WP_Post Object ( [ID] => 547926 [post_author] => 51 [post_date] => 2018-08-23 11:35:06 [post_date_gmt] => 2018-08-23 09:35:06 [post_content] => Si torna a parlare di Magneti Marelli e della sua possibile cessione da parte di FCA. L'azienda italiana con sede a Corbetta in provincia di Milano, polo tecnologico che si occupa della componentistica dello stesso Gruppo FCA nei settori dell’elettronica e dell’illuminazione nel campo automotive, torna nuovamente sulla cresta dell'onda in merito a nuove voci riguardo la sua cessione, a questo punto sempre più probabile. Ricordiamo a tal proposito che i primi rumors sulla cessione di Magneti Marelli da parte di FCA risalgono addirittura al 2015 anche se in quel frangente il Gruppo FCA, guidato già da Sergio Marchionne, aveva sempre smentito tale ipotesi.

Cessione diretta o spin off?

Tuttavia col passare del tempo la posizione dei vertici di FCA si è andata via via alleggerendo con le prime conferme di interesse di acquisto di Magneti Marelli da parte di "diversi pretendenti" come ad esempio quella portata avanti dal colosso Samsung nell'estate del 2016. Come sappiamo la trattativa non andò in porto anche per volere dello stesso Gruppo FCA desideroso sempre più di evitare una semplice cessione e più incline ad effettuare uno spin off di Magneti Marelli da FCA con l'intento di creare valore aggiunto, soluzione preferita da Sergio Marchionne in primis e messa in pratica nello scorso mese di aprile quando il Gruppo FCA diede il via libera ad un piano di separazione di Magneti Marelli da completare tra la fine del 2018 e l'inizio del 2019.

KKR è scesa in campo

In queste ore, come anticipato in apertura, si è iniziato nuovamente a parlare di una cessione diretta di Magneti Marelli: a rilanciare l'ipotesi è stato il Wall Street Journal che ha riportato la notizia secondo cui il fondo di investimenti statunitense KKR sarebbe entrato in trattativa con il Gruppo FCA per l'acquisizione a stretto giro di Magneti Marelli. Nel dettaglio il Wall Street Journal ha scritto: "Magneti Marelli è valutata circa 3,23 miliardi di euro da alcuni analisti ed il prezzo di acquisto potrebbe essere superiore a questo livello", segno che probabilmente le trattative sono già ad un buon punto. Secondo le ultime indiscrezioni il fondo di private equity newyorchese potrebbe tentare di acquistare l'azienda italiana di respiro internazionale tramite la controllata Calsonic Kansei, azienda giapponese attiva nell'ambito automotive ceduta lo scorso anno da Nissan e da altri soci per circa 4,5 miliardi di euro.

Nascerà un colosso della componentistica?

In tal contesto la scalata a Magneti Marelli da parte del fondo KKR attraverso Calsonic Kansei aprirebbe la strada verso la creazione di un vero e proprio colosso della componentistica nel settore automotive. D'altro canto la cessione di Magneti Marelli al fondo KKR permetterebbe a FCA di poter incassare le risorse economiche necessarie per sostenere gli investimenti necessari alla realizzazione del piano industriale dei marchi dell'intero Gruppo presentato lo scorso 1° giugno. Giusto per avere un termine di paragone, la Magneti Marelli, che dà lavoro a circa 40.000 persone, nel 2016 ha generato ben 7,9 miliardi di euro di ricavi. Stando così le cose, l'ultima parola in merito a questa nuova e presunta trattativa spetterebbe di diritto a Mike Manley, neo amministratore delegato del Gruppo FCA dopo l'improvvisa scomparsa di Sergio Marchionne. Se la trattativa dovesse andare in porto, probabilmente Manley riterrà più vantaggiosa in termini economici per FCA una cessione diretta di Magneti Marelli rispetto ad uno spin-off. [post_title] => Magneti Marelli: il fondo KKR tratta l'acquisto con il Gruppo FCA [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => magneti-marelli-il-fondo-kkr-tratta-lacquisto-con-il-gruppo-fca [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-08-23 11:48:02 [post_modified_gmt] => 2018-08-23 09:48:02 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=547926 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Magneti Marelli: il fondo KKR tratta l’acquisto con il Gruppo FCA

Magneti Marelli è stato valutato dagli analisti circa 3,23 miliardi di euro

Dalla cessione di Magneti Marelli potrebbe nascere un vero e proprio colosso della componentistica automotive
Magneti Marelli: il fondo KKR tratta l’acquisto con il Gruppo FCA

Si torna a parlare di Magneti Marelli e della sua possibile cessione da parte di FCA. L’azienda italiana con sede a Corbetta in provincia di Milano, polo tecnologico che si occupa della componentistica dello stesso Gruppo FCA nei settori dell’elettronica e dell’illuminazione nel campo automotive, torna nuovamente sulla cresta dell’onda in merito a nuove voci riguardo la sua cessione, a questo punto sempre più probabile. Ricordiamo a tal proposito che i primi rumors sulla cessione di Magneti Marelli da parte di FCA risalgono addirittura al 2015 anche se in quel frangente il Gruppo FCA, guidato già da Sergio Marchionne, aveva sempre smentito tale ipotesi.

Cessione diretta o spin off?

Tuttavia col passare del tempo la posizione dei vertici di FCA si è andata via via alleggerendo con le prime conferme di interesse di acquisto di Magneti Marelli da parte di “diversi pretendenti” come ad esempio quella portata avanti dal colosso Samsung nell’estate del 2016. Come sappiamo la trattativa non andò in porto anche per volere dello stesso Gruppo FCA desideroso sempre più di evitare una semplice cessione e più incline ad effettuare uno spin off di Magneti Marelli da FCA con l’intento di creare valore aggiunto, soluzione preferita da Sergio Marchionne in primis e messa in pratica nello scorso mese di aprile quando il Gruppo FCA diede il via libera ad un piano di separazione di Magneti Marelli da completare tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019.

KKR è scesa in campo

In queste ore, come anticipato in apertura, si è iniziato nuovamente a parlare di una cessione diretta di Magneti Marelli: a rilanciare l’ipotesi è stato il Wall Street Journal che ha riportato la notizia secondo cui il fondo di investimenti statunitense KKR sarebbe entrato in trattativa con il Gruppo FCA per l’acquisizione a stretto giro di Magneti Marelli. Nel dettaglio il Wall Street Journal ha scritto: “Magneti Marelli è valutata circa 3,23 miliardi di euro da alcuni analisti ed il prezzo di acquisto potrebbe essere superiore a questo livello”, segno che probabilmente le trattative sono già ad un buon punto. Secondo le ultime indiscrezioni il fondo di private equity newyorchese potrebbe tentare di acquistare l’azienda italiana di respiro internazionale tramite la controllata Calsonic Kansei, azienda giapponese attiva nell’ambito automotive ceduta lo scorso anno da Nissan e da altri soci per circa 4,5 miliardi di euro.

Nascerà un colosso della componentistica?

In tal contesto la scalata a Magneti Marelli da parte del fondo KKR attraverso Calsonic Kansei aprirebbe la strada verso la creazione di un vero e proprio colosso della componentistica nel settore automotive. D’altro canto la cessione di Magneti Marelli al fondo KKR permetterebbe a FCA di poter incassare le risorse economiche necessarie per sostenere gli investimenti necessari alla realizzazione del piano industriale dei marchi dell’intero Gruppo presentato lo scorso 1° giugno. Giusto per avere un termine di paragone, la Magneti Marelli, che dà lavoro a circa 40.000 persone, nel 2016 ha generato ben 7,9 miliardi di euro di ricavi. Stando così le cose, l’ultima parola in merito a questa nuova e presunta trattativa spetterebbe di diritto a Mike Manley, neo amministratore delegato del Gruppo FCA dopo l’improvvisa scomparsa di Sergio Marchionne. Se la trattativa dovesse andare in porto, probabilmente Manley riterrà più vantaggiosa in termini economici per FCA una cessione diretta di Magneti Marelli rispetto ad uno spin-off.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati