Audi A5 Cabriolet 2.0 TDI S tronic, fa stare bene ovunque [PROVA SU STRADA]

A5 Cabriolet allestimento Sport e cambio S Tronic

Audi A5 Cabriolet si rinnova e lo fa con armonia, noi l’abbiamo provata abbinata al motore diesel da 190 CV e trazione anteriore. Con il tetto apribile è perfetta nel periodo estivo.

L’Audi A5 si è rinnovata recentemente e con lei è giunto anche il nuovo propulsore diesel da 2 litri e 190 cavalli di potenza. Rispetto alla versione coupé, la A5 Cabriolet si distingue per il tetto in stoffa e metallo con funzionamento elettrico, che le dona ancora più eleganza. Noi l’abbiamo provata con allestimento Sport e cambio S Tronic. 

Design e Interni:  ★★★★★ 

Il nuovo stile le ha donato ancora più carattere e dinamicità

Le dimensioni dell’Audi A5 Cabriolet la rendono una vettura molto proporzionata da qualunque punto la si osservi: 4,67 metri di lunghezza per 1,85 di larghezza ed 1,38 di altezza. Il nuovo modello giunto nel 2017 ha garantito alla linea ulteriore solidità e sembra slanciarla, quasi fosse levigata dal vento. L’ampia griglia esagonale con baffi cromati è protagonista all’anteriore insieme agli aggressivi fari, nel nostro caso con proiettori a led. Le nervature sul cofano si prolungano sino al parabrezza e sono uno degli elementi distintivi della A5. Lo stesso si può dire per la fiancata, che risulta notevolmente alleggerita nella parte più bassa grazie allo “scavato” che i designer di Ingolstadt hanno creato. L’occhio ringrazia, specialmente se si decide di abbinare i cerchi in lega da 19 pollici con razze multiple al posto dei 18” di serie. Un optional che ci sentiamo di consigliare in quanto esalta ulteriormente il profilo vettura. Posteriormente i gruppi ottici sanno renderla unica, mentre la linea è piuttosto intagliata e quasi spigolosa, il che rende questa A5 sportiva ed elegante. Con la versione con diesel da 2 litri è previsto un doppio scarico nella parte sinistra, incastonato in una sorta di estrattore. Per il modello della nostra prova il colore è il Marrone Argo metallizzato, che ne enfatizza gli elementi specialmente quando cala il Sole e che non fa certamente passare la vettura inosservata, sebbene non risalti sin da subito. Il tetto in stoffa e metallo è poi l’elemento centrale: ci impiega circa 20 secondi a ritrarsi o aprirsi tramite l’azionamento di un pulsante sul tunnel centrale. Quando scompare (anche in movimento sino a 50 km/h) la A5 Cabriolet è ancor più al centro dell’attenzione, cogliendo molti sguardi. 

Pulizia delle linee e comodità per quattro adulti

Gli interni sono in puro stile teutonico Audi, e ce ne si accorge non appena si apre la portiera. Ciò non significa austerità, anzi, bensì una grande pulizia di tutto ciò che può essere d’intralcio alla vivibilità di conducente e passeggeri. I sedili anteriori in Alcantara e pelle con regolazione elettronica risultano molto comodi e le imbottiture laterali trattengono bene anche quando si imposta una guida sportiva. Plastiche morbide e metallo si alternano lungo tutto il perimetro con sapienza ed equilibrio: qualità e assemblaggio sono da prima della classe. La A5 Cabriolet della nostra prova montava inoltre il sistema Navi Plus con MMI Touch, che comprende il massimo della tecnologia Audi. Questo consente di avere il Virtual Cockpit come quadro strumenti: un grande schermo da 12,3” digitale e sempre ben leggibile riporta le lancette di velocità e numero giri, mentre la parte centrale può cambiare funzione a seconda delle necessità. Basta infatti premere un pulsante sul volante per passare dalla radio al navigatore al computer di bordo. L’altro display si trova al centro del cruscotto ed è più piccolo (8,3”), ma anch’esso ben visibile. Da qui, tramite una rotella con superficie touchscreen, si scorre tra le funzioni dell’impianto multimediale – inclusi i collegamenti agli smartphone Android ed Apple. Anche in questo caso ci sentiamo di consigliarlo come optional perché contiene tutto il necessario se si vuole disporre di un impianto infotainment completo. Il climatizzatore automatico è di serie ed assolve egregiamente il suo compito quando la capote è chiusa. Parlando di abitabilità, siamo rimasti positivamente sorpresi nel constatare che anche dietro due adulti sopra il metro e 80 possano trovare facilmente posto per le proprie gambe. Peccato non vi sia il quinto posto, un bambino troverebbe spazio sufficiente quantomeno per brevi viaggi. Il baule infine è ben capiente (si parte da 380 litri): due trolley piccoli ed un borsone ci stanno tranquillamente. 

Comportamento su Strada:  ★★★★★ 

Incredibilmente agile in città, è fatta per rilassare ovunque

Con un passo generoso di 2,77 metri non ci saremmo aspettati grandi doti di manovra da parte dell’Audi A5 Cabriolet, che è 25 centimetri più lunga della A3, sempre con tetto aperto. Invece il raggio di sterzata è piuttosto ridotto ed in città si muove con un certo garbo, aiutata dalla retrocamera e dai sensori di parcheggio molto utili. Naturalmente è appena usciti dai centri che sprigiona tutto il suo fascino, aprendo la capote e permettendo al guidatore di impostarne il carattere tramite il Drive Select posto sul tunnel centrale, subito sotto il “clima”: cinque nature diverse per ogni situazione. Auto è quella che capisce lo stile di guida ed imposta la meccanica di conseguenza, mentre se si cerca il tutto-e-subito andate su Dynamic. Il 2.0 è piuttosto performante e muove bene i circa 1700 kg del corpo vettura, aiutato da un sistema di sospensioni davvero eccellente che annulla ogni rollio anche nei curvoni. Avremmo forse preferito un volante più rigido ed un pedale freno più pesante, ma c’è altresì da considerare che se si vuole davvero toccare il limite è meglio rivolgersi alla performante S5 ed ai suoi 354 CV. In autostrada a 130 km/h è davvero silenziosa, sia per quanto concerne il rotolamento degli pneumatici da 255/35 che per i fruscii. A capote chiusa gli ingegneri hanno infatti pensato a particolari tecniche insonorizzanti. E quando è aperta? La prima fila è molto ben protetta dai colpi d’aria, leggermente meno la seconda. Alta guidabilità, comfort eccellente ed un cambio perfettamente in simbiosi con il resto della meccanica rendono questa A5 Cabriolet una vettura che fa stare bene ovunque ci si trovi. 

Motore e Prestazioni:  ★★★★★ 

Il 2.0 da 190 CV è la scelta d’equilibrio perfetta

Introdotto assieme al nuovo modello, il 1968 centimetri cubi diesel dispone di 190 CV a 3800 giri/min e di una buona coppia pari a 400 Nm in un range da 1750 a 3000 giri/min. Questo le permette di scattare da 0 a 100 km/h in 8,3 secondi e di toccare una velocità massima pari a 232 km/h, che ci è sembrata facilmente raggiungibile considerate le ottime doti aerodinamiche. Questo rende la A5 Cabriolet un ottimo compromesso tra prestazioni e consumi. Ma per chi non volesse accontentarsi è disponibile anche il più grande 3.0 TDI da 218 o 286 cavalli, abbinabile alla trazione integrale. Cosa che vale anche per il 2.0 TDI, mosso però dalla sola trazione anteriore nel modello in prova: la potenza è scaricata a terra in maniera egregia e se non la si usa per affrontare strade particolarmente tortuose o stagioni invernali, va bene così. Il cambio a doppia frizione S tronic è utilizzabile anche manualmente tramite piccoli paddles dietro al volante: le sue 7 marce si innestano con precisione e velocità, garantendo una guida fluida lungo ogni percorso. Specialmente quelli densi di curve, dove l’A5 Cabriolet soffre sicuramente maggiormente rispetto alla Coupé, ma migliora rispetto al passato: -40 kg alla bilancia ed una rigidità torsionale aumentata sino al 40%. 

Consumi e Prezzi:  ★★★★★ 

È gentile col portafogli anche dal benzinaio

L’Audi A5 Cabriolet con motorizzazione 2.0 TDI ha prezzi a partire da 52.950 euro e su quella della nostra prova, come detto lungo la prova, non ci faremmo mancare tra gli optional il sistema Navi Plus ed i cerchi da 19 pollici, rimanendo comunque sotto la soglia dei 60mila. Un prezzo che ci sembra ottimo dato il rapporto con la qualità complessiva della vettura e con il sistema gestito elettricamente della capote. Passando ai consumi, la casa di Ingolstadt dichiara 4,7 l/100 km nel ciclo combinato secondo le nuove normative NEDC, ossia 21,3 chilometri con un litro. Una cifra abbastanza difficile da raggiungere se si utilizza molto la vettura in città: qui comunque non si scende sotto i 12 km/l anche con molto traffico. Merito da condividere con il sistema Start&Stop. Andando invece in autostrada si toccano tranquillamente i 20 km/l a velocità comprese tra i 110 ed i 130 km/h. Giocando un po’ con le varie modalità di guida del Drive Select e non dimostrandoci sempre parsimoniosi, il dato medio ci è parso comunque molto soddisfacente, sfiorando i 16 km/l. Pertanto l’Audi A5 Cabriolet è davvero una vettura che fa stare bene ovunque, anche quando tocca fermarsi dal benzinaio. Per il resto, beh, basta aprire il tetto per godersi viaggio e panorama, sia da soli che in compagnia di amici e famigliari. 

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Linea personale, Bassi consumi, Piacere di Guida a cielo aperto.No quinto posto, Costo di alcuni optional, Volante leggero con guida sportiva.


Audi A5 Cabriolet 2.0 TDI S tronic Sport: la Pagella di Motorionline
Motore:★★★★★ 
Accelerazione:★★★★½ 
Ripresa:★★★★½ 
Cambio:★★★★★ 
Frenata:★★★★½ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★½ 
Comfort:★★★★★ 
Infotainment:★★★★½ 
Abitabilità:★★★★★ 
Bagagliaio:★★★★☆ 
Posizione di guida:★★★★½ 
Dotazione:★★★★☆ 
Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★★★ 
Finitura★★★★★ 
Piacere di guida:★★★★★ 
Consumi:★★★★★ 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati