Dodge Challenger SRT Hellcat: un esemplare è andato a fuoco a Boston

Dodge Challenger SRT Hellcat: un esemplare è andato a fuoco a Boston

Rimane intatta solo metà carrozzeria, ma il resto è completamente bruciato

Dodge Challenger SRT Hellcat - Vi sottoponiamo oggi un altro caso di splendida vettura andata persa. Questa volta a causa di un misterioso incendio che sembrerebbe aver interessato la componente pi interessante della sportiva: si parla del grosso e potente propulsore 6.2 litri V8 sovralimentato.
Dodge Challenger SRT Hellcat: un esemplare è andato a fuoco a Boston

A qualsiasi appassionato di auto farebbero male queste immagini. Purtroppo però è tutto vero ciò che è accaduto a Boston, nel Massachusetts dove un’esemplare del 2016 della fantastica Dodge Challenger SRT Hellcat, una delle versioni più incattivite e scalpitanti della già potente musical car americana. Stando alle immagini ci sono pochi dubbi sulla causa dell’incendio, anche per sul referto della polizia si legge “burn-engine“, quindi sembrerebbe che l’incendio sia stato generato dal potente 6.2 litri V8 sovralimentato che, per ragioni ancora sconosciute, avrebbe preso fuoco mentre la vettura si trovava parcheggiata da diverse ore. Probabilmente un corto circuito o un eccessivo surriscaldamento del motore o qualche malfunzionamento sull’impianto di raffreddamento, fatto sta che oggi la vettura si trova all’asta, in vendita per una base di partenza di 70 dollari. Effettivamente non c’è molto da recuperare se non magari nel retrotreno, dove si salvano le ruote, le sospensioni, la perte terminale dello scarico e parte dei pannelli della carrozzeria. Ma tutta la parte frontale fino a metà delle portiere è completamente da buttare, come si vede dall’acciaio incenerito che ad un certo punto confina con il colore Plum Purple che ricopriva la carrozzeria.

Purtroppo tutto ciò che poteva tornare utile è andato in fumo, compreso il propulsore e le componenti del motore come il compressore volumetrico. I braccetti anteriori, le sospensioni frontali, supporti motore, radiatori e quasi tutta la trasmissione sembrano essere inutilizzabili perché le temperature dell’incendio, oltre ad aver logorato i materiali esterni dei componenti, hanno fatto si che si saldassero fra loro alcuni pezzi così da renderli poi inutilizzabili e in parte deformandoli. Ci chiediamo quindi cosa potrà mai farne il futuro proprietario che ha effettuato un’offerta per questa carcassa, dato che comunque oltre a dover sostenere un costo per il trasporto, non potrà ricavarci molto dalla vendita delle singole componenti rimaste.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati