Gruppo PSA: i motori rispettano già la normativa Euro 6.2

E' stato sviluppato un nuovo filtro antiparticolato GPF

La gamma del Gruppo PSA è già quasi totalmente rispettosa della norma Euro 6.2, che entrerà in vigore nel 2020. Questo grazie allo sviluppo di un nuovo filtro antiparticolato, per trattare le emissioni dei benzina ad iniezione diretta.
Gruppo PSA: i motori rispettano già la normativa Euro 6.2

Le normative in tema di emissioni sono sempre più stringenti e, nel 2020, entrerà in vigore la nuova normativa Euro 6.2, con l’introduzione del nuovo ciclo WLTP e le prove in Real Driving (RDE). Tutti i veicoli dovranno rispettare questa norma, ma il Gruppo PSA è già in linea anche attualmente, con la maggior parte della propria gamma già disponibile con motori Euro 6.2.

Cosa comporta la normativa Euro 6.2

L’aspetto più importante della norma Euro 6.2 è l’introduzione di nuovo ben preciso e standardizzato ciclo di prova e misurazione di consumi ed emissioni di CO2 (ciclo WLTP, Worldwide Light vehicule Test Procedure). Questo nuovo ciclo prova si presenta fortemente rinnovato rispetto al precedente per essere molto più aderente alla realtà del veicolo in mano al cliente, alle attuali condizioni del traffico e agli attuali stili di guida.

Inoltre, vi è l’introduzione delle prove Real Driving Emission (RDE) per una valutazione, in condizioni reali, delle performances relative alle emissioni inquinanti, misurate in laboratorio secondo specifici e sempre più stringenti coefficienti di conformità.

Il Gruppo PSA e la normativa Euro 6.2

Come dicevamo, il Gruppo PSA vuole ‘anticipare’ questa norma ed ha sviluppato un nuovo filtro antiparticolato (GPF) per trattare le emissioni delle motorizzazioni benzina a iniezione diretta, con un’efficacia superiore al 75%. E, dall’inizio del 2018, il GPF viene progressivamente applicato a tutti i motori benzina a iniezione diretta, ovvero sui 3 cilindri turbo e sui 4 cilindri della serie PureTech.

Grazie a questa politica, il 95% delle vetture Citroën sono già ordinabili con propulsori Euro 6.2. Per quanto riguarda DS Automobiles sono a norma Euro 6.2 l’intera proposta DS 3 e DS 7 Crossback, mentre la gamma Peugeot è interamente ordinabile con motori rispettosi della futura normativa.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati