Nuova Peugeot 508: una berlina tecnologica con un dinamismo camaleontico [VIDEO TEST DRIVE]

Richiami storici uniti a un design futurista

La nuova Peugeot 508 è un altro risultato della costante ricerca del marchio. Un sunto tra estetica elaborata e sistemi sofisticati di assistenza alla guida, compreso un inedito Night Vision

Filante e tecnologica, la nuova Peugeot 508 è caratterizzata da scelte estetiche che riassumono passato e presente del costruttore. Concetti plasmati con soluzioni più contemporanee, per ottenere una nuova ampia berlina di segmento D, dall’aspetto elegante e allo stesso tempo sportivo. Oltre a contenuti variegati.

Esterno – Peugeot 508

L’altezza della vettura è piuttosto contenuta, poco sopra il metro e 40 centimetri, risultando così schiacciata e sinuosa grazie a linee fluide e aerodinamiche, che ricordano una coupé.
Nel complesso l’intero progetto presenta misure più compatte, dato che la stessa lunghezza risulta ridotta di 8 centimetri, adesso a quota 4,75 metri. Stesso discorso per il passo, più corto, ora di 2,79 metri. Il quadro è completato dalla larghezza, superiore al metro e ottanta.
Lo sguardo è richiamato non solo dalla sigla 508 collocata centralmente sulla parte più esposta del cofano motore o dal profilo aerodinamico dell’auto, ma soprattutto dalla forma dei gruppi ottici che propongono un disegno luminoso caratterizzante. In particolare le luci anteriori diurne LED opalescenti, sviluppate verticalmente, che ricordano acuminati denti felini, mentre dietro una fascia orizzontale nero lucida comprende i caratteristici artigli stilizzati, attarverso una tramata LED tridimensionale. Scelte che rielaborano quanto già visto sulle concept-car Peugeot Instinct e Qartz.

Interni – Peugeot 508

L’abitabilità, nonostante il passo sia stato ridotto di 2,4 cm (come accennato), appare consona per cinque persone se rapportata alla lunghezza complessiva. Nonostante l’andamento del lunotto incida un po’ nella zona alta della seconda fila. I montanti anteriori appaiono voluminosi, lo si nota soprattutto durante la guida in particolari manovre. Il bagagliaio, poi, varia dai 487 litri a una soglia massima di 1.537 litri, abbattendo gli schienali posteriori. Senza dimenticare gli altri 32 litri disponibili sommando i differenti vani portaoggetti.
Aprendo la portiera del posto guida, si nota immediatamente l’evoluta configurazione Peugeot i-Cockpit®. Assieme a un volante raccolto, sono presenti un quadro strumenti digitale in posizione rialzata (tipo head-up display) da 12,3 pollici e un altro schermo touchscreen 8/3 HD capacitivo da 10 pollici, che centralmente accorpa il sistema infotainment, la climatizzazione e altre funzioni attivabili tramite i cosiddetti toggle switches, ovvero dei tasti (in tutto sette) posizionati come una tastiera di pianoforte. Varia anche la connettività. I citati comandi caratterizzano ulteriormente una plancia ricercata e avvolgente. Sono facilmente raggiongibili dalla posizione di guida e tra questi figura anche una funzione i-Cockpit® Amplify, tramite cui selezionare due tipologie di ambiente “Boost” e “Relax” che arricchiscono l’esperienza di guida assieme ai diversi parametri di guida selezionabili tra ECO, Sport, Comfort e Normale. Distintiva anche la leva del cambio, che svetta sul ricercato ed elaborato tunnel centrale.

Dotazione – Peugeot 508

Tra i sistemi segnalati ce ne sono diversi focalizzati sull’assistenza alla guida, che compongono la panoramica ADAS e rafforzano le caratteristiche della vettura. Spaziando da una frenata d’emergenza, al monitoraggio dell’angolo cieco o al rispetto della corsia di marcia facendo fede al margine di carreggiata, oltre a un caratteristico e inedito visore notturno, per la prima volta nel segmento di appartenenza) che individua la presenza di esseri viventi davanti al veicolo in condizioni di scarsa visibilità sino a 200-250 metri. Tra gli altri aspetti che arricchiscono l’abitacolo: prese di alimentazione, un impianto audio FOCAL® per le versioni al vertice di gamma e tetto panoramico con comandi di apertura e chiusura.

Dinamica di guida – Peugeot 508

Considerando lo sviluppo su una base modulare EMP2, il costruttore segnala un alleggerimento in media di 70 kg, utili a livello prestazionale se si pensa anche al coefficiente aerodinamico di 0,26. Tra gli aspetti messi in evidenza anche una scocca rinforzata, e un ottimizzato schema meccanico che comprende sospensioni posteriori a bracci multipli. Le versioni presenti nella zona alta di gamma, inoltre, possono vantare anche un sistema Active Suspension Control, una sospensione con ammortizzazione variabile pilotata. Un concetto raffinato che contraddistingue una certa vivacità, sebbene non si possa parlare di una vettura dal carattere sportivo.
A bordo di un esemplare dotato del più potente tra i motori a benzina disponibili, il propulsore PureTech Turbo S&S da 225 cavalli e 300 Nm di coppia massima espressa a 2.750 giri/minuto, lo spunto è apparso consistente ma smussato dai rapporti della trasmissione EAT8, che sembra studiata per un tipo di guida defaticante ed efficiente, piuttosto che reattiva e spumeggiante. La vettura massimizza le proprie qualità sui tratti misti a lunga percorrenza, sfuttando anche la modalità Sport, grazie al citato schema meccanico e alla buona presa offerta dal volante oltre allo smorzamento delle sospensioni, mentre soffre un po’ di più i percorsi stretti caratterizzati da curve di diverso tipo, nonostante un buon raggio di sterzata che semplifica le manovre su tornanti a gomito o in retromarca (funzionale anche il visore posteriore e l’assistenza dei sensori). Nonostante l’alleggerimento, se si accentua il ritmo si avvertono i trasferimenti di carico durante le curve, assieme a un certo sottosterzo. Tra gli aspetti meno convincenti anche lo spessore dei montanti anteriori, già accennato, ma la visibilità generale è anch’essa apprezzabile. Nel complesso la fluidità di ritmo è notevole ed eclettica, pensata per rispondere a un pubblico variegato e non specifico.
La versione testata nell’occasione, riprendendo quanto indicato dal costruttore, accelera da 0 a 100 km/h in 7,3 secondi e raggiunge i 250 km/h. Passando poi a consumi ed emissioni, si segnala un valore nel ciclo combinato di 5,7 litri per 100 km ed emissioni pari a 131 grammi di CO2 per km (in base alle omologazioni che seguono la regolamentazione europea). Data l’analisi dei diversi aspetti della vettura, è necessario un altro test più ampio per fare una valutazione in merito.

Gamma e prezzi – Peugeot 508

La panoramica è composta da diversi allestimenti. Si parte dal modello Active, per poi salire seguendo i vari Business, Allure, GT Line, GT, oltre alla più esclusiva First Edition. Sei le possibilità tra Diesel e benzina, mentre due sono le tipologie di trasmissione: un manuale sei marce legato solo alla versione di partenza BlueHDi 130 S&S e il già citato EAT8 abbinato sempre al motore BlueHDi 130 S&S, oltre alle restanti varianti. Le altre unità alimentate a gasolio sono un BlueHDi 160 S&S e un più potente BlueHDi 180 S&S. Al di sotto del PureTech 225 Turbo S&S, invece, figura un altro PureTech Turbo S&S da 180 cavalli. La commercializzazione in Italia è prevsta durante il prossimo ottobre. I prezzi partono da 30.350,00 Euro.

In sintesi – Peugeot 508

Una stradista sinuosa, con un aspetto ricercato e sostenuta da differenti sistemi tecnologici. Briosa ma non eccessiva, mostra un dinamismo variegato che risponde a differenti personalità, pur restando composta.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati