BMW Z4 e Toyota Supra: separate alla nascita?

Stessa piattaforma ma sviluppo autonomo per Z4 e Supra

Pur nascendo da un progetto comune, BMW Z4 e Toyota Supra avranno dinamiche di guida differenti. Questo perché fin dal 2014 lo sviluppo delle due sportive è stato portato avanti in maniera autonoma dai due costruttori
BMW Z4 e Toyota Supra: separate alla nascita?

La BMW Z4 ha avuto la sua anteprima europea al Salone di Parigi 2018 che si sta svolgendo in questi giorni, mentre la Toyota Supra sarà svelata ufficialmente al Salone di Detroit 2019: cosa hanno in comune le due sportive? Semplicemente sono state concepite assieme in virtù di un accordo in vigore tra le rispettive case costruttrici che ambivano a dar vita a due sportive di pregio pur partendo da una base comune: l’intento era quello di condividere un iniziale e comune progetto per poi perseguire strade diverse in funzione dei propri scopi. Così facendo, hanno assicurato sia BMW che Toyota, le due inedite sportive sono state caratterizzate fin da subito da una dinamica di guida estremamente diversa tra di loro, frutto di uno sviluppo completamente separato. Infatti dopo aver condiviso le fasi primordiali del progetto comune, BMW e Toyota non hanno più operato scelte comuni e hanno proseguito lo sviluppo delle loro sportive in modo totalmente autonomo. La conferma di questo approccio al lavoro è stata data da Masayuki Kai, assistente all’ingegnere responsabile del progetto Supra di Toyota.

BMW e Toyota non condividono più informazioni dal 2014

Se da una parte i dubbi su come due vetture concepite insieme avessero potuto godere di dinamiche di guida tanto differenti sono alquanto legittimi, l’ingegner Masayuki Kai ha messo a tacere ogni dubbio al riguardo spiegando quali e come sono stati i rapporti instaurati tra BMW e Toyota: “A metà del 2014 ci siamo messi d’accordo sul layout della vettura, sulla posizione del guidatore, sulla lunghezza del passo, sulla larghezza della scocca, sulla collocazione del serbatoio e sulla definizione del montante A. Dopo aver definito queste cose, i due team si sono divisi e non c’è stata più alcuna forma di comunicazione.” A testimonianza di quanto affermato, l’ingegner Kai ha anche aggiunto: “Tecnicamente la piattaforma è la stessa sia per la BMW Z4 che per la Toyota Supra per cui possiamo presumere che anche molti componenti siano gli stessi, ma non ne possiamo avere la certezza. In realtà non sappiamo quanti componenti siano stati condivisi tra le due sportive.”

Progetto comune, sviluppo diverso

In tal contesto, le due sportive a firma BMW e Toyota dovrebbero davvero avere dinamiche di guida differenti, frutto di scelte di sviluppo diverse e probabilmente anche di componentistiche differenti, così come riportato dallo stesso Masayuki Kai. Il che dovrebbe essere un qualcosa di certamente positivo per gli appassionati sportivi sia di BMW che di Toyota che avranno a che fare con dinamiche di guida ed emozioni diverse. Stando così le cose non abbiamo motivo di non credere all’ingegner Kai, ma non possiamo neanche dare per certo il tutto. Quello che è certo è che bisognerà aspettare di guidare sia la BMW Z4 che la Toyota Supra per verificare di persona la dinamica di guida di ognuna delle due sportive e trarne le dovute conclusioni.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati