FCA: investimento di 30 milioni di dollari sulla guida autonoma

Verrà ammodernato il Chelsea Proving Grounds in Michigan

Il Gruppo FCA ha stanziato un investimento di 30 milioni di dollari per ammodernare il Chelsea Proving Grounds in Michigan, struttura dove verranno provate le vetture a guida autonoma e non solo.
FCA: investimento di 30 milioni di dollari sulla guida autonoma

Il Gruppo FCA accelera sulla guida autonoma. E’ stato, infatti, annunciato un investimento di 30 milioni di dollari negli Stati Uniti, per ammodernare la struttura per i test sulle vetture senza conducente e sulle tecnologie di sicurezza avanzate. Questo impianto è il Chelsea Proving Grounds, in Michigan, a circa un’ora da Detroit ed è già stata utilizzata per la collaborazione con la Waymo.

FCA e guida autonoma: le parole dell’ad Manley

E’ stato il neo amministratore delegato Mike Manley, subentrato da poche settimane allo scomparso Sergio Marchionne, a spiegare la funzionalità di questa struttura: “Aiuterà a sostenere e rendere possibile il successo del piano industriale quinquennale della società – le sue parole – Il poter testare le tecnologie autonome e per la sicurezza avanzate consentirà ad FCA di offrire ai suoi clienti quello che vogliono nel nostro portafoglio di marchi“.

Come sarà la struttura in Michigan di FCA

La struttura consentirà di testare i vari livelli di autonomia e consentirà all’azienda di valutare i veicoli FCA utilizzando i protocolli di test di terze parti, quali l’Istituto assicurativo per la sicurezza stradale (IIHS), il programma di valutazione europeo ed americano NCAP ed EuroNCAP, oltre ad ulteriori simulazioni di test di frenata elettronica automatica.

Ci sarà anche una zona in cui testare le vetture in autostrada, con la possibilità di sviluppare sistemi di veicoli autonomi in un’ampia gamma di ambienti difficili, tra cui ostacoli, gallerie, condizioni di illuminazione della strada diverse e rampe di entrata e di uscita.

Il centro di comando copre oltre 6.500 metri quadrati e ospita apparecchiature informatiche di vitale importanza per la funzionalità GPS e la comunicazione dei veicoli di prova. Infine, la struttura di ADAS ospita test di iterazioni avanzate di frenata di emergenza automatica e tecnologie di parcheggio automatizzato su un nuovo impianto di prova pavimentato di 35 acri.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati