WP_Post Object ( [ID] => 550557 [post_author] => 40 [post_date] => 2018-08-29 18:37:27 [post_date_gmt] => 2018-08-29 16:37:27 [post_content] => Sullo schermo centrale, che affianca quello dedicato alla strumentazione di bordo, si nota la sigla EQ. Nuovo emblema di Mercedes-Benz. Sigla che debutta assieme al primo veicolo totalmente elettrico del costruttore tedesco, la cui presentazione è programmata per il 4 settembre.

Una nuova occhiata

Dopo aver già fornito qualche breve prospettiva della vettura, attorno alla quale erano già emerse diverse indiscrezioni, la casa di Stoccarda diffonde una nuova anteprima del mezzo, attraverso una rapida occhiata dell'abitacolo. Il filmato è focalizzato sulla posizione di guida, che sembra ricalcare il più recente corso stilistico inaugurato sulle ultime vetture. Visibili diversi e sottili punti luce LED, un volante con un'impostazione che appare sportiva, ma allo stesso tempo ricercata ed elegante, soprattutto gli ampi schermi sollevati destinati ad ospitare strumentazione e sistema infotainment. Sono diversi i dettagli che offrono un'idea di cura certosina e attenzione per il particolare. Ma, a differenza delle classiche vetture della Stella a tre punte, troneggia centralmente la nuova sigla EQ, che sottolinea la differente natura dell'auto.

La rivoluzione elettrica

Identificata su diverse testate con la sigla EQ C, si sospetta che questa Mercedes EQ possa essere un SUV, considerando gli scorsi rumors e le poche prospettive già diffuse. Quella frontale, dedicata al design dei gruppi ottici, ma in particolare la successiva visione retrostante, anch'essa caratterizzata da un disegno LED particolare e distintivo, suggeriscono forme scolpite e sinuose che parrebbero piuttosto consone per un SUV. Il condizionale risulta doveroso anche parlando della parte tecnica. Ripensando alla Generation EQ Concept introdotta nel 2016, studiata per essere alimentata da due propulsori elettrici per complessivi 300 kW di potenza e 700 Nm di coppia massima, legati a loro volta a una batteria da 70 kWh, si suppone che questa EQ possa essere spinta da un'architettura di questo tipo con valori similari. Tra le stime segnalate allora: un'autonomia attorno ai 500 km ogni ricarica completa e un'accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in meno di cinque secondi. Video: Mercedes-Benz [post_title] => Mercedes EQ C: proposta un'anteprima dell'abitacolo [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mercedes-eq-c-proposta-unanteprima-dellabitacolo-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-08-29 18:37:27 [post_modified_gmt] => 2018-08-29 16:37:27 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=550557 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mercedes EQ C: proposta un’anteprima dell’abitacolo [VIDEO]

In evidenza i caratteristici ampi schermi allineati

Un altro breve video, diffuso da Mercedes-Benz, consente di dare un'occhiata alla postazione di guida dell'anticipato veicolo elettrico, contrassegnato dal nuovo brand EQ
Mercedes EQ C: proposta un’anteprima dell’abitacolo [VIDEO]

Sullo schermo centrale, che affianca quello dedicato alla strumentazione di bordo, si nota la sigla EQ. Nuovo emblema di Mercedes-Benz. Sigla che debutta assieme al primo veicolo totalmente elettrico del costruttore tedesco, la cui presentazione è programmata per il 4 settembre.

Una nuova occhiata

Dopo aver già fornito qualche breve prospettiva della vettura, attorno alla quale erano già emerse diverse indiscrezioni, la casa di Stoccarda diffonde una nuova anteprima del mezzo, attraverso una rapida occhiata dell’abitacolo. Il filmato è focalizzato sulla posizione di guida, che sembra ricalcare il più recente corso stilistico inaugurato sulle ultime vetture. Visibili diversi e sottili punti luce LED, un volante con un’impostazione che appare sportiva, ma allo stesso tempo ricercata ed elegante, soprattutto gli ampi schermi sollevati destinati ad ospitare strumentazione e sistema infotainment. Sono diversi i dettagli che offrono un’idea di cura certosina e attenzione per il particolare. Ma, a differenza delle classiche vetture della Stella a tre punte, troneggia centralmente la nuova sigla EQ, che sottolinea la differente natura dell’auto.

La rivoluzione elettrica

Identificata su diverse testate con la sigla EQ C, si sospetta che questa Mercedes EQ possa essere un SUV, considerando gli scorsi rumors e le poche prospettive già diffuse. Quella frontale, dedicata al design dei gruppi ottici, ma in particolare la successiva visione retrostante, anch’essa caratterizzata da un disegno LED particolare e distintivo, suggeriscono forme scolpite e sinuose che parrebbero piuttosto consone per un SUV.
Il condizionale risulta doveroso anche parlando della parte tecnica. Ripensando alla Generation EQ Concept introdotta nel 2016, studiata per essere alimentata da due propulsori elettrici per complessivi 300 kW di potenza e 700 Nm di coppia massima, legati a loro volta a una batteria da 70 kWh, si suppone che questa EQ possa essere spinta da un’architettura di questo tipo con valori similari. Tra le stime segnalate allora: un’autonomia attorno ai 500 km ogni ricarica completa e un’accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in meno di cinque secondi.

Video: Mercedes-Benz

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati