WP_Post Object ( [ID] => 556060 [post_author] => 24 [post_date] => 2018-09-13 12:23:14 [post_date_gmt] => 2018-09-13 10:23:14 [post_content] => La Peugeot 3008, partita più di una settimana fa da Milano con a bordo i ragazzi di Peugeot Crew, sta proseguendo il suo avventuroso viaggio che segue le orme della Via della Seta. Dopo averci raccontato di Kazan, la spedizione del Leone, ieri 12 settembre ottavo giorno di viaggio, è arrivata ad Astana, capitale del Kazakistan.

La sofisticata nuove capitale kazaka

Definita la città più fredda del mondo, con temperature che inverno arrivano a -52 gradi, Astana ha accolto la 3008 della Peugeot Crew con una temperatura di 7 gradi e mettendo in mostra l'anima sofistica e altera di una città ricca di tradizioni. Tagliata in due dal fiume Ishim, Astana è caratterizzata dalla parte storica che si sviluppa sulla riva destra mentre dall'altra parte del fiume trovano spazio i quartieri più moderni, futuristici e occidentalizzati. Tra le attrazioni della capitale kazaka ci sono la Torre di Bayterek, con la sua sfera d'oro a dominare la scena, e il Palazzo della Pace e della Concordia che assume la forma di un enorme piramide.

La 3008 non si ferma

Dopo aver percorso migliaia di chilometri, con le ultime tappe particolarmente pesanti ed impegnative, la Peugeot Crew si concederà un paio di giorni di riposo prima di ripartire verso Almaty, antica capitale del Kazakistan, e proseguire così la sua avventura. Un viaggio impegnativo anche per la 3008 che, come raccontano i ragazzi di Peugeot Crew, ha saputo difendersi bene nelle tratte kazake, su percorsi che per difficoltà non hanno nulla da invidiare alle tappe delle competizioni rally. [post_title] => Peugeot 3008, il viaggio sulle orme della Via della Seta fa tappa ad Astana [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => peugeot-3008-il-viaggio-sulle-orme-della-via-della-seta-fa-tappa-ad-astana-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-09-13 12:23:14 [post_modified_gmt] => 2018-09-13 10:23:14 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=556060 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Peugeot 3008, il viaggio sulle orme della Via della Seta fa tappa ad Astana [FOTO]

La capitale kazaka ha accolto la Peugeot Crew

Il viaggio della Peugeot 3008 che accompagna i ragazzi di Peugeot Crew sulle orme della Via della Seta è giunto ad Astana, capitale del Kazakistan.

La Peugeot 3008, partita più di una settimana fa da Milano con a bordo i ragazzi di Peugeot Crew, sta proseguendo il suo avventuroso viaggio che segue le orme della Via della Seta. Dopo averci raccontato di Kazan, la spedizione del Leone, ieri 12 settembre ottavo giorno di viaggio, è arrivata ad Astana, capitale del Kazakistan.

La sofisticata nuove capitale kazaka

Definita la città più fredda del mondo, con temperature che inverno arrivano a -52 gradi, Astana ha accolto la 3008 della Peugeot Crew con una temperatura di 7 gradi e mettendo in mostra l’anima sofistica e altera di una città ricca di tradizioni. Tagliata in due dal fiume Ishim, Astana è caratterizzata dalla parte storica che si sviluppa sulla riva destra mentre dall’altra parte del fiume trovano spazio i quartieri più moderni, futuristici e occidentalizzati. Tra le attrazioni della capitale kazaka ci sono la Torre di Bayterek, con la sua sfera d’oro a dominare la scena, e il Palazzo della Pace e della Concordia che assume la forma di un enorme piramide.

La 3008 non si ferma

Dopo aver percorso migliaia di chilometri, con le ultime tappe particolarmente pesanti ed impegnative, la Peugeot Crew si concederà un paio di giorni di riposo prima di ripartire verso Almaty, antica capitale del Kazakistan, e proseguire così la sua avventura. Un viaggio impegnativo anche per la 3008 che, come raccontano i ragazzi di Peugeot Crew, ha saputo difendersi bene nelle tratte kazake, su percorsi che per difficoltà non hanno nulla da invidiare alle tappe delle competizioni rally.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati