WP_Post Object ( [ID] => 552130 [post_author] => 40 [post_date] => 2018-09-04 16:13:59 [post_date_gmt] => 2018-09-04 14:13:59 [post_content] => Una lista interventi, accompagnata da un messaggio, sottolinea le diverse caratteristiche della Lancia Delta Futurista pensata da Automobili Amos.

Un'opera legata a un certo romanticismo

Con l'espressione "la nostra personale interpretazione", Automobili Amos anticipa la sua Lancia Delta Futurista attesa all'evento svizzero Grand Basel, in programma dal 6 al 9 settembre. Sarebbero in tutto 20 le vetture realizzate. Attraverso un comunicato, si segnalano alcuni aspetti della vettura come il peso che ammonta a 1.250 kg e la potenza espressa dal propulsore di circa 330 cavalli. Un rapporto, considerando i valori, di alto profilo. E il costo ricorda effettivamente una supercar, dato che si parla di circa 300.000 Euro. "Cara", si affretta a sottolineare proprio Automobili Amos sulla nota rilasciata nell'occasione. Il progetto, in sostanza, è una "visione romantica in un mondo troppo asettico, troppo veloce, che corre superficiale ed intangibile come il vento", recuperando ancora quanto indicato da Automobili Amos. Il rispolvero di una metodologia e non solo di uno stile, rispettando una certa filosofia di fare automobili. Lo si nota soprattutto dall'essenzialità estetica del progetto.

Diversi interventi

Gruppi ottici LED, che ripropongono il celebre design dei fari anteriori e posteriori della Delta, diversi inediti elementi in carbonio che abbracciano una struttura sempre muscolosa e composta da linee tese, l'utilizzo di elementi in acciaio e alluminio, i doppi terminali stretti da un sottile e longilineo estrattore, particolari cerchi che richiamano quelli iconici della sportiva torinese, sono tanti i dettagli e le componenti che danno forza estetica e tecnica alla vettura proposta da Automobili Amos. La si può considerare un'operazione di "restomod", ridando attualità a un'idea vincente. Ma sono soprattutto alcune specifiche componenti, ad esempio gli ammortizzatori a controllo elettronico dello smorzamento, la centralina del motore di tipo motorsport, la maggiorazione di alcuni elementi legati al sistema di raffreddamento o il kit di potenziamento motore firmato Autotecnica, a rendere questo progetto spumeggiante. Solo pochi accenni, in vista del debutto sotto i riflettori del Grand Basel. Video: Automobili Amos [post_title] => Lancia Delta Futurista di Automobili Amos: romanticismo e amarcord sportivo [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => lancia-delta-futurista-di-automobili-amos-romanticismo-e-amarcord-sportivo-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-09-05 14:43:55 [post_modified_gmt] => 2018-09-05 12:43:55 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=552130 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Lancia Delta Futurista di Automobili Amos: romanticismo e amarcord sportivo [FOTO]

Ricordando la “regina dei rally”

Automobili Amos reinterpreta una delle intramontabili icone della sportività automobilistica. La sua visione “Futurista” della storica Lancia Delta HF. Si parla di soli 20 esemplari

Una lista interventi, accompagnata da un messaggio, sottolinea le diverse caratteristiche della Lancia Delta Futurista pensata da Automobili Amos.

Un’opera legata a un certo romanticismo

Con l’espressione “la nostra personale interpretazione”, Automobili Amos anticipa la sua Lancia Delta Futurista attesa all’evento svizzero Grand Basel, in programma dal 6 al 9 settembre. Sarebbero in tutto 20 le vetture realizzate.
Attraverso un comunicato, si segnalano alcuni aspetti della vettura come il peso che ammonta a 1.250 kg e la potenza espressa dal propulsore di circa 330 cavalli. Un rapporto, considerando i valori, di alto profilo. E il costo ricorda effettivamente una supercar, dato che si parla di circa 300.000 Euro. “Cara”, si affretta a sottolineare proprio Automobili Amos sulla nota rilasciata nell’occasione.
Il progetto, in sostanza, è una “visione romantica in un mondo troppo asettico, troppo veloce, che corre superficiale ed intangibile come il vento”, recuperando ancora quanto indicato da Automobili Amos. Il rispolvero di una metodologia e non solo di uno stile, rispettando una certa filosofia di fare automobili. Lo si nota soprattutto dall’essenzialità estetica del progetto.

Diversi interventi

Gruppi ottici LED, che ripropongono il celebre design dei fari anteriori e posteriori della Delta, diversi inediti elementi in carbonio che abbracciano una struttura sempre muscolosa e composta da linee tese, l’utilizzo di elementi in acciaio e alluminio, i doppi terminali stretti da un sottile e longilineo estrattore, particolari cerchi che richiamano quelli iconici della sportiva torinese, sono tanti i dettagli e le componenti che danno forza estetica e tecnica alla vettura proposta da Automobili Amos. La si può considerare un’operazione di “restomod”, ridando attualità a un’idea vincente. Ma sono soprattutto alcune specifiche componenti, ad esempio gli ammortizzatori a controllo elettronico dello smorzamento, la centralina del motore di tipo motorsport, la maggiorazione di alcuni elementi legati al sistema di raffreddamento o il kit di potenziamento motore firmato Autotecnica, a rendere questo progetto spumeggiante. Solo pochi accenni, in vista del debutto sotto i riflettori del Grand Basel.

Video: Automobili Amos

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati