WP_Post Object ( [ID] => 537320 [post_author] => 70 [post_date] => 2018-06-27 12:36:15 [post_date_gmt] => 2018-06-27 10:36:15 [post_content] => La nuova Honda CR-V ha fatto il suo debutto all’ultimo Salone di Ginevra 2018 ed ora il marchio giapponese ha rilasciato un nuovo video ufficiale, in cui spiega quale ingegneria ci sia alla base di questo modello. Viene definita la vettura con “il telaio più resistente e sofisticato di sempre”, grazie all’impiego di materiali avanzati, leggeri ed altamente resistenti. Le prime consegne del SUV sono previste per l’autunno, mentre i modelli ibridi arriveranno all’inizio del 2019.

I materiali della nuova Honda CR-V

Il 9% del telaio è stato realizzato con acciaio ad altissima resistenza stampato a caldo per rafforzare le aree più esposte in caso di collisione, riducendo al tempo stesso il peso complessivo. La combinazione di acciaio ad alta resistenza passa al 36%, dal 10% del modello precedente, mentre l’unione di materiali di qualità superiore e sofisticati processi ingegneristici ha inoltre portato ad un aumento della resistenza alla flessione del 35% ed alla torsione del 25%.

Il processo di assemblaggio della Honda CR-V

Il processo di assemblaggio della carrozzeria utilizza un’innovativa tecnica di giunzione ad alta efficienza che si concentra innanzitutto sull’assemblaggio della struttura interna, per poi proseguire con quella esterna ed infine i giunti. Questa tecnologia di produzione si oppone al tradizionale metodo, contribuendo ampiamente alla rigidità complessiva della carrozzeria.

La Honda CR-V e le nuove sospensioni

A massimizzare la rigidità della Honda CR-V, contribuiscono anche le nuove sospensioni, con un comfort di guida migliorato, rispetto al modello precedente. Sull’asse anteriore la sospensione MacPherson con braccio ribassato offre un’elevata rigidità laterale ed una bassa rigidità longitudinale, mentre al posteriore la nuova sospensione Multi-link offre una maggiore stabilità nella guida ad alte velocità, un comfort di guida superiore ed una manovrabilità più lineare abbinata al servosterzo elettrico a doppio pignone.

La sicurezza sulla nuova Honda CR-V

La nuova piattaforma di Honda CR-V integra l’esclusiva struttura della carrozzeria di nuova generazione ACE (Advanced Compatibility Engineering), che si avvale di una rete interconnessa di telai frontali per assorbire e deviare l’energia in caso di collisione frontale. Assieme a questo sistema, sono presenti numerose tecnologie di sicurezza attiva e di guida assistita. [post_title] => Honda CR-V: l'ingegneria del rinnovato SUV [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => honda-cr-v-lingegneria-del-rinnovato-suv-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-06-27 12:36:15 [post_modified_gmt] => 2018-06-27 10:36:15 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=537320 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Honda CR-V: l’ingegneria del rinnovato SUV [VIDEO]

Le prime consegne del SUV sono attese in autunno

La nuova Honda CR-V arriverà sulle strade a partire dal prossimo autunno ed adotta una serie di tecniche di ingegneria per ridurre il peso e massimizzare il comfort alla guida del SUV, senza ovviamente tralasciare la sicurezza.
Honda CR-V: l’ingegneria del rinnovato SUV [VIDEO]

La nuova Honda CR-V ha fatto il suo debutto all’ultimo Salone di Ginevra 2018 ed ora il marchio giapponese ha rilasciato un nuovo video ufficiale, in cui spiega quale ingegneria ci sia alla base di questo modello. Viene definita la vettura con “il telaio più resistente e sofisticato di sempre”, grazie all’impiego di materiali avanzati, leggeri ed altamente resistenti. Le prime consegne del SUV sono previste per l’autunno, mentre i modelli ibridi arriveranno all’inizio del 2019.

I materiali della nuova Honda CR-V

Il 9% del telaio è stato realizzato con acciaio ad altissima resistenza stampato a caldo per rafforzare le aree più esposte in caso di collisione, riducendo al tempo stesso il peso complessivo. La combinazione di acciaio ad alta resistenza passa al 36%, dal 10% del modello precedente, mentre l’unione di materiali di qualità superiore e sofisticati processi ingegneristici ha inoltre portato ad un aumento della resistenza alla flessione del 35% ed alla torsione del 25%.

Il processo di assemblaggio della Honda CR-V

Il processo di assemblaggio della carrozzeria utilizza un’innovativa tecnica di giunzione ad alta efficienza che si concentra innanzitutto sull’assemblaggio della struttura interna, per poi proseguire con quella esterna ed infine i giunti. Questa tecnologia di produzione si oppone al tradizionale metodo, contribuendo ampiamente alla rigidità complessiva della carrozzeria.

La Honda CR-V e le nuove sospensioni

A massimizzare la rigidità della Honda CR-V, contribuiscono anche le nuove sospensioni, con un comfort di guida migliorato, rispetto al modello precedente. Sull’asse anteriore la sospensione MacPherson con braccio ribassato offre un’elevata rigidità laterale ed una bassa rigidità longitudinale, mentre al posteriore la nuova sospensione Multi-link offre una maggiore stabilità nella guida ad alte velocità, un comfort di guida superiore ed una manovrabilità più lineare abbinata al servosterzo elettrico a doppio pignone.

La sicurezza sulla nuova Honda CR-V

La nuova piattaforma di Honda CR-V integra l’esclusiva struttura della carrozzeria di nuova generazione ACE (Advanced Compatibility Engineering), che si avvale di una rete interconnessa di telai frontali per assorbire e deviare l’energia in caso di collisione frontale. Assieme a questo sistema, sono presenti numerose tecnologie di sicurezza attiva e di guida assistita.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati