Citroen DS al cinema: oltre 1.200 pellicole e le donne in primo piano

Citroen DS al cinema: oltre 1.200 pellicole e le donne in primo piano

Il rapporto tra il marchio francese ed il grande schermo

Tra Citroen DS ed il cinema c'è sempre stato un rapporto molto stretto e, in più di un'occasione, sono state le donne ad essere protagoniste. Da 'La Dea del '67' per arrivare al rapporto stretto con Jane Birkin.
Citroen DS al cinema: oltre 1.200 pellicole e le donne in primo piano

Tra una settimana si aprirà il Festival del Cinema di Venezia, uno degli appuntamenti principali del settore. Il grande schermo ed il mondo delle auto hanno avuto sempre un rapporto piuttosto stretto, con numerosi film resi iconici dalle vetture utilizzate e viceversa. Tra queste c’è DS, quando era ancora sotto il marchio Citroen, con oltre 1.200 pellicole realizzate tra film, spot e documentari.

La DS, le donne e ‘La Dea del ‘67’

In numerosi di questi film, la DS è stata associata alla presenza della protagonista femminile. Tra quelli più importanti c’è la ‘La Dea del ‘67’, della giovane regista Clara Law. Girato tra il Giappone e l’Australia, racconta il destino di una giovane giapponese stregata dal fascino della DS che riesce ad acquistarne una in Australia e decide di portala a casa guidandola.

La DS21 Pallas del ‘67 nell’insolito colore “Red Squirrel” con interni in pelle blu si abbina ai colori virati che contraddistinguono l’intera pellicola. Sarà lei, la Dea del ‘67 a cucire la narrazione di una vicenda certamente di non facile lettura e ad unire i protagonisti. Da ricordare anche Uma Thurman alla guida di una DS19 Cabriolet in ‘Gattaca’ e ‘Adorabili Amiche’ dove le tre protagoniste affrontano un lungo viaggio al volante di una Citroen DS Pallas.

Jane Birkin ed il legame con la DS

Quest’ultima pellicola riporta sulla DS l’attrice e cantante francese Jane Birkin. E’ stata un’autentica icona nel panorama europeo tra gli anni ‘60 e ‘70: lanciata dal film “Blow Up” di Michelangelo Antonioni, si trasferì a Parigi nel ‘68, dove sposò Serge Gainsbourg. Celebre la loro interpretazione del brano “Je t’aime… moi non plus” che fece scandalo nell’Europa dell’epoca.

Ma nel 1970 la Birkin prestò le sue grazie anche a Citroën, in occasione del lancio dell’ultima e più potente versione della DS Cabriolet con la quale posò per un celebre servizio fotografico che venne ripreso da tutte le principali testate motoristiche dell’epoca.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati