WP_Post Object ( [ID] => 536616 [post_author] => 70 [post_date] => 2018-06-25 11:07:29 [post_date_gmt] => 2018-06-25 09:07:29 [post_content] => Una BMW M2 Competition speciale per i Mondiali di calcio 2018. Se in Italia l’interesse per la rassegna iridata è piuttosto limitato, vista l’assenza degli azzurri, ovviamente in Germania è in atto la classica ‘follia mondiale’ ed il marchio tedesco celebra la rassegna in Russia con una one-off, con i colori della bandiera tedesca e riprendendo i colori della maglia della ‘Mannschaft’.

Le caratteristiche della BMW M2 Competition mondiale

Come dicevamo, questo modello è ispirato alla bandiera della Germania e propone una verniciatura nera, con grafiche rosso e oro sia sui paraurti che sulle fiancate. Lo stesso tema viene ripreso anche nei cerchi in lega forgiati da 19 pollici, con colori Jet Black Matt e Frozen Gold. Non solo dettagli estetici, ma numerosi accessori della linea M Performance in fibra di carbonio: dal cofano motore allo spoiler posteriore, dal diffusore alle minigonne, ma anche entrando nell’abitacolo. Il volante, la leva del freno ed il pomello del cambio sono M Performance, con finiture Frozen Carbon.

Il motore della one-off BMW M2 Competition

Sotto il cofano di questa versione speciale c’è sempre il motore di serie della M2 Competition, cioè il propulsore 3.0 turbo benzina da 410 cavalli e 550 Nm di coppia massima, abbinato al cambio automatico DCT. La vettura può così accelerare da 0 a 100 km/h in 4,2 secondi e raggiungere i 250 km/h di velocità elettronicamente limitata, anche se può salire fino a 280 km/h con il M Driver’s Package. La casa ha dichiarato un consumo medio nel ciclo combinato di 9,9-10 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 225-228 g/km. [post_title] => BMW M2 Competition: una one-off speciale per i Mondiali 2018 [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => bmw-m2-competition-una-one-off-speciale-per-i-mondiali-2018-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-06-25 11:07:51 [post_modified_gmt] => 2018-06-25 09:07:51 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=536616 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

BMW M2 Competition: una one-off speciale per i Mondiali 2018 [VIDEO]

La M2 Competition riprende i colori della Germania

E' stata realizzata una BMW M2 Competition speciale, in occasione dei Mondiali 2018 di calcio. E' ispirata ai colori della bandiera tedesca ed è spinta dal motore 3.0 benzina da 410 cavalli e 550 Nm di coppia.
BMW M2 Competition: una one-off speciale per i Mondiali 2018 [VIDEO]

Una BMW M2 Competition speciale per i Mondiali di calcio 2018. Se in Italia l’interesse per la rassegna iridata è piuttosto limitato, vista l’assenza degli azzurri, ovviamente in Germania è in atto la classica ‘follia mondiale’ ed il marchio tedesco celebra la rassegna in Russia con una one-off, con i colori della bandiera tedesca e riprendendo i colori della maglia della ‘Mannschaft’.

Le caratteristiche della BMW M2 Competition mondiale

Come dicevamo, questo modello è ispirato alla bandiera della Germania e propone una verniciatura nera, con grafiche rosso e oro sia sui paraurti che sulle fiancate. Lo stesso tema viene ripreso anche nei cerchi in lega forgiati da 19 pollici, con colori Jet Black Matt e Frozen Gold. Non solo dettagli estetici, ma numerosi accessori della linea M Performance in fibra di carbonio: dal cofano motore allo spoiler posteriore, dal diffusore alle minigonne, ma anche entrando nell’abitacolo. Il volante, la leva del freno ed il pomello del cambio sono M Performance, con finiture Frozen Carbon.

Il motore della one-off BMW M2 Competition

Sotto il cofano di questa versione speciale c’è sempre il motore di serie della M2 Competition, cioè il propulsore 3.0 turbo benzina da 410 cavalli e 550 Nm di coppia massima, abbinato al cambio automatico DCT. La vettura può così accelerare da 0 a 100 km/h in 4,2 secondi e raggiungere i 250 km/h di velocità elettronicamente limitata, anche se può salire fino a 280 km/h con il M Driver’s Package. La casa ha dichiarato un consumo medio nel ciclo combinato di 9,9-10 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 225-228 g/km.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Bruno

    11 Dicembre 2018 at 11:47

    BMW M2 che dire, sicuramente una grande autovettura sotto tutti i punti di vista, tecnologia sportiva all’avanguardia.
    Ho avuto la fortuna di provarla per un pomeriggio intero trovarle un difetto è praticamente impossibile.
    Piccola nota dolente, consumi alle stelle ” é come portare a spasso una alcolista… ” mi spiego meglio, fatto il pieno 52 litri, praticato tutte le strade, rispettandone i limiti, un paio di partenze da fermo ( impressionante la ripresa ) in autostrada un paio di volte toccato i 240 Km causa traffico non si poteva andare più forte, guida normale, sono riuscito con un pieno a fare 280 Km poi si e accesa la spia della riserva.
    Quello che tengo a fare presente con la mia esperienza che chi acquista questa vettura si prepari a fare parecchie soste nei benzinai, perché il consumo di benzina è veramente notevole.
    Per tanto le ( purtroppo falsità ) del fabbricante che consuma medie di 9/10 L/100 km sono praticamente impossibili da fare, almeno che al posto del piede avete una piuma, oppure mettete il tasto economic e non superate i 100 Km…
    Con la mia guida normale rispettandone i limiti, ogni tanto qualche partenza, anche causa il traffico o fatto la media di 18/19 L/100 Km, arrivando con un pieno di 52 Litri a fare il massimo di autonomia in Km 280.
    Con quanto sopra ribadisco ma non solamente il sottoscritto che è un continuo falsificare e mentire al compratore i reali dati di consumo delle autovetture, chiaramente se il fabbricante dovesse dare i dati reali di consumo delle autovetture quasi tutte le marche in generali, avrebbero il rischio di calo delle vendite.
    Ma come ben sappiamo a volte “ la verità non paga”.

Articoli correlati