Mercedes GLE MY 2019: nuovo design e più tecnologia, anche in versione 7 posti [FOTO e VIDEO]

La GLE di seconda generazione scopre le carte

Mercedes ha alzato il velo dalla nuova generazione della GLE. Il SUV, ammorbidito nel design, offre nuovi contenuti e motorizzazioni elettrificate. Debutto al Salone di Parigi, nelle concessionarie italiane nelle prima metà del 2019.

Mercedes ha ufficialmente svelato la nuova generazione della GLE, il SUV della Stella che qualche anno fa ha raccolto l’eredità della ML. Uno dei modelli più importanti della gamma della Casa di Stoccarda si rinnova in maniera significativa sia dal punto di vista stilistico che dei contenuti, con un aggiornamento della gamma che punta a consolidare il suo ruolo nel segmento dei SUV. La Mercedes GLE di seconda generazione farà il suo debutto in pubblico a inizio ottobre al Salone di Parigi, mentre l’arrivo nelle concessionarie italiane avverrà entro la metà del prossimo anno.

Linee più morbide

Una delle principali novità della nuova Mercedes GLE è l’ingresso nella gamma della inedita variante a 7 posti, che richiama la tradizione della sua antenata, la Classe M, attraverso le proporzioni, le linee della vetratura ed il montante posteriore, fermo restando l’attualità dei canoni stilistici della Stella. Il design della nuova GLE ha visto ammorbidirsi le linee con un frontale più tondeggiante e al tempo stesso più muscoloso, ricalcato anche dalle linee dei gruppi ottici con fari Multibeam LED, in grado di illuminare fino ad una distanza di 650 metri grazie agli abbaglianti Ultra Range. La GLE MY 2019, che vanta un coefficiente di resistenza aerodinamico Cx di 0,29, ha muscolosi passaruota con protezioni in plastica che contengono i cerchi da 18 a 22 pollici, caratterizzando la fiancata della vettura insieme alla pedana integrata nella parte bassa. Guardando il posteriore del SUV della Stella si notano i fanali sottili e affilati, in stile CLS, che sono uniti da un cromatura che nasconde la maniglia del portellone.

Terza fila di sedili a richiesta

La nuova Mercedes GLE punta anche alla versatilità e allo spazio a bordo, come testimoniato dal bagagliaio che offre 825 litri di capacità di carico, espandibile fino a 2.055 litri con l’abbattimento degli schienali della seconda fila di sedili. Come detto, la gamma propone anche la variante a 7 posti che integra lo spostamento elettrico in avanti della seconda fila per agevolare l’accesso ai due sedili supplementari, ripiegabili nel vano bagagli, che trovano un’adeguata collocazione anche grazie all’allungamento del passo, 80 mm in più, arrivando a misura 2.995 mm.

Versioni elettrificate

Tra le motorizzazioni della nuova Mercedes GLE c’è ampio spazio all’elettrificazione e non potrebbe essere altrimenti vista la tendenza della Stella e di gran parte dei costruttori. Al debutto la nuova GLE offrirà powertrain ibridi a 48V, mentre più avanti arriverà la versione ibrida plug-in. La GLE 450 4Matic, equipaggiata con il motore benzina turbo sei cilindri 3.0 litri da 367 CV e 500 Nm di coppia, porta al debutto nella gamma la tecnologia EQ Boost che aggiunge 22 CV e 250 Nm extra prodotti dall’unità elettrica. In un secondo momento la rosa dei propulsori si amplierà con l’arrivo di altri motori a quattro e otto cilindri. L’intera gamma sarà equipaggiata con il cambio automatico 9G-Tronic a 9 marce, con gran parte delle versioni che potranno disporre della trazione integrale 4Matic. La trazione 4Matic avrà un ripartitore di coppia fisso 50:50 sulle versioni con motori dalla cilindrata più contenuta, mentre sui propsulsori sei e otto cilindri disporrà di ripartitore a controllo elettronico. Inoltre tra gli optional sarà disponibile anche un ripartitore specifico per la guida off-road.

Sulla GLE i clienti potranno beneficiare anche dell’assetto E-Active Body Control, novità che rende la guida più confortevole e recupera l’energia elettrica dalle sconnessioni, anche grazie alla lavoro condiviso con le sospensioni pneumatiche Airmatic, la telecamera Road Surface Scan e l’inclinazione dinamica in curva.

Il sistema MBUX e 40 funzioni inedite

All’interno della nuova Mercedes GLE c’è l’infotainment MBUX, il nuovo sistema della Stella che sul SUV si compone di due display da 12,3 pollici, uno a fare da quadro strumenti digitale e l’altro da infotainment. Il sistema multimediale può essere gestito tramite touch, oppure attraverso il volante o i comandi posti sul tunnel centrale. Dotata di 40 funzioni inedite che comprendono l’integrazione con nuove applicazioni, lettura automatica e dettatura delle e-mail, e funzioni specifiche per la guida in fuoristrada, la GLE MY 2019 è dotata anche di diversi sistemi di intelligenza artificiali che apprendono le abitudini del guidatore, di navigatore con realtà aumentata, comandi vocali e head-up display con area di proiezione da 45 cm. Disponibili a richiesta invece i comandi gestuali.

Debutta il Distronic

La dotazioni di sicurezza del nuovo SUV di Mercedes vantano alcune “prime volte”, come nel caso del Distronic che, insieme alla funzione di cruise control adattivo, è in grado di adeguare la velocità in base al percorso analizzato le mappe e rallentando in maniera preventiva se si avvicina ad una coda. Superato l’incolonnamento la GLE riparte e accelera fino al limite imposto dalla segnaletica stradale. Oltre a sistemi come la frenata autonoma in caso di emergenza e l’assistenza per la manovre con rimorchio, il SUV della Stella è equipaggiato anche del Blind Spot Assist attivo con funzione dedicata all’apertura della portiere dall’interno e all’uscita dall’auto.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati