Audi Q8, SUV-Coupe tra business e sport [VIDEO TEST DRIVE]

Abbiamo provato la Q8 ibrida 3.0 TDI da 286 CV

Audi Q8 è il primo SUV-Coupé del marchio di Ingolstadt. Tanta tecnologia e spazio, motori mild-hybrid benzina e diesel. Prezzi da 78.450 euro per la 50 TDI.

Alla fine anche il marchio dei Quattro Anelli ha deciso di lanciarsi nel segmento dei SUV sportivi. Ma con il proprio stile, sia in termini di design che di funzionalità. E così si presenta al pubblico la nuova Audi Q8, una Sport Utility Vehicle-Coupé perfetto incastro tra chi ne usufruisce prima per lavoro, poi per godersi la strada, magari in compagnia. 

Non troppo distante dal prototipo

Senza dubbio la prima cosa interessante dell’Audi Q8, che poteva risultare una lama a doppio taglio, è la linea molto futuristica non molto distante dal Concept che venne presentato circa un anno fa. Da un lato si possono raccogliere molti consensi dal potenziale acquirente, dall’altro un design fin troppo “concentrato” può far storcere il naso a chi non si sente pronto a compiere un salto troppo lungo. Possiamo però rassicurarvi che l’Audi Q8 è molto ben riuscita e durante il tragitto del nostro test drive in anteprima ha colto molti sguardi curiosi. Le dimensioni sono generose, sebbene inferiori alla Q7: lunga 4,99 metri, larga 1,99 e con un’altezza di 1,71, riprende anche il nuovo linguaggio stilistico della casa dei quattro anelli, inaugurato con la nuova A8. La calandra single frame ottagonale è uno degli elementi chiave del nuovo volto della famiglia Q, con sezioni cromate, grandi prese d’aria ed i fari che si sdoppiano sopra e sotto, con proiettori a led (o su richiesta i più potenti led Matrix). I cerchi da 22 pollici (optional) del nostro modello sono sì grandi, ma ben incorporati nell’insieme della vettura, mentre di serie si trovano da 20”. Dietro è dove colpisce maggiormente, per due motivi: il tetto spiovente da coupé e la striscia orizzontale in nero lucido. Elementi che inducono l’occhio a schiacciare la Q8 al suolo – quando in verità l’altezza da terra parte già da 20,4 centimetri. 

A rimarcare l’indole sportiva dell’Audi Q8 ci sono le portiere che non presentano cornici intorno ai vetri, lo si nota solo entrando nell’abitacolo. Dentro il SUV di Audi presenta in primo piano il display superiore MMI touch response. Il sistema di azionamento dei comandi è pressoché privo di pulsanti fisici. È composto da due ampi display touch ad alta risoluzione. Quello superiore da 10,1 pollici permette di gestire le funzioni d’infotainment e la navigazione, risultando intuitivo ed intelligente come gli smartphone. Tanto da leggere quello del conducente, se connesso con il sistema della vettura, e scegliere tra ben 400 preferenze che semplificano l’utilizzo in termini “tech” della Q8. Quello inferiore è invece da 8,6” e consente di gestire la climatizzazione, le funzioni comfort (come il massaggio dei sedili) e funge da tastiera all’occorrenza. Gli occupanti sono sempre connessi grazie ad Audi connect ed all’hotspot WLAN, con standard LTE Advanced. Per chi guida c’è il pratico Virtual Cockpit: il quadro strumenti è tutto digitale ed al centro si possono visualizzare differenti menù, dal consumo in marcia, alla radio sino alla navigazione. A proposito di quest’ultimo, è capace di apprendere il linguaggio e migliorare di volta in volta quando si danno comandi vocali. E se si parla di condivisione, Car-to-X di Audi si rivela un’arma vincente sui nuovi modelli della Casa: i veicoli infatti dialogano tra loro grazie alla tecnologia in cloud.  Ecco un esempio pratico: se vi è un incidente, Audi Q8 cercherà un percorso alternativo per arrivare a destinazione nel più breve tempo possibile. Ma è utile anche per informare se l’asfalto presenta asperità, come lastre di ghiaccio. Passando infine all’abitabilità possiamo dire che cinque persone stanno piuttosto comode (il passo è di 3 metri), sebbene chi sieda dietro, al centro, ha le gambe un po’ sacrificate a causa della trazione quattro. Il baule è da viaggio familiare: si parte da 608 litri e si arriva a 1755 tirando avanti (di 10 cm) e poi abbattendo la seconda fila. Qualità e assemblaggio difficilmente troveranno parere diverso nella nostra futura prova su strada completa: eccellenti. 

La sicurezza fa 39, i motori (ibridi) per ora tre

Sull’Audi Q8 sono presenti tutti i sistemi disponibili nei nuovi modelli del brand, che ammontano a ben 39. Annoveriamo i sistemi di assistenza alla guida, come l’adaptive cruise control, l’efficiency assistant, il sistema di assistenza agli incroci, gli avvertimenti al cambio di corsia, la segnalazione d’avvicinamento al cordolo dei marciapiedi e le telecamere perimetrali. Nei prossimi mesi non mancheranno ulteriori implementazioni, che in termini di guida autonoma si traducono in un livello 2 “plus”, secondo quanto dichiarato dalla Casa stessa. 

La vettura presenta delle motorizzazioni mild-hybrid (MHEV), con una batteria agli ioni di litio posta sul fondo del vano bagagli ed un alternatore azionato a cinghia. Al lancio è disponibile il turbodiesel V6 3.0 TDI da 286 CV (50 TDI), successivamente giungeranno anche il V6 3.0 TDI da 231 CV (45 TDI) ed il V6 3.0 benzina TFSI da 340 CV (55 TFSI). In abbinata di serie vi è il cambio automatico a otto rapporti con convertitore di coppia, meglio conosciuto come “Tiptronic”. La parte elettrica, che ha debuttato con la nuova A8, consente di disattivare temporaneamente il motore termico per velocità di veleggio e Start&Stop già da 22 km/h, assicurando una riduzione dei consumi. Nei tratti autostradali potrebbe abbattere i consumi di 0,7 l/100 km. Nel ciclo misto Audi comunica un comunque interessante 6,7 l/100 km (14,9 km/l). Per la Q8 50 TDI le prestazioni dichiarate sono di 245 km/h per la velocità massima e di 6,3 secondi per lo 0-100 km/h. Certamente non male per una vettura che alla bilancia fa segnare 2145 kg. Per chi invece ama esagerare, possiamo confermare che uscirà una versione SQ8, ma sicuramente non prima di metà 2019 e con un propulsore ancora da confermare. 

Il nostro Test Drive

Essendo disponibile per il momento la sola 50 TDI, Audi ci ha messo a disposizione un modello di Q8 full optional per testare ogni aspetto della vettura, non solo su strada ma anche in off road. L’efficienza multiruolo del Driver Select permette ben 7 impostazioni di guida: cinque che si ritrovano anche sulle altre vetture del gruppo, due per gli sterrati. Che abbiamo affrontato in Offroad lungo un sottobosco con cambi di pendenza continui, radici ed ostacoli di livello medio. I sistemi elettronici (tra cui il controllo della velocità) e l’efficienza della trazione quattro con differenziale centrale meccanico ci hanno permesso di districarci senza grandi fatiche, nonostante il modello in prova montasse cerchi da glamour urbano (ossia 22 pollici). Inoltre i 600 Nm a disposizione permettono ripartenza da fermi anche in situazioni poco favorevoli. L’altezza da terra si regola se si montano le sospensioni pneumatiche adattive (di serie quelle elettroniche): si arriva sino a 25,4 cm. Ed allo stesso modo si abbassano in Dynamic quando giunge una strada ricca di curve: gomme da 285/40 ed un peso importante facevano presupporre che l’agilità non fosse il forte dell’Audi Q8, invece dalle prime impressioni siamo rimasti piacevolmente contraddetti. Anzi, in alcune situazioni uno sterzo leggermente più pesante non guasterebbe. In autostrada viaggia silenziosamente a 130 km/h e con il cruise control attivo pensa a (quasi) tutto lei. In città si fa aiutare da sensori e telecamere per sviare ostacoli pericolosi in manovra, tanto che uscire dal centro di Milano non è risultato affatto difficoltoso. Specialmente se si scelgono le ruote sterzanti posteriori: sino a 60 km/h girano opposte a quelle anteriori sino a 5°, al di sopra ruotano in sincro (di 1,5°) aumentando la dinamicità. 

Prezzi e modelli

Audi Q8 è già ordinabile dal mese di Luglio ed arriverà nelle concessionarie a Settembre. Al lancio è presente la sola versione diesel-ibrida 50 TDI da 286 CV e 600 Nm con cambio tiptronic e trazione quattro, al prezzo di 78.450 euro. Se si punta invece alla versione Sport, ancora più completa, si sale a 86.500 euro. E come già detto arriveranno nei mesi seguenti la diesel 45 TDI da 231 CV e la variante benzina 55 TFSI 340 CV, con prezzi sono ancora da dichiarare e sempre accompagnate dal pacco batteria, per renderle mild-hybrid. Questo consente non soltanto di evitare blocchi del traffico imposti e zone a traffico limitato, ma con il diesel che già rispetta la normativa 6d-Temp, anche Audi Q8 garantisce il minimo impatto nei confronti dell’ambiente. 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati