McLaren Track25: al via il nuovo piano industriale

McLaren Track25: al via il nuovo piano industriale

Lo sviluppo non intaccherà la tradizione McLaren

McLaren ha annunciato il Track25: il nuovo piano industriale focalizza l'attenzione su ibrido, leggerezza, motore posteriore centrale, tutte peculiarità dei 18 nuovi modelli che nasceranno nel prossimo futuro a Woking
McLaren Track25: al via il nuovo piano industriale

Al Salone di Ginevra 2016 McLaren annunciò il Track22 ossia il piano industriale relativo allo sviluppo delle proprie vetture sportive relativamente al prossimo futuro. Pochi giorni fa, in occasione del Goodwood Festival of Speed 2018, la casa costruttrice di Woking fece sapere dell’esistenza di un piano industriale aggiornato ed identificato dalla sigla Track25. Oggi McLaren Automotive ha svelato in una nota stampa le novità contenute nel nuovo piano rispetto a quello originario presentato poco più di due anni fa.

L’ibrido sarà focalizzato sulle prestazioni

Il Track25 ha il compito di delineare una chiara mappatura del futuro delle vetture, della produzione e della tecnologia che permetterà al brand inglese di “continuare a posizionarsi come protagonista a livello mondiale nel mercato delle vetture sportive e le supercars”. In tal contesto, il costruttore di Woking ha posto l’accento sull’ibrido focalizzato sulle prestazioni: “McLaren si impegna a garantire che le sua gamma di vetture sportive e supercar avrà una motorizzazione ibrida entro i prossimo sette anni”. A tale scopo McLaren ha anticipato che investirà nello sviluppo di un sistema di batterie più leggero, a carica super veloce e ad alta potenza per un uso orientato alle prestazioni.

La ricerca della leggerezza sarà fondamentale

Il secondo punto focale del Track25 fa riferimento al peso: la casa costruttrice di Woking ha confermato la sua rincorsa verso supercar sempre più leggere assicurando che anche le nuove che nasceranno saranno le più leggere dei relativi segmenti di appartenenza. La ricerca della leggerezza farà parte di un investimento di 50 milioni di sterline dedicato all’apertura del McLaren Composites Technology Centre, un centro dedicato allo sviluppo ed alla produzione della “tecnologia leggera del futuro”.

Il layout non verrà cambiato

“Pur sempre restando fedele all’idea di dar vita e di assemblare a mano le migliori vetture da guida al mondo, McLaren rimarrà focalizzata a produrre vetture sportive e supercar con motore posteriore centrale”. Il collaudato schema tecnico, dunque, sarà alla base dei futuri “18 nuovi modelli o derivati” sportivi annunciati da McLaren: un numero che garantirà un innalzamento della produzione di circa il 75% oltre la soglia odierna e che la porterà a circa 6.000 vetture entro la metà del prossimo decennio. Tutte le nuove vetture, come già accade per quelle attuali, saranno assemblate a mano a Woking presso il McLaren Production Centre.

Aumenterà la rete vendita

Al momento le supercar firmate McLaren vengono vendute in 31 mercati del mondo grazie ad una rete vendita che può contare su un network di 86 concessionarie. Il Track25 ha posto l’attenzione anche su un ulteriore sviluppo dei dealer del brand di Woking: in tal contesto McLaren sta valutando sia di espandersi nei mercati già esistenti e sia di andare alla conquista di alcuni importanti nuovi mercati che includono la Russia, l’India, l’Europa Centrale e l’Europa dell’Est. L’obiettivo è di raggiungere 100 concessionarie entro il periodo delineato dal piano industriale Track25.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati