Area C Milano: niente stop estivo, spenta solo a Ferragosto

Area C Milano: niente stop estivo, spenta solo a Ferragosto

Dal 21 gennaio 2019 scatterà anche Area B

Niente vacanze per Area C: per entrare in centro a Milano, gli automobilisti dovranno pagare il ticket anche nel corso delle settimane centrali di agosto. E dal prossimo 21 gennaio scatteranno ulteriori restrizioni, con Area B.
Area C Milano: niente stop estivo, spenta solo a Ferragosto

Area C quest’anno non va in vacanza. Negli anni precedenti, infatti, le telecamere erano rimaste spente almeno la settimana centrale del mese di agosto, qualche anno addirittura un paio di settimane, ma nel 2018 non ci sarà tregua: chi vuole raggiungere il centro di Milano in auto, dovrà munirsi del ticket da 5 euro. L’unica eccezione riguarderà la giornata di Ferragosto, ma si tratta del solito stop dei giorni festivi, che avviene anche nel corso del resto dell’anno.

Area C accesa ad agosto: ecco perché

Il motivo? “Milano è piena di turisti anche ad agosto – spiega l’assessore Marco Granelli a Milano Today – quindi la pausa perde di senso”. Inoltre, lo scorso anno era stato registrato un alto livello di smog, proprio nel corso della stagione estiva, e quindi è stato deciso di lasciare attive le telecamere, nonostante il capoluogo lombardo sia semi deserto, per la concomitanza con le ferie estive.

Gli orari di Area C a Milano

Restano, dunque, in vigore i divieti e le limitazioni dei giorni feriali con i seguenti orari: lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: 7:30-19:30 e giovedì: 7:30-18.

Da gennaio 2019 arriva Area B

I tempi per gli automobilisti milanesi sono destinati a diventare sempre più duri, come annunciato qualche tempo fa dal sindaco Sala. Dal prossimo 21 gennaio, infatti, nascerà anche Area B: un’area decisamente più vasta, estesa quasi come i confini comunali, dove sarà vietato accedere per i veicoli benzina Euro 0 e diesel Euro 0, 1, 2, 3. Dall’1 ottobre 2019 lo stop sarà esteso anche ai diesel Euro 4 e progressivamente si estenderà a tutti i diesel, fino al 2030.

Nei primi dodici mesi di attuazione del provvedimento tutti avranno 50 giorni di libera circolazione, mentre dal secondo anno le imprese della città avranno 25 giorni all’anno di libera circolazione, solamente cinque giorni per i privati. Al termine di queste deroghe, scatteranno le sanzioni.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati