Nissan e Adduma Car danno il via al turismo elettrico

In Sicilia al via il progetto Italy Green Tour per visitare le bellezze del territorio

10 nuove Nissan LEAF a zero emissioni sono disponibili da oggi presso l’aeroporto di Catania per il servizio di car sharing 100% elettrico dedicato al turismo sostenibile del progetto Italy Green Tour ideato da Adduma Car
Nissan e Adduma Car danno il via al turismo elettrico

La mobilità elettrica, seppur un po’ alla volta, si sta diffondendo sempre più anche nel nostro Paese: il merito di questa espansione va attribuito senza alcun dubbio anche al car sharing che, ad esempio, secondo gli ultimi dati del 2017 è cresciuto del 21% rispetto al 2016. A favorire questa tendenza ci sono case costruttrici come Nissan, che sta investendo tantissimo in questa direzione, e Adduma Car, start up innovativa impegnata nel car sharing 100% elettrico. Le due aziende hanno recentemente unito le forze dando vita ad un servizio dedicato esclusivamente alla mobilità turistica elettrica e denominato Italy Green Tour.

L’Italy Green Tour parte da Catania

Il tutto è partito da Adduma Car con l’obiettivo di far visitare le bellezze offerte dal territorio siciliano a tutti i turisti. E’ per questo che l’Italy Green Tour ha avuto il suo punto di inizio in Sicilia e precisamente presso l’aeroporto Fontanarossa di Catania. Per l’Italy Green Tour, Adduma Car ha scelto 10 nuove Nissan LEAF 100% elettriche da destinare al servizio di car sharing presso lo scalo aereo catanese. In tal contesto tutti i turisti arrivati all’aeroporto di Catania potranno noleggiare una Nissan LEAF per effettuare il loro “elettrizzante” giro alla scoperta delle bellezze della regione Sicilia.

Nissan LEAF protagonista di un turismo sostenibile

Per noleggiare una delle Nissan LEAF i turisti devono semplicemente scaricare l’apposita App di Adduma Car sul proprio smartphone e registrarsi al servizio. Il progetto di mobilità elettrica Italy Green Tour, lanciato da Adduma Car a cui partecipa Nissan, “valorizza il rispetto e la sensibilità verso i territori, le popolazioni e le culture che ospitano il turista iniziando dal mezzo utilizzato per raggiungerli”. L’iniziativa, che ha aperto i battenti in Sicilia, sarà presto sviluppata in tutta Italia al fine di promuovere sempre di più un turismo più sostenibile.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati