Audi e-tron: l’ipotesi stilistica del SUV 100% elettrico [RENDERING]

Audi e-tron: l’ipotesi stilistica del SUV 100% elettrico [RENDERING]

Avrà una potenza di 429 CV ed un'autonomia di 400 km

L'Audi e-tron è prossima alla presentazione ufficiale della versione di serie, dopo essersi mostrata in svariate occasione come concept car. Sarà spinta da tre motori elettrici per una potenza di 429 CV ed un'autonomia di circa 400 km.
Audi e-tron: l’ipotesi stilistica del SUV 100% elettrico [RENDERING]

Dopo averla mostrata in numerose manifestazioni sotto forma di concept car, è attesa a breve la presentazione dell’Audi e-Tron di serie: il primo SUV 100% elettrico della casa tedesca. Inizialmente il debutto era previsto per il prossimo 30 agosto al Summit Audi di Bruxelles, ma questa data dovrebbe venir spostata, dopo i fatti di cronaca che hanno coinvolto l’ad Rupert Stadler.

Come sarà l’Audi e-tron

Aspettando di vedere come sarà definitivamente la versione di serie, ecco un’ipotesi stilistica su questo SUV a zero emissioni, con alcuni elementi ripresi della nuova Audi A8, come la striscia LED per collegare le luci posteriori. Più di un’informazione, tuttavia, è già stata rivelata nel corso dei mesi scorsi: la vettura avrà un passo di 2.928 millimetri e sarà basata sulla nuova piattaforma modulare Volkswagen, utilizzata dall’intero gruppo per i veicoli elettrici.

Gli interni, rivelati il mese scorso, sono fortemente high-tech, con gli elementi più tecnologici come l’Audi Virtual Cockpit, i display Oled da 7 pollici, il sistema di infotainment MMI e l’inedità novità dei display sugli specchietti retrovisori esterni virtuali.

La spinta elettrica dell’Audi e-tron

L’Audi e-tron sarà spinta da tre motori elettrici, uno anteriore e due posteriori, per una potenza complessiva di 429 cavalli. La casa dei quattro anelli ha dichiarato un’autonomia di circa 400 chilometri nel ciclo WLTP, grazie al pacco batteria agli ioni di litio da 95 kWh, ricaricabile in 30 minuti, utilizzando una colonnina di ricarica HPC ad alta potenza. La rete di quest’ultime sarà potenziata nel corso dei prossimi anni, con l’obiettivo di arrivare a circa 200 in Europa entro la fine dell’anno e di arrivare a coprire praticamente tutte le vie principali europee entro il 2020.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati