Bosch Perfectly keyless: per aprire ed avviare il veicolo direttamente dallo smartphone

Bosch Perfectly keyless: per aprire ed avviare il veicolo direttamente dallo smartphone

In commercio da fine 2020, funziona anche a smartphone spento o scarico

Bosch, con la tecnologia Perfectly Keyless si prende di diritto il premio per l'invenzione più interessante della Future Mobility Week che si è tenuta al Lingotto Fiere di Torino. La chiave fisica non esisterà più e sarà il nostro smarpthone a sostituirla.
Bosch Perfectly keyless: per aprire ed avviare il veicolo direttamente dallo smartphone

Ve l’avevamo anticipato qualche giorno fa e finalmente ieri, mercoledì 3 ottobre abbiamo avuto la possibilità di toccare con mano e in anteprima mondiale una particolare tecnologia che, in un futuro neanche troppo lontano, potrebbe far parte della nostra quotidianità. Si tratta del sistema Perfectly Keyless ideato da Bosch, la grande multinazionale tedesca che sviluppa la stragrande maggioranza di componenti per autovetture, che detiene delle partnership praticamente con tutte le case auto.

L’incontro si è tenuto alla Future Mobility Week di Torino, l’evento organizzato presso il Lingotto Fiere del capoluogo piemontese nel quale abbiamo avuto modo di “assaggiare” alcune novità provenienti da diverse start-up e altre realtà più che affermate come appunto Bosch. Le parole all’ordine del giorno sono: condivisione ed elettrificazione. Due linee guida che stanno segnando indelebilmente il cammino delle automobili e che continuano ad essere i vettori delle nuove soluzioni tecnologiche adottate dagli esperti del settore. Si parla di semplificazione, di praticità, di facilità di utilizzo. E cosa c’è di più semplice se non il nostro smartphone, lo strumento che, numeri alla mano, è più in contatto con il nostro corpo durante la giornata. Sembrerà assurdo ma, in una fascia che va dai 15 ai 50 anni, si hanno mediamente più interazioni con il dispositivo che non con altri esseri viventi. In un futuro molto recente infatti, il 90% delle funzioni che generalmente si fanno, saranno gestite attraverso lo smartphone, funzioni tra cui appunto l’apertura del veicolo.

Bosch Perfectly Keyless, la chiave è il tuo smartphone

Abbiamo avuto modo di parlare con Matteo MottaGlobal Resident engineer Team Lead presso Bosch, ingegnere capo del progetto Perfectly Keyless che ci ha mostrato, con smartphone alla mano, la semplicità e l’effettivo funzionamento di questa tecnologia. Grazie ad un’app dedicata (o integrata in quelle di consierge che sempre più costruttori stanno rilasciando) sarà possibile instaurare una connessione con la vettura tramite bluetooth, che aprirà le porte del veicolo non appena il dispositivo entrerà in un raggio d’azione di circa 2 metri. Basterà infatti sedersi nel veicolo, con il nostro device ancora in tasca e premere il pulsante di avviamento del motore. Dei sensori permetteranno l’avviamento solo dopo aver constatato che lo smartphone si trovi realmente all’interno dell’abitacolo. Una notifica apparirà poi sullo schermo all’apertura e alla chiusura del veicolo, per avere sempre sotto controllo l’effettivo funzionamento. E se il nostro smartphone è scarico? Niente paura, un rilevatore NFC installato in una parte strategica dell’auto, riuscirà a collegarsi con il nostro dispositivo e a comunicare con esso nonostante questo sia scarico: basterà infatti accostare il dispositivo alla zona prestabilita e le porte si apriranno.

Perfectly Keyless, per cedere le chiavi dell’auto a distanza

Bosch ci ha assicurato inoltre che sarà poi una scelta destinata al costruttore di auto quella di fornire anche una chiave tradizionale in aggiunta al servizio Perfectly Keyless, nonostante il consiglio sia proprio quello di sfruttare solamente il proprio smartphone. Tra i vari vantaggi del sistema vi è anche la possibilità di cedere una o più chiavi digitali ad altri utenti, sfruttando un Cloud dedicato così da poter cedere la vettura senza dover necessariamente consegnare fisicamente le chiavi. Basterà un mutuo consenso tra il proprietario principale e l’utente designato per far avvenire la transazione dei codici direttamente sul suo telefono. Una trovata geniale, non solo per l’utente privato ma anche in ottica noleggi e per le flotte aziendali. Il servizio potrebbe già essere disponibile su alcuni veicoli a partire da fine 2020, ma non è stato ancora possibile sapere quali costruttori abbiano già avanzato la richiesta per poterne usufruire. Tra i marchi papabili potremmo trovarci anche FCA secondo alcune informazioni che siamo riusciti a captare, ma alla nostra domanda, la risposta è stata: “Anche. Perche no?”.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati