Lamborghini Miura SVR: nuova vita per una delle supercar più incredibili del Toro [FOTO]

La Miura SVR è stata completamente restaurata dal Lamborghini Polo Storico

Lamborghini Miura SVR: l'iconica supercar della casa costruttrice italiana è stata riportata agli antichi splendori grazie alle meticolose cure del Lamborghini Polo Storico

Lamborghini Polo Storico è il reparto specializzato presso la sede della casa costruttrice italiana a Sant’Agata Bolognese che si occupa del restauro e della certificazione dei modelli Lamborghini fuori produzione da almeno dieci anni (ad esempio dalla 350 GT alla Diablo) oltre che della conservazione di archivi e registri e della fornitura di ricambi originali per le vetture classiche. La divisione speciale del brand Lamborghini che si occupa di donare nuova vita alle vetture del Toro ha appena completato il restauro di una delle Miura più famose della storia, la Miura SVR. Nello specifico la SVR è una delle Miura più incredibili mai costruite: si tratta della evoluzione in vettura da corsa della famosa Jota, realizzata dall’allora collaudatore di Lamborghini, Bob Wallace. Dopo la perdita dovuta ad un incidente della Jota di Wallace, Lamborghini, su pressante richiesta di alcuni clienti, decise di costruire nel corso degli anni alcuni esemplari di Miura SVJ ed una sola SVR. La vettura in questione riportata a nuova vita da Lamborghini Polo Storico è la Miura SVR telaio 3781, motore 2511, carrozzeria numero 383: inizialmente nacque come S nel colore Verde Miura e con interni neri.

Lamborghini Miura SVR: storia di un restauro di una supercar d’epoca

La Miura così configurata venne consegnata in Italia alla concessionaria Lamborauto di Torino il 30 Novembre 1968, dopo essere stata esposta al 50° Salone dell’Automobile di Torino. Dopo aver avuto 8 proprietari italiani, la Miura ebbe il nono proprietario nella persona di Heinz Straber, appassionato tedesco che l’acquistò nel 1974 e la riportò a Sant’Agata Bolognese per far realizzare la trasformazione in SVR, un lavoro che durò ben 19 mesi. Nel 1976, la SVR fu infine venduta in Giappone a Hiromitsu Ito. La vettura presa ad esempio, oggi è stata restaurata dagli specialisti del Polo Storico Lamborghini ed è tornata perfetta come il primo giorno di vita. Per celebrare degnamente la rinascita di un vero e proprio mito su quattro ruote, Lamborghini ha organizzato un evento dedicato esclusivamente alla Miura SVR in cui la splendida supercar d’epoca ha fatto bella mostra di sè sulla pista di Nakayama, in Giappone, in occasione della consegna al cliente finale.

Racconta Paolo Gabrielli, Head of After Sales di Lamborghini e Responsabile del Polo Storico: “In questo restauro, durato 19 mesi, abbiamo dovuto operare in modo diverso dal solito. La scheda di produzione originaria ha aiutato poco, mentre ha fatto fede la specifica delle trasformazioni effettuate nel 1974. Il restauro totale svolto dal Polo Storico è stato alquanto impegnativo, visto che la vettura era arrivata a Sant’Agata Bolognese smontata, anche se accompagnata dalle sue parti, e rimaneggiata in svariati punti. Rispetto alle specifiche originarie, durante il restauro e su espressa richiesta del cliente, sono state aggiunte le cinture di sicurezza a 4 punti, sedili più conformati e un roll-bar smontabile, al fine di migliorare la sicurezza durante le previste esibizioni in pista”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati