WP_Post Object ( [ID] => 542286 [post_author] => 8 [post_date] => 2018-07-16 12:42:58 [post_date_gmt] => 2018-07-16 10:42:58 [post_content] => In occasione del weekend dedicato alla Formula SAE, abbiamo avuto l’opportunità di provare da passeggeri l’emozionante supercar Dallara Stradale, uno degli ultimi gioielli prodotti dalla storica casa emiliana che proprio qui a Varano de’ Melegari ha la sua sede. L’Autodromo di Varano non sarà forse uno dei più tecnici o lunghi del panorama italiano, ma è comunque molto frequentato e preparato per ospitare gare motorsport. Questa Dallara Stradale, comunque, come suggerisce il nome, non se la cava bene solamente in pista, ma anche sull’asfalto di tutti i giorni (un grande fan della vettura, solo per fare un esempio, è Andrea Levy, patron del salone del Parco Valentino di Torino che anche quest’anno abbiamo seguito). Per potervi dare la sensazione di essere stati a vostra volta a bordo, abbiamo realizzato qualche hot lap in compagnia di un vero pilota collaudatore professionista della casa emiliana, Fabio Mancini, che è stato anche così gentile da raccontarci le caratteristiche e le doti di questa vettura, proprio mentre stavamo sfrecciando lungo i cordoli. Prima di lasciarvi al video (che trovate in apertura di articolo), vale la pena spendere qualche parola sulla Dallara Stradale. Sviluppata nel 2016 come tributo per gli 80 anni del fondatore Gian Paolo Dallara, è arrivata in commercio lo scorso anno. È dotata di diverse carrozzerie, tra cui roadster, targa e coupé, quest’ultima con delle portiere ad ali di gabbiano. Il motore è un gioiello di derivazione Ford, un 2.300 cc a quattro cilindri turbobenzina, capace di sviluppare una potenza massima di ben 400 Cv. La velocità top è di 280 km/h, mentre lo 0-100 viene coperto in appena 3,25 secondi. Il tutto con una tenuta di strada davvero impressionante. Risultati ai quali ha contribuito in maniera determinante la tecnologia Bosch, con la quale la casa ha collaborato a stretto contatto, che ha preparato il sistema di controllo elettronico. Si tratta nello specifico del Bosch ESP 9.1, calibrato e ottimizzato in modo da poter gestire le sollecitazioni notevoli della Dallara (fino a 2G). Bosch ha fornito anche diversi sensori, la centralina e il sistema di iniezione diretta. [post_title] => Dallara Stradale, HOT LAP sul circuito di Varano de’ Melegari [VIDEO e FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => dallara-stradale-hot-lap-sul-circuito-di-varano-de-melegari-video-e-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-07-16 12:43:15 [post_modified_gmt] => 2018-07-16 10:43:15 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=542286 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Dallara Stradale, HOT LAP sul circuito di Varano de’ Melegari [VIDEO e FOTO]

Supercar Dallara da ben 400 Cv di potenza

La Dallara Stradale è in commercio da circa un anno ed è stata creata per celebrare gli 80 anni di Gian Paolo Dallara, lo storico fondatore della casa emiliana. Una vettura davvero unica nel suo genere, con un motore di derivazione Ford da 400 Cv e diversi sistemi tecnologici sviluppati in collaborazione con Bosch. Abbiamo avuto l’opportunità di essere passeggeri su questa emozionante supercar, con un pilota collaudatore professionista che ci ha letteralmente guidato nei segreti della vettura. Godetevi questo speciale Hot Lap all’autodromo di Varano de’ Melegari
Dallara Stradale, HOT LAP sul circuito di Varano de’ Melegari [VIDEO e FOTO]

In occasione del weekend dedicato alla Formula SAE, abbiamo avuto l’opportunità di provare da passeggeri l’emozionante supercar Dallara Stradale, uno degli ultimi gioielli prodotti dalla storica casa emiliana che proprio qui a Varano de’ Melegari ha la sua sede. L’Autodromo di Varano non sarà forse uno dei più tecnici o lunghi del panorama italiano, ma è comunque molto frequentato e preparato per ospitare gare motorsport. Questa Dallara Stradale, comunque, come suggerisce il nome, non se la cava bene solamente in pista, ma anche sull’asfalto di tutti i giorni (un grande fan della vettura, solo per fare un esempio, è Andrea Levy, patron del salone del Parco Valentino di Torino che anche quest’anno abbiamo seguito).

Per potervi dare la sensazione di essere stati a vostra volta a bordo, abbiamo realizzato qualche hot lap in compagnia di un vero pilota collaudatore professionista della casa emiliana, Fabio Mancini, che è stato anche così gentile da raccontarci le caratteristiche e le doti di questa vettura, proprio mentre stavamo sfrecciando lungo i cordoli.

Prima di lasciarvi al video (che trovate in apertura di articolo), vale la pena spendere qualche parola sulla Dallara Stradale. Sviluppata nel 2016 come tributo per gli 80 anni del fondatore Gian Paolo Dallara, è arrivata in commercio lo scorso anno. È dotata di diverse carrozzerie, tra cui roadster, targa e coupé, quest’ultima con delle portiere ad ali di gabbiano. Il motore è un gioiello di derivazione Ford, un 2.300 cc a quattro cilindri turbobenzina, capace di sviluppare una potenza massima di ben 400 Cv. La velocità top è di 280 km/h, mentre lo 0-100 viene coperto in appena 3,25 secondi. Il tutto con una tenuta di strada davvero impressionante. Risultati ai quali ha contribuito in maniera determinante la tecnologia Bosch, con la quale la casa ha collaborato a stretto contatto, che ha preparato il sistema di controllo elettronico. Si tratta nello specifico del Bosch ESP 9.1, calibrato e ottimizzato in modo da poter gestire le sollecitazioni notevoli della Dallara (fino a 2G). Bosch ha fornito anche diversi sensori, la centralina e il sistema di iniezione diretta.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati