Salaff C2: bagno di folla a Pebble Beach per l’eccentrica supercar

Salaff C2: bagno di folla a Pebble Beach per l’eccentrica supercar

La Salaff C2 mette in mostra un design fortemente originale

Carlos Salaff ha dato vita alla C2, inedita supercar su base Lamborghini Gallardo caratterizzata da una forte dose di originalità per quanto concerne il design
Salaff C2: bagno di folla a Pebble Beach per l’eccentrica supercar

Nella splendida cornice del Pebble Beach Concourse d’Elegance è stata tenuta a battesimo la Salaff C2, supercar inedita disegnata da Carlos Salaff, disegnatore americano che in passato ha prestato i suoi servizi a Mazda per dar vita sia a concept cars quali Nagare e Furai e sia a vetture prodotte in serie che rispondono al nome di Mazda 3 e MX-5. Nello specifico, ha sottolineato Carlos Salaff, la C2 è stato il primo modello firmato Salaff ad andare in produzione su espressa richiesta di un cliente committente.

Base Lamborghini, design Salaff

Come già riportato in un nostro articolo precedente alla presentazione ufficiale della Salaff a Pebble Beach, la C2 è stata progettata partendo dall’ottima base offerta dalla Lamborghini Gallardo. Il corpo vettura, invece, è stato modellato da Carlos Salaff sulla base del proprio intento che fin dal 2013, anno di fondazione dell’azienda che porta il suo nome, è stato quello di “dar vita a vere e proprie sculture viventi attraverso vetture uniche e dal design avveniristico in grado di poter emozionare l’animo umano.” In tal contesto, Carlos Salaff ha dato alla sua creatura un aspetto estremamente originale ed avveniristico che fa perdere le tracce dell’originaria Lamborghini Gallardo. In alcuni dettagli di natura estetica, ha dichiarato Salaff, la C2 si è ispirata a capolavori dell’automobilismo quali Ferrari 330 P4, Porsche 917 e Peugeot 905.

Il design della C2 punta sull’originalità

Nello specifico, la parte frontale della Salaff C2 è dominata da linee particolarmente squadrate: la parte inferiore è dominata da una voluminosa presa d’aria, mentre la parte superiore è contraddistinta da gruppi ottici estremamente sottili dalla forma triangolare e posizionati fino a ridosso dei passaruota anteriori. Il profilo della Salaff C2 rappresenta senza dubbio la porzione più eccentrica della supercar disegnata da Carlos Salaff dove un gran numero di prese e sfoghi d’aria si alternano tra le varie porzioni di carrozzeria disegnate con una forte carica di originalità. Il posteriore della nuova Salaff C2, invece, rivela una carrozzeria estremamente minimalista dominata dal generoso spoiler che allunga visivamente la coda della supercar e nasconde alla vista i due terminali di scarico disposti ai due lati opposti. Un ampio estrattore a tutta larghezza completa il quadro stilistico della nuova Salaff C2. Gli unici dettagli della C2 che ricordano le supercar di Sant’Agata Bolognese sono i numerosi sfoghi d’aria esagonali che caratterizzano in misura importante la parte discendente del tetto.

(photo credit: carscoops.com)

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati