WP_Post Object ( [ID] => 545241 [post_author] => 51 [post_date] => 2018-08-04 11:19:59 [post_date_gmt] => 2018-08-04 09:19:59 [post_content] => Al Salone di Francoforte 2017, Mercedes-AMG svelò la sua Formula 1 da strada: la Project One, infatti, non solo fu tenuta a battesimo da Lewis Hamilton, pilota della scuderia Mercedes AMG Petronas Motorsport di Formula 1, ma fu anche presentata come una vettura ad elevatissime prestazioni nata dalle esperienze vincenti del team tedesco in Formula 1 negli ultimi anni. Non a caso, infatti, ogni singolo elemento di design o tecnico sulla Project One è stato ispirato al mondo della Formula 1, d'altronde il progresso tecnologico ha sempre attinto a piene mani dal motorsport in modo tale da riversare sulle supercar stradali le sue innovazioni.

Power unit e prestazioni da Formula 1

Pluricampione nell'era delle power unit ibride nella Formula 1, il team Mercedes che gareggia nella massima serie dell'automobilismo sportivo ha riversato con orgoglio le sue ultime tecnologie sulla Mercedes-AMG Project One: ad esempio ha trovato spazio nel cofano della nuova nata un V6 1.6 turbo da più di 680 cv coadiuvato daben quattro motori elettrici (uno da 120 kW collegato al motore, uno da 90 kWh integrato nel turbocompressore e due da 120 kW cadauno posizionati nell’asse anteriore). In tal contesto la potenza combinata di sistema arriva ad oltre 1.000 cv per prestazioni al fulmicotone come lo 0-200 km/h in meno di 6 secondi e la velocità massima di oltre 350 km/h.

Vietati i contratti di vendita agli speculatori

La Mercedes-AMG Project One, per via della sua esclusività e dei suoi preziosismi tecnici, è stata messa in vendita ad un prezzo di circa 2.3 milioni di euro. Come se non bastasse, per preservare l'esclusività del modello, Mercedes ha fatto sapere di voler vietare l'acquisto della sua Project One a presunti clienti speculatori. Il magazine Auto Motor und Sport difatti ha rivelato che il contratto di acquisto della Project One proibisce ai clienti di vendere la propria prenotazione ad altri clienti interessati all'acquisto al fine di ottenere un profitto. Un modo di fare giusto nei confronti di appassionati facoltosi che vogliono regalarsi una hypercar di assoluto livello e contro gli speculatori che vorrebbero assicurarsi un esemplare della Project One solo per poi rivenderla e guadagnarci una cospicua percentuale. Dopotutto, lo stesso atteggiamento contro avidi speculatori recentemente è stato preso anche da Ford nei confronti della sua GT e da Aston Martin per quanto concerne la nuova Valkyrie. [post_title] => Mercedes-AMG Project One: dura la vita per gli avidi speculatori [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mercedes-amg-project-one-dura-la-vita-per-gli-avidi-speculatori [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-08-04 11:19:59 [post_modified_gmt] => 2018-08-04 09:19:59 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=545241 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mercedes-AMG Project One: dura la vita per gli avidi speculatori

La hypercar della Stella è in vendita a circa 2.3 milioni di euro

Mercedes-AMG Project One: la casa costruttrice tedesca ha vietato la vendita della sua hypercar a semplici speculatori per favorirne l'acquisto da parte di clienti appassionati
Mercedes-AMG Project One: dura la vita per gli avidi speculatori

Al Salone di Francoforte 2017, Mercedes-AMG svelò la sua Formula 1 da strada: la Project One, infatti, non solo fu tenuta a battesimo da Lewis Hamilton, pilota della scuderia Mercedes AMG Petronas Motorsport di Formula 1, ma fu anche presentata come una vettura ad elevatissime prestazioni nata dalle esperienze vincenti del team tedesco in Formula 1 negli ultimi anni. Non a caso, infatti, ogni singolo elemento di design o tecnico sulla Project One è stato ispirato al mondo della Formula 1, d’altronde il progresso tecnologico ha sempre attinto a piene mani dal motorsport in modo tale da riversare sulle supercar stradali le sue innovazioni.

Power unit e prestazioni da Formula 1

Pluricampione nell’era delle power unit ibride nella Formula 1, il team Mercedes che gareggia nella massima serie dell’automobilismo sportivo ha riversato con orgoglio le sue ultime tecnologie sulla Mercedes-AMG Project One: ad esempio ha trovato spazio nel cofano della nuova nata un V6 1.6 turbo da più di 680 cv coadiuvato daben quattro motori elettrici (uno da 120 kW collegato al motore, uno da 90 kWh integrato nel turbocompressore e due da 120 kW cadauno posizionati nell’asse anteriore). In tal contesto la potenza combinata di sistema arriva ad oltre 1.000 cv per prestazioni al fulmicotone come lo 0-200 km/h in meno di 6 secondi e la velocità massima di oltre 350 km/h.

Vietati i contratti di vendita agli speculatori

La Mercedes-AMG Project One, per via della sua esclusività e dei suoi preziosismi tecnici, è stata messa in vendita ad un prezzo di circa 2.3 milioni di euro. Come se non bastasse, per preservare l’esclusività del modello, Mercedes ha fatto sapere di voler vietare l’acquisto della sua Project One a presunti clienti speculatori. Il magazine Auto Motor und Sport difatti ha rivelato che il contratto di acquisto della Project One proibisce ai clienti di vendere la propria prenotazione ad altri clienti interessati all’acquisto al fine di ottenere un profitto. Un modo di fare giusto nei confronti di appassionati facoltosi che vogliono regalarsi una hypercar di assoluto livello e contro gli speculatori che vorrebbero assicurarsi un esemplare della Project One solo per poi rivenderla e guadagnarci una cospicua percentuale. Dopotutto, lo stesso atteggiamento contro avidi speculatori recentemente è stato preso anche da Ford nei confronti della sua GT e da Aston Martin per quanto concerne la nuova Valkyrie.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati