Rally di Germania: Citroen, la competitività costretta a fare i conti con la sfortuna

Craig Breen chiude al settimo posto

Prova non fortunata per il team Citroen Racing al Rally di Germania dove la C3 WRC di Breen, nonostante le buone potenzialità mostrate durante il week-end di gara tedesco, ha chiuso al settimo posto.
Rally di Germania: Citroen, la competitività costretta a fare i conti con la sfortuna

Al Rally di Germania, dove ha trionfato la Toyota di Tanak, la Citroen C3 WRC ha dimostrato una buona competitività ed un potenziale di livello al quale però non ha fatto seguito un risultato finale soddisfacente, anche a causa di un po’ di sfortuna.

La C3 WRC di Craig Breen, che ha chiuso col settimo posto finale, è stata una delle poche a dover affrontare un violento temporale nella PS 3 che gli è costato una quindicina di secondi e il piazzamento all’ottavo posto al termine del primo giorno. Undicesimo posto per Mads Ostberg dopo un testacoda (PS 3) e un piccolo problema al motore nel pomeriggio.

Il complicato week-end di Breen

Craig Breen ha effettuato una bella rimonta il sabato nella tappa più difficile del week end, che prevedeva due passaggi nel campo militare di Baumholder su cemento a gobbe, e ha conquistato uno scratch (PS 11) e buoni tempi nelle crono. Tornato in sesta posizione, immediatamente alle spalle del quinto, ha commesso purtroppo un errore nell’ultima PS del giorno, che lo ha fatto retrocedere in decima posizione, dietro a Mads Ostberg in recupero, come dimostra il terzo tempo ex equo con il futuro vincitore del rally nella PS 11. Purtroppo, la domenica è stata fatale al Norvegese del team Citroen, con un’uscita di strada alla ripresa delle ostilità; Craig invece ha ritrovato il feeling concludendo settimo, dopo essersi distinto nella Power Stage con un quarto tempo, nella lotta per l’attribuzione dei punti bonus.

Le parole del direttore di Citroen Racing

Pierre Budar, direttore di Citroen Racing, ha analizzato così il week-end di gara tedesco: “Anche se il risultato non è stato quello sperato, la parte positiva è stata la competitività della C3 WRC sulla varietà di terreni che ha proposto questa prova. Lo confermano lo scratch di Craig il sabato, e la sua performance nella Power Stage anche se, contrariamente ad altri, poteva anche evitare di tentare il tutto per tutto“.

Sulla prestazione di Breen ha affermato: “Craig ha effettivamente mostrato cose interessanti in questo rally, tra i più difficili della stagione. Naturalmente siamo delusi per l’uscita nell’ultimo tratto cronometrato del sabato, ma dobbiamo sottolineare la sua grande capacità di reazione della domenica, quando ha realizzato delle buone crono, su speciali particolarmente selettive, e questo è importante per le sue prossime gare. È anche la dimostrazione che la C3 WRC entra in sintonia con i suoi piloti. Mads invece non aveva gli stessi obiettivi, e domenica sembrava aver preso il pieno controllo della potenza della sua C3 WRC, ma si è fatto sorprendere“.

Infine sul prosieguo della stagione Budar ha dichiarato: “Siamo più che mai concentrati sul prossimo Rally di Turchia, che si preannuncia completamente diverso da quello che conosciamo. Per tutti sarà una pagina bianca, con livelli di esperienza identici per tutti gli equipaggi. Stiamo già lavorando duramente per prepararlo nel modo più accurato possibile, per cogliere al volo l’occasione e tentare di conquistare il quarto podio della stagione“.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati