Lancia Rally 037: FCA Heritage ricorda il leggendario marchio torinese con Miki Biasion [VIDEO]

Lancia Rally 037: FCA Heritage ricorda il leggendario marchio torinese con Miki Biasion [VIDEO]

In occasione dell'evento “Amiki miei”

La divisione che si occupa delle vetture storiche del gruppo FCA è presente all'evento internazionale dedicato al marchio Lancia e ai suoi successi sportivi, organizzato a Bassano del Grappa dal due volte campione del mondo rally, Miki Biasion
Lancia Rally 037: FCA Heritage ricorda il leggendario marchio torinese con Miki Biasion [VIDEO]

Esistono nomi, volti, storie, successi e sconfitte che continueranno ad alimentare una passione, anche oltre i limiti del loro tempo. Così accade per il marchio Lancia, per Miki Biasion, per tutti gli aneddoti raccontati agli uomini e alle donne presenti a Bassano del Grappa, in occasione del raduno internazionale dedicato al marchio torinese “Amiki Miei”. Un evento a cui prende parte anche la divisione FCA Heritage, mostrando un esemplare stradale di Lancia Rally, altrettanto nota per la sigla di progetto “037”.

Debutto e successi

La presenza di una versione stradale di Lancia Rally omaggia anche il campione veneto, dato che la indimenticabile carriera sportiva di Miki Biasion è iniziata proprio a bordo di una vettura Lancia di Gruppo B, nel lontano 1983. Il pilota conquistò, all’esordio su una vettura torinese, ben 11 successi su 12 nel Campionato Europeo di quello stesso 1983. Anno nel quale vinse anche la serie italiana. Solo l’inizio di un percorso che culminò con il doppio successo mondiale nei Campionati Rally del 1988 e 1989, a bordo della mitica Lancia Delta HF Integrale.

La manifestazione arricchita con una Lancia Rally 037

La denominazione completa del progetto è SE037, ma per gli appassionati la Lancia Rally è accompagnata anche dall’iconica cifra 037. Risale agli inizi degli Anni Ottanta (1982), come erede designata della vincente Fiat 131 Abarth Rally.
La vettura è imparentata con l’altrettanto leggendaria Lancia Beta Montecarlo, condividendo la cellula centrale collegata a due tralicci (anteriore e posteriore). Interessante è il prospetto di questa auto nel filmato intitolato “Winning”, che segnaliamo nell’occasione. Un video del passato, proposto dal Centro Storico Fiat e curato dal regista Gianpaolo Tescari, che racconta le caratteristiche e il percorso agonistico della meglio conosciuta “Lancia 037”.
L’estetica dell’esemplare mostrato all’evento veneto porta la prestigiosa firma di Pininfarina, mentre il motore fu curato dall’Abarth. I tecnici dello Scorpione studiarono un’unità 16 valvole di origine Fiat disposta longitudinalmente e collocata centralmente nella zona posteriore, con un’architettura bi-albero e cubatura di 2.0 litri, sovralimentata grazie a un compressore volumetrico. Il picco di potenza ammontava a 205 cavalli. L’elevato dinamismo poggiava, poi, su una raffinata alchimia tra diverse componenti.
La versione stradale è una di sole 200 vetture realizzate, omologabile anche per l’allora Gruppo B. Il citato motore, secondo quanto segnalato, consente di coprire la distanza 0-100 km/h in meno di sette secondi e valicare i 220 km/h. Invece erano ben 310 i cavalli espressi dal propulsore presente sulla versione da competizione. Vittoriosa a livello nazionale, europeo e anche mondiale sempre nel 1983. L’ultima vettura a trazione posteriore ad aver conquistato il titolo iridato nei rally, prima dell’era 4×4.
L’evento “Amiki miei”, riservato alle storiche marchiate Lancia realizzate fino al 1994, è programmato nei giorni 8 e 9 settembre a Bassano del Grappa.

Video: Centro Storico Fiat

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati