Genova, crollo ponte Morandi: aumentano le vittime, viabilità sempre difficile

Genova, crollo ponte Morandi: aumentano le vittime, viabilità sempre difficile

Prosegue il lavoro dei soccorritori a Genova

Il bilancio delle vittime del crollo del Ponte Morandi a Genova purtroppo si aggrava: sono 39 i morti accertati ed i soccorritori stanno continuando a scavare sotto le macerie. E la situazione del traffico è sempre critica.
Genova, crollo ponte Morandi: aumentano le vittime, viabilità sempre difficile

Il giorno dopo il crollo del ponte Morandi sull’autostrada A10 a Genova i soccorritori stanno continuando a lavorare senza sosta e l’hanno fatto anche nel corso della notte, nonostante sia il giorno di Ferragosto, per sperare di trovare qualche persona viva sotto le macerie. Ma le operazioni sono complicate, per la presenza di travi di grandi dimensioni che rendono complicato l’intervento.

Genova ponte Morandi: si aggrava il bilancio

Purtroppo si è aggravato il bilancio delle vittime: sono 39 i morti sinora accertati, di cui tre bambini (di 8, 12 e 13 anni). Alcuni di essi non sono stati ancora identificati ed il rischio è di veder aumentare ancora questo numero nel corso delle prossime ore. Una persona è deceduta in sala operatoria, mentre sono quindici i feriti, di cui nove in codice rosso.

Il ponte Morandi verrà demolito

Ed ora cosa succederà? Sono subito scattate le indagini per scoprire chi ha delle responsabilità in questa tragedia, mentre la parte restante del ponte Morandi verrà demolita. Lo ha dichiarato il viceministro alle infrastrutture Edoardo Rixi: “Tutto il ponte Morandi andrà demolito con gravi ripercussioni al traffico – le sue parole al Corriere della Sera – e problemi per i cittadini e le aziende”.

Genova ponte Morandi: la situazione del traffico

La viabilità è ancora molto complicata in tutta la zona del capoluogo ligure: il ponte Morandi era uno snodo principale ed ora è ovviamente è chiuso, costringendo a fare dei percorsi alternativi, con inevitabili ripercussioni.

Autostrade per l’Italia sta consigliando dei percorsi alternativi:

Chi da Savona è diretto a Genova o Livorno può utilizzare la A26 Genova-Gravellona Toce, successivamente la D26 Diramazione Predosa Bettole e la A7 Milano-Genova in direzione Genova.

Chi da Livorno e Genova è diretto a Savona, può percorrere la A7 Milano-Genova, seguire le indicazioni per la D26 Diramazione Predosa-Bettole per poi immettersi sulla A26 Genova-Gravellona Toce in direzione Genova e proseguire per Savona.

Coloro che sono diretti al porto di Genova e provengono da Milano o Livorno, possono percorrere la A7 Milano-Genova ed uscire a Genova ovest, percorso inverso per chi dal porto è diretto verso Milano o Livorno.

L’aeroporto di Genova è raggiungibile dalla A10 utilizzando l’uscita di Genova Aeroporto per chi proviene da Ventimiglia; invece chi proviene da Milano o Livorno deve uscire a Genova ovest sulla A7

Per le lunghe percorrenze, dal Frejus/Traforo del Monte Bianco verso il corridoio Tirrenico si consiglia la A21 Torino-Piacenza-Brescia proseguire in A1 verso sud per poi percorrere la A15 Parma-La Spezia percorso inverso in direzione Frejus e Traforo del Monte Bianco.

Chi da Ventimiglia è diretto verso il corridoio Adriatico può percorrere la A10 fino a Savona, proseguire sulla A6 Torino-Savona e successivamente sulla A21 Torino-Piacenza-Brescia e quindi a seconda della destinazione percorrere la A4 Torino-Trieste, o la A1 Milano-Napoli e quindi la A14 Bologna-Taranto.

La circolazione ferroviaria sta lentamente tornando alla normalità, seppur ancora con ritardi e con la circolazione ancora sospesa fra Genova Borzoli e Genova Piazza Principe. Trenitalia ha attivato un servizio sostitutivo con autobus fra Ovada e Genova Voltri e sono stati aggiunte corse aggiuntive fra Genova Voltri e Genova Brignole.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati