WP_Post Object ( [ID] => 562243 [post_author] => 24 [post_date] => 2018-10-02 14:59:47 [post_date_gmt] => 2018-10-02 12:59:47 [post_content] => Nello stand di Ferrari al Salone di Parigi, oltre alle novità rappresentate dalle due barchette Monza SP1 e SP2, a catturare sguardi e attenzioni è la 488 Pista Spider. Svelata in anteprima mondiale poco più di un mese fa in California, in occasione del Concorso d'Eleganza di Pebble Beach, la Ferrari 488 Pista Spider approda per la prima volta in Europa e lo fa potendosi vantare di essere la spider di serie più performante che sia mai stata prodotta dalla Casa di Maranello.

Spinta dal V8 3.9 da 720 CV

La Ferrari 488 Pista Spider ha il miglior rapporto peso/potenza di sempre, pari a 1,92 kg/CV, tra le scoperte del Cavallino. Sotto il cofano della supercar c'è il meglio della produzione motoristica Ferrari, vale a dire il V8 biturbo da 3.9 litri, nominato per il terzo anno di fila miglior motore al mondo, che sviluppa una potenza di 720 CV (50 in più rispetto alla 488 Spider e 115 in più rispetto alla precedente versione speciale) e una coppia massima di 770 Nm disponibile da 3.000 giri al minuti, per una potenza specifica raggiunta di 185 CV/l. Le performance sono di assoluto livello: accelerazione 0-100 km/h in 2,85 secondi, e tempo sul giro a Fiorano in 1'21''5. La vettura del Cavallino beneficia del nuovo layout di aspirazione sperimentato sulla 488 Challenger, con prese d'aria portate vicino allo spoiler posteriore anziché sulle fiancate, a beneficio di un flusso d'aria maggiore e più diretto, che si traduce in un incremento della potenza. Il motore, alleggerito nel peso, è abbinato al cambio in puro stile racing che si esalta nella velocità di cambiata grazie alla posizione "Race" del manettino.

Costruita con materiali leggeri

La carrozzeria esterna è stata progettata per ridurre al minimo il peso, sfruttando materiali ultraleggeri come la fibra di carbonio per il cofano motore, i paraurti anteriori e posteriori e lo spoiler posteriore, e il Lexan per il lunotto posteriore. Rispetto alla 488 Spider, la 488 Pista Spider ha migliorato del 20% l'efficienza aerodinamica, mentre la riprogettazione delle parti esterne dei paraurti, lo spoiler posteriore e le evacuazioni dietro le ruote posteriori hanno permesso di aumentare di un ulteriore 23% il carico aerodinamico rispetto alla 488 Spider.

Design funzionale

Il design della Ferrari 488 Pista Spider propone linee sportive, scolpite e funzionali alle performance. I designer hanno saputo sfruttare elementi di innovazione, come per esempio il canale aerodinamico S-Duct all'anteriore, quale opportunità per accorciare otticamente il muso della vettura, creando un originale effetto di ala a sbalzo. Il profilo a forma di omega nero del paraurti anteriori e i flick laterali richiamano il motivo del fondo aerodinamico prominente della 488 GTE. Sulla fiancata spicca l'eliminazione dello splitter nelle prese d’aria laterali che è presente nella 488 Spider. All'anteriore i profili aerodinamici che partono dal paraurti si raccordano armonicamente con la minigonna laterale e terminano sulle appendici laterali del diffusore posteriore. La 488 Pista Spider è caratterizzata da una livrea racing che percorre tutta la carrozzeria dal paraurti anteriore, attraverso il condotto S-Duct, fino allo spoiler posteriore. Sono state disegnate per questa vettura due tipologie di livree: la prima è con le due bande esterne impreziosite da due sottili bande interne, mentre la seconda propone le due bande esterne a racchiudere la più importante banda centrale.

Abitacolo racing

Gli interni della Ferrari 488 Pista Spider sono in stile racing, puntando su essenzialità e materiali tecnici leggeri come fibra di carbonio e Alcantara. Nell'abitacolo della supercar si notano le cuciture manuali a contrasto, le pedane poggiapiedi e battitacco in alluminio mandorlato. Inoltre la postazione di guida è stata impreziosita da due vele in carbonio attorno al quadro strumenti, mentre la plancia risulta più snella grazie all'eliminazione del cassetto portaoggetti davanti al passeggero. [post_title] => Ferrari 488 Pista Spider: FOTO LIVE dell'anteprima europea al Salone di Parigi 2018 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ferrari-488-pista-spider-foto-live-dellanteprima-europea-al-salone-di-parigi-2018 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-10-02 14:59:47 [post_modified_gmt] => 2018-10-02 12:59:47 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=562243 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ferrari 488 Pista Spider: FOTO LIVE dell’anteprima europea al Salone di Parigi 2018

Monta il V8 biturbo 3.9 litri da 720 CV

La Ferrari 488 Pista Spider si presenta a Parigi per il primo bagno di folla in Europa. Si tratta della spider del Cavallino più performante di sempre con il suo motore V8 biturbo 3.9 litri da 720 CV per un sprint 0-100 km/h in 2,85 secondi.

Nello stand di Ferrari al Salone di Parigi, oltre alle novità rappresentate dalle due barchette Monza SP1 e SP2, a catturare sguardi e attenzioni è la 488 Pista Spider. Svelata in anteprima mondiale poco più di un mese fa in California, in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, la Ferrari 488 Pista Spider approda per la prima volta in Europa e lo fa potendosi vantare di essere la spider di serie più performante che sia mai stata prodotta dalla Casa di Maranello.

Spinta dal V8 3.9 da 720 CV

La Ferrari 488 Pista Spider ha il miglior rapporto peso/potenza di sempre, pari a 1,92 kg/CV, tra le scoperte del Cavallino. Sotto il cofano della supercar c’è il meglio della produzione motoristica Ferrari, vale a dire il V8 biturbo da 3.9 litri, nominato per il terzo anno di fila miglior motore al mondo, che sviluppa una potenza di 720 CV (50 in più rispetto alla 488 Spider e 115 in più rispetto alla precedente versione speciale) e una coppia massima di 770 Nm disponibile da 3.000 giri al minuti, per una potenza specifica raggiunta di 185 CV/l. Le performance sono di assoluto livello: accelerazione 0-100 km/h in 2,85 secondi, e tempo sul giro a Fiorano in 1’21”5.

La vettura del Cavallino beneficia del nuovo layout di aspirazione sperimentato sulla 488 Challenger, con prese d’aria portate vicino allo spoiler posteriore anziché sulle fiancate, a beneficio di un flusso d’aria maggiore e più diretto, che si traduce in un incremento della potenza. Il motore, alleggerito nel peso, è abbinato al cambio in puro stile racing che si esalta nella velocità di cambiata grazie alla posizione “Race” del manettino.

Costruita con materiali leggeri

La carrozzeria esterna è stata progettata per ridurre al minimo il peso, sfruttando materiali ultraleggeri come la fibra di carbonio per il cofano motore, i paraurti anteriori e posteriori e lo spoiler posteriore, e il Lexan per il lunotto posteriore. Rispetto alla 488 Spider, la 488 Pista Spider ha migliorato del 20% l’efficienza aerodinamica, mentre la riprogettazione delle parti esterne dei paraurti, lo spoiler posteriore e le evacuazioni dietro le ruote posteriori hanno permesso di aumentare di un ulteriore 23% il carico aerodinamico rispetto alla 488 Spider.

Design funzionale

Il design della Ferrari 488 Pista Spider propone linee sportive, scolpite e funzionali alle performance. I designer hanno saputo sfruttare elementi di innovazione, come per esempio il canale aerodinamico S-Duct all’anteriore, quale opportunità per accorciare otticamente il muso della vettura, creando un originale effetto di ala a sbalzo. Il profilo a forma di omega nero del paraurti anteriori e i flick laterali richiamano il motivo del fondo aerodinamico prominente della 488 GTE. Sulla fiancata spicca l’eliminazione dello splitter nelle prese d’aria laterali che è presente nella 488 Spider. All’anteriore i profili aerodinamici che partono dal paraurti si raccordano armonicamente con la minigonna laterale e terminano sulle appendici laterali del diffusore posteriore. La 488 Pista Spider è caratterizzata da una livrea racing che percorre tutta la carrozzeria dal paraurti anteriore, attraverso il condotto S-Duct, fino allo spoiler posteriore. Sono state disegnate per questa vettura due tipologie di livree: la prima è con le due bande esterne impreziosite da due sottili bande interne, mentre la seconda propone le due bande esterne a racchiudere la più importante banda centrale.

Abitacolo racing

Gli interni della Ferrari 488 Pista Spider sono in stile racing, puntando su essenzialità e materiali tecnici leggeri come fibra di carbonio e Alcantara. Nell’abitacolo della supercar si notano le cuciture manuali a contrasto, le pedane poggiapiedi e battitacco in alluminio mandorlato. Inoltre la postazione di guida è stata impreziosita da due vele in carbonio attorno al quadro strumenti, mentre la plancia risulta più snella grazie all’eliminazione del cassetto portaoggetti davanti al passeggero.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Accessori

Anche Ferrari accoglie a bordo Android Auto

Ferrari: ora Android Auto è supportato su GTC4Lusso, GTC4Lusso T e Portofino
Le Ferrari GTC4Lusso, GTC4Lusso T e Portofino sono ora compatibili con Android Auto, il sistema multimediale del ‘robottino verde’ che comunica