Kia Niro Hybrid: tra smartphone e Connected Services [#5COSEDASAPERE – EPISODIO 3]

La tecnologia a bordo della Kia Niro

In questo terzo episodio del #5CosedaSapere dedicato alla Kia Niro ci concentreremo su un aspetto sempre più importante delle nostre vite quotidiane, e di conseguenza anche a bordo delle nostre auto: la connettività e la comunicazione. Il crossover coreano in questo senso non si fa mancare nulla

Eccoci al nostro giro di boa con le #5CosedaSapere sulla Kia Niro Hybrid. Nelle passate puntate ci siamo concentrati soprattutto sull’estetica, andando ad analizzare nei dettagli cosa caratterizza questo crossover coreano sia fuori che nell’abitacolo. Sempre nella zona abitativa rimaniamo, ma per concentrarci questa volta su un elemento che ormai da anni è divenuto parte fondamentale e quasi imprescindibile delle nostre auto: il sistema di infotainment. Non solamente un vezzo, ma uno strumento molto utile sia per la sicurezza che per il viaggio. Andiamo a scoprire come si è comportata Kia in questo senso.

La Kia Niro Hybrid e la sua Interfaccia Macchina-Uomo

Il sistema di infotainment della Kia Niro Hybrid è basato su un display touchscreen con una diagonale da 7 pollici (poco meno di 18 cm), il che significa che è più grande di un normale smartphone, ma sensibilmente più piccolo dei tablet ai quali siamo abituati. La casa utilizza un nome quasi fantascientifico per descriverlo, ma pienamente giustificato dalla mole di strumenti messi a disposizione, alcuni dei quali derivati da vetture di segmento decisamente più alto rispetto alla Kia. Parliamo del sistema HMI, ovvero “Human Machine Interface” (Interfaccia Uomo-Macchina). Dietro a questo nome sono raggruppati moltissimi dei classici sistemi di connettività che utilizziamo tutti i giorni, come ad esempio il Bluetooth per il nostro smartphone, insieme a quelli per l’intrattenimento, ovvero la radio digitale DAB e l’impianto audio con sei altoparlanti. Ovviamente, però, non ci si ferma a questo.
Una delle funzioni più importanti è senza dubbio quella dei Kia Connected Services. Si tratta di una serie di informazioni extra, veicolate proprio attraverso lo schermo del navigatore, che la casa coreana fornisce gratuitamente per sette anni e che comprendono notizie sul traffico (in collaborazione con la TomTom), il meteo e persino la presenza di autovelox e tutor. Vi sono anche dei servizi per la sicurezza e il controllo della macchina, ma per questo discorso dobbiamo passare al prossimo capitolo.

La Kia Niro Hybrid gira intorno al nostro smartphone

Gli smartphone sono diventati il cuore anche della vita in auto. Prima di tutto la Niro è stata una delle prime Kia a comprendere la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto. Queste sono le due interfacce sviluppate rispettivamente da Apple e Google per fare in modo che le informazioni più importanti e le app dei nostri telefoni venissero proiettate direttamente sul display dell’infotainment. Questo consente di godere della propria musica e del proprio navigatore preferito (Apple ha recentemente aperto anche a navigatori come Google Maps e Waze) senza dover passare attraverso labirinti di impostazioni. È più che sufficiente collegare lo smartphone all’apposita presa USB. Ad ulteriore conferma dell’importanza dello smartphone nella vita di bordo, la Niro ha implementato anche una piastra nel tunnel per la ricarica senza fili (solo per telefoni compatibili) con una potenza di 5 W.
Come detto, però, sul nostro smartphone girerà anche un’altra novità importante, ovvero il Kia Remote Assistant. Si tratta di un software apposito e controllabile dal telefono che consente di interagire con l’auto come già avviene per vetture di segmento molto alto (pensiamo ad esempio a Tesla). È possibile effettuare un controllo a distanza del veicolo, per verificarne manutenzione, chilometraggio, livello del serbatoio e anche posizione. In movimento è altrettanto possibile controllare se la vettura si trova in una determinata zona o meno, una funzione che di sicuro piacerà ai genitori di figli neo patentati. Sono disponibili anche degli speciali messaggi di emergenza, con i quali è possibile parlare con operatori qualificati al servizio assistenza Kia ed eventualmente chiamare i soccorsi nel malaugurato caso fosse necessario.

Tanta tecnologia che ben si sposa con il progresso della guida autonoma, sicura protagonista della prossima puntata del #5CosedaSapere sulla Kia Niro Hybrid.

RILEGGETE TUTTE LE PUNTATE DEL 5COSEDASAPERE SULLA KIA NIRO

Leggi altri articoli in #5cosedasapere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati