Toyota Supra: l’ipotizzato aspetto della nuova sportiva giapponese [RENDERING]

Condividerebbe alcune soluzioni con la BMW Z4

Un'idea della prossima Toyota Supra, la nuova supercar giapponese anticipata di recente al Festival of Speed di Goodwood
Toyota Supra: l’ipotizzato aspetto della nuova sportiva giapponese [RENDERING]

Grintosa e allo stesso tempo piuttosto distinguibile, grazie a un aspetto che includerebbe forme avvolgenti e taglienti. Una mirata combinazione che anticiperebbe il carattere energico della nuova Toyota Supra.

Il ritorno della supersportiva giapponese

Il percorso verso la nuova generazione della Toyota Supra, la vettura prodotta più prestazionale del marchio, è scandito da anticipazioni e anteprime. L’ultima è avvenuta di recente al tradizionale Festival of Speed di Goodwood, la nota mostra viaggiante allestita nel Sussex che racconta il motorsport e le novità più rappresentative delle varie marche automobilistiche. Tra le novità dei vari costruttori e i prototipi impegnati sull’ormai mitico percorso collinare, abbracciato dai caratteristici covoni di paglia, c’era anche un esemplare di pre-produzione della nuova Toyota Supra, avvolto da una veste camouflage criptica, per offrire una rapidissima anteprima in attesa dell’esemplare definitivo.
Già allo scorso Salone di Ginevra la casa giapponese aveva proposto un altro prototipo, però nell’occasione da competizione, caratterizzato da una veste ancora più grintosa e muscolosa, prefigurando l’arrivo della sportiva nipponica.

Sotto il cofano della Toyota Supra un sei cilindri da 340 cavalli?

Le immagini proposte nell’occasione, basandosi sugli elementi affiorati sino ad ora e sui citati prototipi, offrono una visione a 360° dell’ipotetica nuova Supra. L’attenzione cade in particolare sui gruppi ottici frontali, che includono un disegno abbastanza elaborato composto da diversi punti di luce LED. Distintivo anche quello proiettato dai fanali posteriori, che ne ricalcano la forma cuneiforme. Così come l’alternanza di sinuosità e fenditure ne rafforza la riconoscibilità.
La spinta potrebbe essere generata da un potente motore sei cilindri. Un propulsore turbo-compresso, che si stima possa generare una spinta pari a 340 cavalli trasmessa alle ruote posteriori. La coppia potrebbe ammontare a 450 Nm. L’unità motrice sarebbe associata a un cambio automatico a doppia frizione. In base a quanto affiorato sino ad ora, per ora non sarebbe prevista un’alternativa manuale.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati