Porsche 911 2.8 RSR: la più veloce della “Modena Cento Ore” 2018…

La vettura dell'unico team italiano in gara ha vinto 4 prove su 15 e se non fosse stato per...

PORSCHE 911 2.8 RSR - MODENA CENTO ORE 2018 - Nel mondo delle corse automobilistiche, a qualsiasi livello, l'imperativo alla fine è sempre uno: vincere! Devono avere pensato questo i gentleman drivers F.Ferrari e P.F. Marzatico quando hanno deciso di affidare la già nobile Porsche 911 2400s del 1974 alle sapienti mani della Pinetti Motorsport, che l'ha saputa non solo allestire alla perfezione come una vera e propria 911 2.8 RSR ma ha anche donato all'insieme una precisione di guida e una potenza fuori dal comune al 6 cilindri boxer. Avrebbero probabilmente vinto se non...
Porsche 911 2.8 RSR: la più veloce della “Modena Cento Ore” 2018…

Nel mondo delle corse automobilistiche, a qualsiasi livello, l’imperativo alla fine è sempre uno: vincere! Soprattutto se decidi di partecipare ad una delle corse più affascinanti che si disputino oggi in Italia, la “Modena Cento Ore”. Una gara dedicata alle auto storiche dove quest’anno su ben 100 equipaggi partecipanti solo 1 era totalmente italiano, 2 misti e ben 97 totalmente stranieri, nonostante la corsa si sia disputata proprio nel nostro “bel paese”.

Devono avere pensato questo, tornando all’imperativo, i gentleman drivers F.Ferrari e P.F. Marzatico quando hanno deciso di affidare la già nobile Porsche 911 2400s del 1974 alle sapienti mani della Pinetti Motorsport, che l’ha saputa non solo allestire alla perfezione come una vera 911 2.8 RSR ma ha anche donato all’insieme una precisione di guida e una potenza fuori dal comune al 6 cilindri boxer.

Peccato che poi in gara, a soli 500m dall’ingresso in pista per le prove cronometrate della prima prova a Monza, la frizione sia “saltata” a causa di un difetto di fabbrica, costringendo la 911 ai box e a classificarsi ultima seppur le prestazioni dell’auto e dei piloti avrebbero potuto garantire alla RSR di piazzarsi sicuramente in una delle prime posizioni.

Questo inconveniente meccanico ha costretto l’equipaggio italiano a rincorrere sin dall’inizio una classifica che nonostante tutto alla fine ha consentito loro di giungere a Modena in 20 posizione assoluta vincendo ben 4 delle 15 prove previste e senza quel problema, a detta anche dei molti avversari che hanno visto da vicino quanto andasse forte, la Porsche di questo servizio, avrebbe potuto persino vincere. Ci riproveranno l’anno prossimo, tutti e 3: La Porsche, Ferrari e Marzatico.

Io per puro caso…mi trovavo nei box del Cremona Circuit qualche giorno prima della gara ed ho potuto immortalare questa meraviglia durante i test che piloti e tecnici hanno svolto per settare la vettura al meglio dopo un profondo lavoro di restauro che è durato tutto l’inverno.

Emilio Pinetti, titolare della omonima Pinetti Motorsport, ha saputo spremere dal “flat six” ben 260 cv (“VERI”), che a differenza di quelli spesso solo dichiarati, si sentivano tutti dietro alla schiena nei 3 giri di pista che ho avuto il piacere di vivere in prima persona – da trasportato – accanto all’esperto e pluri-vittorioso (in svariate categorie) P.F. Marzatico, che l’ha “tirata” per bene per la gioia dei presenti, sottoscritto incluso.

Naturalmente non potevo tenere le foto di questa bellissima Porsche solo per me…

Buona Passione a Tutti

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati