Volkswagen dice addio al Maggiolino: stop alla produzione da luglio 2019

La Final Edition accompagna l'uscita di scena di un mito

Con il lancio della versione Final Edition della Volkswagen Beetle conferma la fine della produzione del mitico Maggiolino. Cala così il sipario su una vettura che, anche grazie al cinema, è diventata un'icona in tutto il mondo.

A luglio del prossimo anno verrà definitivamente fermata la produzione del Maggiolino, a confermarlo è Volkswagen che ha deciso di mandare in pensione un modello diventato un icona dell’automobilismo, anche grazie ai ruoli da protagonista in diversi film.

Calo di vendite

Tuttavia anche i miti come il Maggiolino devono fare i conti con le leggi del mercato ed in particolare con il calo delle vendite, che ha spinto il marchio di Wolfsburg a dire addio alla Maggiolino. Nell’ultimo anno le vendite del modello sono calate del 3,2%, confermando che le esigenze e i gusti degli automobilisti vanno da tutt’altra parte. Così dal luglio 2019 verranno definitivamente fermate le linee produttive dell’impianto messicano di Puebla, l’unico nel mondo rimasto a produrre la Volkswagen Beetle.

Doppia Final Edition

Prima però di ammainare la gloriosa bandiera che ha sventolato per quasi settant’anni, il Maggiolino di Volkswagen saluta con due edizioni speciali che sono state appena presenta: la Final Edition SE e la Final Edition SEL. Si tratta di due versioni celebrative della Volkswagen Beetle disponibili sia in versione coupé che cabrio. Oltre ai colori Pure White, Deep Black Pearl e Platinum Grey, le due vetture potranno optare anche per le due nuove tinte esclusive: Safari Uni e Stonewashed Blue.

Personalizzazione estetica

La due Final Edition del Maggiolino sono caratterizzate da una serie di dettagli cromati, fari bixenon, luci diurne a LED, fanali a LED, fendinebbia e cerchi in alluminio da 17 e 18 pollici con finitura bianca. Gli interni sono personalizzati e propongono pulsante d’avviamento, volante multifunzione rivestito in pelle, pedaliera in acciaio e climatizzatore automatico. Inoltre nell’abitacolo spiccano i sedili in tessuto e similpelle con trama a rombo o a diamante. Sotto il cofano c’è il quattro cilindri turbo 2.0 litri da 174 CV abbinato al cambio automatico a 6 marce.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati