Area C Milano: dal primo ottobre in vigore il divieto d’accesso per i cosiddetti “Diesel Pesanti”

Le novità delle disposizioni dopo l'approvazione

Divieti e deroghe, legate all'Area C milanese, attive dal primo ottobre 2018. I divieti riguardano in particolare i mezzi alimentati a gasolio di tipo Euro 4 senza FAP
Area C Milano: dal primo ottobre in vigore il divieto d’accesso per i cosiddetti “Diesel Pesanti”

Il divieto d’accesso alla zona ZTL Area C, dal 1° ottobre 2018, interessa i veicoli di tipo Euro 4 senza FAP alimentati a gasolio dedicati al trasporto di oggetti e identificabili come “Diesel Pesanti”, nonché mezzi dello stesso tipo, ma da autonoleggio con conducente del tipo NCC, che prevedano oltre nove posti al loro interno. Si tratta sempre di veicoli che rientrano nel raggruppamento dei già citati “Diesel Pesanti”. Invece, passando alle vetture e ai veicoli Euro 4 Diesel appartenenti ai residenti dell’area, il divieto di accesso è spostato al 31 dicembre, in pratica a fine anno. Ciò emerge dalle ultime disposizioni deliberate dalla Giunta Comunale il 21 settembre scorso. Riprendendo anche la delibera n. 1751/2017 datata 06 ottobre 2017 e a quella n. 1617 del 21 settembre 2018.

Divieti e deroghe

Assieme agli accennati divieti in vigore dal primo ottobre, dal 1° gennaio del 2019, come indicato sul portale del capoluogo meneghino, la ZTL Cerchia dei Bastioni sarà inaccessibile per qualsiasi veicolo a gasolio Euro 4 senza FAP. I residenti che possiedono questo tipo di mezzi avranno a disposizione solo 40 accessi gratuiti, disponibili sino alla fine del 30 settembre 2019. Una volta terminati, anche prima e di conseguenza dopo questa data, non potranno più accedere con questi mezzi e circolare nell’area.
Ma sono segnalate anche delle deroghe, le cui modalità di richiesta restano tali. Sino al 30 settembre del prossimo anno, vige la sperimentazione relativa al divieto di accesso tra le ore 8.00 e le 10.00 da lunedì a venerdì feriali, per differenti categorie di veicoli variati da quelli immatricolati, come furgone isotermico o coibentato ad altri indicati come “veicoli di servizio” e registrati nel sistema MyAreaC. Mentre dal 1° ottobre di questo anno sono derogati anche i veicoli da trasporto di cose, impiegati da liberi professionisti Ingegneri e Architetti, iscritti ai rispettivi Ordini professionali, per lavorare nell’Area C e per “esigenze lavorative non procrastinabili”.

Ticket anche per le ibride da ottobre del 2019

Il pagamento del ticket d’accesso dal 1° ottobre del 2019 riguarda anche i veicoli ibridi, quelli di classe M1, con contributo emissivo di CO2 > 75 g/km. Il tipo di classe del veicolo e il valore di emissione è ricavabile dal libretto dell’auto, facendo attenzione ai campi di riferimento contrassegnati con J e V7.
Nel caso il contributo emissivo di CO2 del mezzo ibrido risulta ≤ 75 g/km, si inizia a pagare dal 1 ottobre 2023. Data che riguarda anche i mezzi ibridi di classi M2, M3, N1, N2, N3. Se poi il dato corrisponde a un valore ≤ 50 g/km, si parte dal 1° ottobre 2030 secondo le indicazioni fornite.

Leggi altri articoli in Veicoli commerciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Area C: venerdì sospeso il provvedimento, da lunedì nuove regole

Dal 16 ottobre l'area compresa nella Cerchia dei bastioni sarà vietata a tutti veicoli diesel Euro 0, 1, 2, 3 ed Euro 4 senza FAP
Importanti novità per la viabilità di Milano. Venerdì 13 ottobre l’Area C sarà sospesa per l’aggiornamento del sistema relativo all’entrata