Nuova Kia Ceed, al volante della terza generazione [VIDEO TEST DRIVE]

In prova la Ceed diesel 1.6 da 136 Cv

La Kia Ceed di terza generazione si era presentata all’inizio dell’anno e finalmente abbiamo potuto metterla alla prova su strada. Come ci siamo trovati sulla nuova hatch coreana?

Ha perso l’apostrofo, ma non è certo l’unica novità. Stiamo parlando della nuova Kia Ceed, la hatchback del marchio coreano che avevamo visto in anteprima all’inizio dell’anno anche al Salone di Ginevra e che ora finalmente sta per arrivare sulle nostre strade. La commercializzazione, infatti, è prevista entro la fine dell’estate, ma abbiamo comunque avuto l’occasione di fare un primo giro sulle strade intorno a Faro, nel sud del Portogallo, e queste sono le nostre prime impressioni a caldo.

Carrozzeria nuova Kia Ceed: spirito sportiveggiante

Al di là della leggera modifica del nome, la nuova Ceed ha continuato esteticamente sulla strada tracciata dalla Stinger, pur con le sue ovvie differenze. Le proporzioni e l’impatto visivo della hatchback sono rimaste le stesse, ma il tutto si è fatto decisamente più incisivo e per certi versi sportivo. La griglia Tiger Nose, per esempio, si è sensibilmente allargata, in modo da donare una maggiore personalità alla vettura, ulteriormente sottolineata dall’aggiornamento dei gruppi ottici. Questi hanno mantenuto per certi versi lo stile del precedente modello, modernizzando però la tecnologia al loro interno e ottenendo così uno “sguardo” più pungente e accattivante, al di là dell’illuminazione ovviamente migliorata. Il disegno degli elementi luminosi, tra l’altro, è stato direttamente ispirato dalle luci della precedente generazione della Cee’d GT. Lo si nota anche in particolare dalle luci fendinebbia, che sono quelle ad essere state maggiormente modificate.

Sulle fiancate notiamo prima di tutto l’adozione dei montanti centrali di colore nero, che consentono alla zona dei cristalli di formare un insieme molto bello da vedere e in linea con gli ultimi dettami stilistici del marchio. Viene così accentuato l’effetto del “tetto fluttuante”, senza contare che alcune scelte sono un chiaro riferimento alle passate versioni GT e GT-Line (queste versioni sono tra l’altro in arrivo). La linea di cintura si è alzata e ora si trova parallela al terreno, una concessione che punta più verso l’equilibrio che verso la sportività. I cerchioni sono disponibili sia in acciaio che in alluminio, in misure che vanno dai 15 ai 17 pollici e un look che viene esaltato proprio dai modelli più ampi, con un affascinante taglio diamantato bitono. Anche sul retro si nota uno stile sensibilmente più aggressivo, seppure non lontano dalle precedenti incarnazioni, esaltato in particolare da una coppia di gruppi ottici davvero ben congegnata e disegnata. Il tutto, ovviamente, con tecnologia a LED. Le linee hanno volutamente un forte sviluppo orizzontale, in modo da rendere più concreta la presenza su strada della vettura. Il paraurti inferiore è a sua volta più largo e include sia il diffusore che un decisamente accattivante terminale di scarico cromato. Il tutto in una lunghezza complessiva di 4.310 mm (la versione Wagon arriva invece a 4.600 mm).

L’abitacolo della nuova Kia Ceed

L’interno della Ceed è stato riprogettato in modo da trasmettere una sensazione di buona qualità senza per questo “perdere il controllo” del prezzo (ci arriveremo dopo). I materiali utilizzati sono un buon misto tra plastiche ben assemblate e una copertura in gomma decisamente morbida al tocco e senza alcun dubbio piacevole. Le zone più esposte a colpi e intemperie sono state giustamente coperte di plastica, più facile da pulire e da riparare in caso di danni. Al centro del cruscotto troviamo lo schermo del sistema di infotainment, dotato di un pannello da 8 pollici, quindi delle dimensioni di un tablet medio. Il software è lo stesso del Gruppo Hyundai, quindi abbastanza ricco e completo, seppur con una grafica che forse avrebbe bisogno di un piccolo aggiornamento. Sono più che altro dettagli, però, in quanto il sistema è ovviamente compatibile con Apple CarPlay e Android Auto, senza contare che è possibile usufruire gratuitamente dei servizi di previsione del traffico forniti da TomTom per tutta la durata del periodo di garanzia (7 anni). A ulteriore testimonianza della “verve” sportiva di questa Ceed, il quadro comandi è rimasto completamente analogico, una scelta che sicuramente farà piacere ai puristi (il quadro digitale sarà comunque presto disponibile tra gli optional). Le linee e le forme del cruscotto sono messe in evidenza da diversi elementi cromati e volendo tra gli optional si possono aggiungere anche dei piccoli pannelli in nero satinato. In generale la personalizzazione dei materiali viene completata scegliendo tra le varie combinazioni offerte.

Arriviamo quindi al bagagliaio, che sia sulla hatchback che sulla wagon è aumentato in maniera significativa. Sulla prima, ad esempio, la capienza minima è aumentata di 15 litri, portandola così a 395 litri di base, espandibile fino a 1.044 litri. Da notare anche l’abbassamento della soglia di carico, che passa dai 738 mm della precedente generazione agli attuali 651 mm, quindi più di 8 cm di differenza per un carico più comodo. Passo avanti enorme anche per la station wagon, che con i suoi 625 litri di base è “best in class” nel suo segmento.

Nuova Kia Ceed con tre benzina e due diesel

Sono cinque in totale i motori a disposizione della nuova Kia Ceed, in attesa della versione “mild hybrid” che arriverà più avanti. Partiamo prima di tutto con i benzina, che vedranno tra di loro il 1.000 T-GDi da 120 Cv di potenza massima e 172 Nm di coppia. Equipaggiabile solamente con il cambio manuale a sei marce, secondo i dati ufficiali della casa dovrebbe assestarsi su un consumo medio nel ciclo combinato europeo di 5.4 litri/100 km. Accanto a lui troviamo il 1.400 MPi, dotato di una potenza di 100 Cv e 134 Nm di coppia. Anche questo sarà disponibile solamente con il cambio manuale e nonostante la potenza inferiore, la sua maggior dimensione lo porta ad avere un consumo ufficiale combinato di 6 litri ogni 100 km. Se puntate ai benzina e non volete rinunciare all’efficienza, la soluzione è proprio la grande novità della gamma a benzina, ovvero il 1.400 T-GDi da 140 Cv, che presenta un’interessante coppia da 242 Nm e, soprattutto, la disponibilità del cambio automatico a sette rapporti, con consumi che oscillano tra i 5.5 e i 5.6 litri ogni 100 km.
Infine abbiamo il grande debutto dei diesel: sono due in totale, entrambi 1.600 CRDi. Il primo presenta una potenza da 115 Cv e il secondo arriva invece a 136 Cv. Il cambio automatico è disponibile su entrambe le versioni e il consumo oscilla a seconda dei casi tra i 3.8 e i 4.2 litri ogni 100 km.
Tutti questi motori sono omologati secondo gli standard Euro 6d-Temp, utilizzando i nuovi test europei. Si sa ancora poco del sistema,Ema mild hybrid futuro, che comunque dovrebbe avere un sistema da 48 V con batteria da 10 Ah.

Sulla Kia Ceed debutta la guida semi-autonoma di 2° livello

La nuova Kia Ceed è la prima auto del marchio coreano a presentare la guida semi-autonoma di secondo livello. Premettiamo che non ci si deve aspettare il livello di precisione e raffinatezza che vediamo sui marchi premium, ma anche questa Ceed se la sa cavare. Ad esempio è stato introdotto il sistema di controllo di corsia con correzione del volante, particolarmente utile in caso di lunghi viaggi autostradali. Non si guida esattamente da sola (anche perchè il sistema automatico non ve lo permette, avvisandovi di rimettere le mani sul volante), ma garantisce di mantenere la corsia di marcia con una discreta efficacia, aumentando la sicurezza. A questa funzione dobbiamo aggiungere anche la frenata di emergenza, il parcheggio automatico, il controllo dell’angolo cieco e l’immancabile Cruise Control Adattivo, ormai irrinunciabile su questo genere di vetture.

Una Kia Ceed più equilibrata nella dinamica

La nuova Kia Ceed è stata sviluppata sulla piattaforma K2 della casa coreana e gli ingegneri hanno lavorato molto per aumentare il comfort di guida, senza per questo rinunciare a dinamicità e comfort. Le sospensioni sono state pesantemente riviste, con un nuovo setting di molle e ammortizzatori di ultima generazione, decisamente più morbidi. Se questo può causare un leggerissimo rollio su strade ad alta velocità, sul misto stretto abbiamo potuto apprezzare un equilibrio e una stabilità decisamente buona. Secondo i dati della casa, la rigidità è aumentata del 30% a fronte di una riduzione del peso di 23 kg rispetto alla precedente generazione. Kia ha anche lavorato molto sul fronte pneumatici, presentandosi a questa anteprima con dei Michelin Pilot Sport 4 ottimizzati per la nuova Ceed. Una scelta forse audace, vista la sportività di questi elementi. Non essendo un’auto da corsa, forse questo genere di gomme è persino troppo performante, essendo pensata per un altro utilizzo. Il risultato, comunque, è molto buono, anche a livello di sonorità. La Ceed, infatti, è molto ben isolata, anche alle alte velocità.

Nuova Kia Ceed: guida in perfetto equilibrio

Sia chiaro comunque che stiamo cercando di essere severi sotto questo aspetto, in quanto la guida della nuova Ceed è davvero promettente. Non ci vogliamo sbilanciare più di tanto, dato che un test così breve non può essere decisivo per giudicare la bontà del progetto, ma abbiamo apprezzato molto l’equilibrio durante le prove sia sul misto che in autostrada. Il lavoro degli stabilizzatori è davvero buono, diminuendo in maniera determinante qualsiasi rollio. Anche dal punto di vista delle prestazioni più sportive non ci si può certo lamentare: abbiamo avuto per le mani il 1.600 CRDi da 136 Cv e si comporta esattamente come ci aspetteremmo. Accelerazione pronta e sviluppo della potenza molto equilibrato. Ci ha colpito anche la silenziosità del motore, che anche alle alte velocità non si fa sentire. L’abitacolo in questo senso è stato davvero molto ben concepito.

 

Oggi in Portogallo ci siamo sentiti in vena di giocare! Per questo abbiamo preso la Kia Motors Italia Ceed di ultima generazione e l’abbiamo portata al kartodromo dell’Autódromo Internacional do Algarve. Non sarà un’auto da corsa, però ci si può divertire comunque! 👍🏁 Marville Official

Pubblicato da Motorionline su lunedì 18 giugno 2018

Per andare maggiormente nel dettaglio vi rimandiamo al nostro prossimo long test drive. La Kia Ceed, nel frattempo, arriverà in ottobre nei concessionari, con un prezzo che ancora è in fase di elaborazione (ma che secondo quanto detto alcuni mesi fa all’unveiling non dovrebbe discostarsi molto dall’attuale listino).

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati