Renault: 120 anni di innovazioni per un futuro elettrico e autonomo

Dalla TypeA Voiturette agli ultimi modelli a zero emissioni

Era il 1898 quando Louis Renault risaliva la Rue Lepic con la TypeA Voiturette: da allora 120 anni di innovazione per la casa della Losanga, arrivando agli attuali modelli elettrici e pensando ad un futuro a guida autonoma.
Renault: 120 anni di innovazioni per un futuro elettrico e autonomo

Sono passati 120 anni dall’inizio dell’era dell’automobile: Louis Renault, nel 1898, risaliva Rue Lepic con la TypeA Voiturette, la prima vettura con cambio a presa diretta. Da allora, il marchio della losanga si è sempre contraddistinto per le innovazioni, arrivando anche ai tempi moderni, con la mobilità del futuro elettrica, connessa ed autonoma, con le ultime concept presentate.

Renault: le innovazioni dal 1898

Il marchio transalpino, come dicevamo, ha sempre portato delle novità nel mondo delle quattro ruote, e non solo. Si parte dalla già citata vettura di Louis Renault, passando poi per il camion con coppie di ruote (Six-Roues) del 1924, per arrivare alla Primaquatre del 1937: “E’ l’auto da 1000 chili – le parole del Sig. Renault – E’ l’auto che è abbastanza resistente e spaziosa da portare in giro quattro persone”.

Superato il periodo della guerra, le innovazioni continuano con la R4 (Renault 4), la prima vettura a trazione anteriore della casa della Losanga, creando così un nuovo segmento, con la possibilità di ribaltare i sedili posteriori e trasformarla da familiare a piccolo veicolo commerciale. Il 1984 ha segnato la nascita della monovolume, con la Espace, per poi arrivare ai più recenti sistemi assistenza alla guida oppure ai sistemi di navigazione integrati (1995) o al 4Control (2007).

Renault e la mobilità elettrica

L’elettrico è ormai un tema di stretta attualità, ma non lo era un po’ di anni fa, quando Renault ha iniziato a credere nei veicoli a zero emissioni, con il quadriciclo Twizy e la berlina compatta Zoe. Quest’ultima è il veicolo elettrico più venduto in Europa ed è stato affiancato dal Kangoo Z.E., il veicolo commerciale elettrico.

Recentemente è arrivato anche il più grande furgone Master Z.E., ideale per le consegne dell’ultimo miglio nei centri urbani. Nel 2017, per il quinto anno consecutivo, #renault si è confermato leader del mercato elettrico europeo, con una quota di mercato pari al 23,8%. Leadership che il marchio della losanga sta mantenendo anche nel 2018.

Renault e la mobilità del futuro

Il nuovo piano strategico del Gruppo Renault, denominato ‘Drive the Future’, prevede che da qui al 2022 il Costruttore mantenga la leadership nel veicolo elettrico, con 8 modelli elettrici e 12 modelli elettrificati. Il gruppo si prefigge anche di lanciare 15 modelli a guida autonoma e servizi di robo-taxi.

Il futuro della mobilità sarà infatti elettrico, connesso e autonomo. Con la scelta di guidare o di lasciarsi guidare. Con o senza conducente a bordo. Con veicoli che non saranno più prodotti isolati ma parte integrante del loro ambiente. Con servizi di mobilità che si integreranno in città divenute intelligenti grazie alle tecnologie connesse.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati