Citroen C3 R5 ritrova l’asfalto in Germania

Citroen C3 R5 ritrova l’asfalto in Germania

La piccola del Double Chevron a caccia di conferme

La Citroen C3 R5 torna protagonista sull'asfalto in Germania per cercare di confermare quanto fatto ad aprile in Corsica, dove ha ottenuto il suo primo podio nel WRC2
Citroen C3 R5 ritrova l’asfalto in Germania

La Germania vede il ritorno della Citroen C3 R5 su asfalto, una superficie su cui lo scorso aprile, nelle speciali di Corsica, ha superato la prova del fuoco conquistando il suo primo podio nel WRC2. Stéphane Lefebvre e Gabin Moreau, piloti ufficiali del Marchio, saranno affiancati per l’occasione da Yoann Bonato e Benjamin Boulloud, campioni di Francia in carica, e da Simone Tempestini e Sergiu Itu, vincitori del Citroen Ultimate Challenge 2017.

Anche su asfalto la C3 R5 è protagonista di un inizio di carriera promettente. Lanciata ad inizio aprile, ha già all’attivo un podio nel WRC2 (secondo posto in Corsica) e una vittoria scratch (Rally Lione-Charbonnières-Rhône), nel combattuto campionato di Francia della specialità. Con tre partecipazioni nelle ultime quattro edizioni del rally tedesco Stéphane Lefebvre, pilota ufficiale Citroen Racing, e Gabin Moreau, il suo copilota, conoscono bene le particolarità di questo appuntamento. Così come Yoann Bonato e Benjamin Boulloud, di ritorno nel WRC2 dopo il secondo posto in Corsica, che gareggiano per la terza volta consecutiva su questa terra. A completare i due equipaggi specialisti dell’asfalto, ci sarà anche Simone Tempestini e Sergiu Itu. In questa gara Tempestini aveva trionfato nel JWRC del 2016, e nello stesso anno aveva conquistato il titolo mondiale della categoria.

Pierre Budar, Direttore di Citroen Racing, ha affermato: “Dopo la Corsica, la C3 R5 si dovrà confrontare in Germania con un tipo di asfalto completamente diverso. Sono praticamente tre rally in uno: tra le vigne il primo giorno, sulle strade di cemento del campo militare il sabato, e altre PS tracciate nei campi. La sfida si preannuncia quindi ancora una volta importante, ma Stéphane e Yoann hanno già dimostrato di cavarsela bene e hanno il potenziale per conseguire buoni risultati“.

Stéphane Lefebvre ha invece dichiarato: “Considerato il mio incidente del 2016, l’affermazione potrebbe sembrare paradossale, ma questo rally è assolutamente uno dei miei preferiti. Qui ho vinto nel JWRC del 2014, è stato teatro del mio promettente debutto al volante di una WRC nel 2015, e mi piace la varietà del tracciato. La concorrenza è sempre più numerosa, ma sono convinto che possiamo fare bene, e darò il meglio per riuscirci“.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati