Lancia Delta Futurista, a Grand Basel la rievocazione moderna di un mito [FOTO]

La "nostalgica" creatura di Automobili Amos è pronta

Automobili Amos annuncia l'arrivo dell'Integrale Speciale, versione moderna che fa rivivere la mitica Lancia Delta icona dei Rally anni '80. Il debutto avverrà a Grand Basel, evento in programma a Basilea dal 6 al 9 settembre.

Al Grand Basel, kermesse che si terrà a Basilea dal 6 al 9 settembre, sarà svelata la Lancia Delta Futurista. La creazione di Automobili Amos che vedrà la luce tra poche settimane è una rievocazione in chiave moderna dell’iconica sportiva italiana. Una tre porte, nata dall’ispirazione di Eugenio Amos e progettata insieme allo studio di design BorromeodeSilva, che mantiene linee e spirito del “Deltone” originale declinate ai giorni nostri.

Obiettivo 1.000 unità

Battezzata col nome di Integrale Speciale e prodotta dalla Podium Advanced Technologies, la vettura che abbiamo visto in versione concept al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este s’avvicina al momento del debutto con ambizioni importanti. Anche se per costruirne una ci vogliono quattro mesi, Eugenio Amos afferma che l’intenzione è quella di produrne circa 1.000 esemplari.

Componenti “Made in Italy”

Sotto la carrozzeria della Lancia Delta Futurista, arrivata a compimento dopo tre anni di lavoro, si nascondono le tecnologie e i componenti di aziende esclusivamente italiane. Composta in alluminio battuto a mano e fibra di carbonio, nonostante la riprogettazione di alcune parti e la presenza di nuove dotazioni, la vettura assume la stessa impostazione del modello originale, l’icona dei Rally degli anni ’80 che ha fatto sognare tanti appassionati.

Sospensioni moderne

Una componente che si è piegata alla modernità è la sospensione con la nuova architettura a doppio quadrilatero, abbinato ad ammortizzatori Bilstein a controllo elettronico e regolabili tramite un’app per smartphone, che ha preso il posto delle sospensioni MacPherson della Lancia Delta di quasi 40 anni fa.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati