimostrato di potersi battere per il podio e ha il vantaggio di avere esperienza su questo percorso, cosa che ci tornerà decisamente utile“.

Craig Breen ha dichiarato: “È uno degli appuntamenti del calendario in cui ho meno esperienza, ma il percorso è cambiato molto poco rispetto alla scorsa edizione, quindi ho già la maggior parte delle note. Non è esattamente la mia prova preferita, perché non è mai facile riuscire a guidare in modo fluido su crono così tecniche. Sono ottavo in partenza: una buona posizione, considerando che è uno dei fondi che si deteriora più velocemente, quindi cercherò di approfittarne il più possibile il primo giorno“.

A queste si aggiungono le parole di Mads Ostberg che ha detto: “È una delle mie gare preferite e sono sempre stato veloce. Bisogna avere delle note molto buone e trovare l’equilibro giusto tra attaccare dove è possibile e concentrarsi sul controllo dell’auto nei punti in cui si rischia di danneggiarla. Ho imparato molto sulla C3 WRC in Portogallo: ho toccato una velocità di punta molto interessante e i due giorni di test di questa settimana mi serviranno per trovare il ritmo giusto, soprattutto perché voglio approfittare al massimo della posizione di partenza“.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati