Aston Martin Valkyrie AMR Pro: potrebbe battere il record della Porsche 919 al Nurburgring

Christian Horner, il boss del team di F1 conferma l'ipotesi

Nulla di certo e nulla di sicuro, ma le voci iniziano a farsi grosse. Il capo del team F1 di Red Bull ha affermato che la futura Aston martin Valkyrie AMR Pro sarebbe in grado di battere il record appena siglato dalla Porsche 919 Hybrid Evo e sembra definitivamente aperta la sfida per trovare la vettura più veloce del mondo su pista.
Aston Martin Valkyrie AMR Pro: potrebbe battere il record della Porsche 919 al Nurburgring

È passato meno di una settimana dal fantastico record che Porsche è riuscita a stabilire al leggendario circuito tedesco del Nurburgring, con un impressionante 5:19 e 55 secondi sbriciolando il precedente record di Bellof, sempre a bordo di una Porsche (la Porsche 956 C), che durava da oltre 35 anni, ribassandolo di quasi 1 minuto, anzi per la precisione 52 secondi.

Christian Horner, capo team F1 dice che è possibile

La voce del record della casa di Stoccarda è ancora nell’aria, forse non tutti hanno ancora visto il video del giro record, eppure Christian Horner, capo del team di Formula 1 Red Bull Racing e Aston Martin afferma che la nuovissima e ancora in fase i sviluppo Aston martin Valkyrie AMR Pro, sarebbe forse in grado di battere il record appena siglato dalla Porsche 919 Hybrid Evo. Potrebbe non essere una voce così sbagliata, considerando il fatto che la vettura di Porche che ha battuto il record avrebbe potuto avere ancora molto margine, potendo girare addirittura sotto ai 5 minuti. Ci siamo quindi accorti di cosa sarebbero capaci delle vetture da LMP1 adeguatamente elaborate e senza alcun tipo di limitazione imposta dai campionati endurance. Per questo motivo, Aston Martin ha fatto sentire la sua voce e, in attesa di un probabile secondo test di Porsche, il campo rimane totalmente libero a qualsiasi altro contendente.

Dopo che una vettura da LMP1 è riuscita a battere il record sul giro di Spa segnato in fase di qualifica da Lewis Hamilton, sembra essersi definitivamente aperta la sfida nel riuscire a trovare la vettura (sempre se si possono ancora chiamare così) più veloce su pista del mondo. Mesi fa, Toto Wolff, capo del team F1 di Mercedes, è sembrato altamente euforico nel voler provare a togliere qualsiasi tipo di limitazione alla sua W09 da F1 per poter capire i limiti veri di una vettura del genere. L’idea si è poi evoluta nel nulla, ma non escludiamo un possibile ritorno in auge della sfida. Intanto, Christian Horner ha rivelato mesi fa che la futura Aston Martin Valkyrie AMR Pro sarebbe in grado di girare a Silverstone più veloce di quanto potrebbe fare la sua vettura da F1, quindi la competizione sembra proprio sbilanciata a favore delle auto da LMP1, nonostante la Valkyrie sia ancora un progetto disteso su delle scrivanie e non abbia ancora visto veramente la luce.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati