Citroen, quinto e sesto posto per la C3 WRC al Rally di Sardegna

Week-end non semplice per il Double Chevron

Citroen C3 WRC - Citroen ha chiuso il Rally di Sardegna, prova del Mondiale WRC che si è svolta nel week-end, con il quinto e il sesto posto delle C3 WRC condotte dagli equipaggi Ostberg/Eriksen e Breen/Martin.
Citroen, quinto e sesto posto per la C3 WRC al Rally di Sardegna

Al Rally di Sardegna, prova del mondiale WRC, che si è corso nel week-end il team Citroen Total Abu Dhabi WRT ha raccolto il quinto e il sesto posto per gli equipaggi Ostberg/Eriksen e Breen/Martin. Le due C3 WRC impegnate in gara hanno pagato le difficoltà nel dover fare da apripista e non poter così lottare per le posizioni di vertice della prova in terra sarda.

Nelle due speciali di ieri, Cala Flumini (14,06 km) e Sassari – Argentiera (6,96 km), Ostberg ha dovuto rassegnarsi a guardare il rivale per il quarto posto in fuga e a conservare la quinta posizione. Un risultato che comunque conferma il suo progressivo affiatamento con la C3 WRC, dopo il sesto posto in Svezia e in Portogallo.

Difficoltà anche per Craig Breen, sesto in classifica finale, che è comunque riuscito a portare la sua C3 WRC fino al traguardo finale di una delle prove più estenuante. L’irlandese punta a fare ancora di meglio mettendo nel mirino la gara in Finlandia, dove nel 2016 ottenne il suo primo podio nel Mondiale.

Queste le parole dei protagonisti del team Citroen dopo il Rally di Sardegna. Craig Breen ha commentato: “Non è stato un week-end di tutto riposo per noi: per la posizione di partenza di venerdì, sotto la pioggia, ci siamo dovuti confrontare con condizioni di strada difficili che ci hanno poi costretto a fare da apripista nei due giorni successivi, su un terreno che, una volta asciutto, è considerato uno dei più penalizzanti per chi parte per primo. Ho comunque migliorato la mia conoscenza di questo rally così particolare, e ora guardo già alla Finlandia“. Mads Ostberg ha invece dichiarato: “In più occasioni siamo stati competitivi, ma abbiamo dovuto spesso proteggere la nostra posizione. Per questo abbiamo evitato di prenderci rischi, anche per quanto mi riguarda, sotto l’aspetto tecnico e della guida, imbarcando due ruote di scorta ieri pomeriggio. Ma sono contento di questo quinto posto che ho portato al team“.

Leggi altri articoli in Motorsport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati