Ford sperimenta l’utilizzo di droni per ispezionare le linee di produzione [VIDEO]

Lo stabilimento di Dagenham nel Regno Unito è il primo a vantare controlli effettuati da droni

I dipendenti Ford, che si occupano della manutenzione degli stabilimenti, stanno utilizzando droni con telecamere integrate per ispezionare, in modo più sicuro ed efficiente, le attrezzature complesse o le aree più alte degli impianti produttivi
Ford sperimenta l’utilizzo di droni per ispezionare le linee di produzione [VIDEO]

Grosso passo in avanti nel segno della sicurezza nelle linee di produzione degli stabilimenti Ford dove l’innovazione garantita dai moderni droni sarà alla base di un nuovo modo di agire in sicurezza e velocità riguardo alla manutenzione degli impianti produttivi. Ma andiamo con ordine: fino a poco tempo fa, i dipendenti Ford chiamati a svolgere funzioni di manutenzione negli stabilimenti di produzione erano obbligati a compiere questi lavori utilizzando piattaforme e impalcature automatizzate estensibili. Per esaminare le strutture, alte anche 40 metri, i lavoratori impiegavano anche 12 ore dovendo spostare con una certa difficoltà gli ingombranti e pesanti macchinari necessari per poter mettere in atto le verifiche.

Al via la sperimentazione coi droni dotati di telecamere

Oggi invece, grazie alla moderna tecnologia, le cose sono cambiate decisamente in meglio. I dipendenti Ford dello stabilimento di produzione di Dagenham nel Regno Unito preposti ai vari controlli di manutenzione hanno iniziato ad utilizzare droni con telecamere integrate per ispezionare, in modo più sicuro, veloce ed efficiente, le attrezzature complesse o le aree più alte dell’impianto. Nello specifico, il personale incaricato della manutenzione, adesso è in grado di controllare i medesimi spazi attraverso droni dotati di videocamere GoPro e riesce ad esaminare accuratamente ogni area di produzione in soli 12 minuti. Così facendo, l’intero impianto di produzione può essere ispezionato in un solo giorno e con il tempo risparmiato, l’intero team di Dagenham può effettuare controlli più frequenti, senza l’obbligo di chiudere le strutture per costruire l’impalcatura che una volta era necessaria per effettuare i controlli.

Tempistiche ridotte all’osso

I droni sviluppati da Ford sono stati programmati per ispezionare tubazioni, localizzare perdite d’aria e controllare l’efficienza generale dei macchinari. Pat Manning, Machining Manager del Ford Dagenham Engine Plant, ha affermato al riguardo: “Avevamo scherzato sul fatto che un robot potesse sostituirci in alcune attività e, adesso, usiamo i droni. Avevamo bisogno di raggiungere altezze fino a 50 metri per eseguire le verifiche necessarie sul tetto e sulle aree di lavorazione. Ora possiamo coprire l’intero stabilimento in un giorno solo e, soprattutto, possiamo farlo evitando di esporre ad attività pericolose i membri del team.” Dopo questa prova presso l’impianto di Dagenham, il costruttore dell’Ovale Blu sta valutando la possibilità di utilizzare la tecnologia dei droni presso altri stabilimenti produttivi.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati